1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. stecca

    stecca Membro Attivo

    Il contratto di locazione con un mio inquilino è scaduto il 30/4/2011. Per evitare l'ennesimo rinnovo automatico (il contratto risale al 1 maggio 1987 e si è sempre rinnovato automaticamente) avevo già provveduto 6 mesi fa a disdire tale contratto. Ora ho proposto al mio inquilino di fare un nuovo contratto (lasciando invariato il canone) con un canone concordato (visto che l'importo lo rende possibile) ed io opterei per la cedolare secca. Il mio inquilino non è d'accordo, è diffidente per natura, e vorrebbe lasciare valido ancora il vecchio contratto. Può rifiiutarsi di fare un nuovo contratto? Come posso fare? Grazie
     
  2. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Forse non gli hai ben spiegato i vantaggi derivanti dal contratto con cedolare secca: no agli aumenti annuali, nessuna imposta di registro. Il che oggettivamente non è poco. O forse quello che tu consideri essere un valore adeguato di canone concordato in realtà è superiore al canone calcolato secondo gli accordi territoriali del comune ove è sito l'immobile.
     
  3. asialuna

    asialuna Nuovo Iscritto

    Tu come locatore hai fatto tutto nelle regole. Hai mandato regolare disdetta 6 mesi fa con raccomandato, giusto?
    Forse avresti dovuto anche aggiungere nella raccomandata che saresti stato comunque disposto a continuare la locazione stipulando un nuovo contratto con le x caratteristiche, e gli allegavi una proforma. Del resto ormai il contratto è scaduto e risolto. E a che titolo sta occupando l'alloggio da maggio? Se ti desse sottobanco qualcosa richieresti anche di essere denunciato dallo stesso perchè è in nero... Cerca di far firmare al più presto un nuovo acccordo e ti irei di farlo decorrere dal 01/05/2011. De resto mi sembra che i contratti da aprile li puoi registrare fino a giugno, forse non sei neanche in mora....
     
  4. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    l'inquilino rischia in caso non voglia accettare le nuove condizione di rimanere senza alloggio:daccordo:
     
  5. stecca

    stecca Membro Attivo

    Il canone che ho proposto all'inquilin o è esattamente quello che pagava prima ed è ai limiti inferiori del canone concordato che potrei applicare secondo gli accordi territoriali. Insomma, il canone è basso. Se l'inquilino è diffidente (è una persona anziana), potrei fargli firmare una carta in cui lui dichiara che non intende stipulare un nuovo contratto? Sarei in torto ad incassare l'affitto come se fosse in vigore ancora il vecchio contratto?. Il problema è anche quello che non ho pagato la tassa di registro pensando di aderire alla cedolare secca. Vorrei proprio sistemare questa situazione. Non è possibile un'azione unilaterale da parte mia, visto che per lui non cambia nulla (certo non ha capito che avrebbe anche lui delle agevolazioni)? Grazie
     
  6. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sulla ricevuta non metterai ovviamente come causale il termine "affitto", bensì l'espressione "indennità di occupazione", proprio perché il contratto è scaduto. Per quanto riguarda il da farsi, sarebbe bene informare di ciò l'ufficio dell'AdE presso il quale era radicato il contratto scaduto, anche per porti al riparo da eventuali accertamenti.
     
    A maidealista piace questo elemento.
  7. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se hai dato disdetta all'inquilino, lui ora sta occupando l'immobile abusivamente.
    Tuttavia, se per te non cambia molto il 19% o il 21% di imposta (e probabilmente è così, visto che come affermi il canone è molto basso), al regime della cedolare secca puoi comunque aderire anche per il vecchio contratto rinnovato.
     
  8. stecca

    stecca Membro Attivo

    Nella mia città i contratti concordati hanno anche l'agevolazione dell'esenzione dall'ICI. Per questo io vorrei stipulare un contratto agevolato.
     
  9. asialuna

    asialuna Nuovo Iscritto

    del resto hai ragione ad insistere di fare un contratto nuovo! hai disdettato nei tempi... non cambiano gli importi.. cosa cambia all'inquilino???
     
  10. stecca

    stecca Membro Attivo

    L'inquilino è anziano forse ha paura del nuovo, è diffidente. Sinora io sono stata conciliante (gli ho sempre fatto favori ed ho assecondato tante sue richieste). Ora però, confortata anche dalle vostre risposte ho deciso che entro la fine di giugno pretenderò un nuovo contratto (che gli ho già inviato perchè potesse leggerlo). Quindi gli dirò che se non accetta dovrà lasciare l'appartamento. Grazie per i vostri consigli
     
  11. asialuna

    asialuna Nuovo Iscritto

    brava.. fai così.
     
  12. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Va bene, ma deve capire che ora è occupante di un immobile, ossia non ha titolo per detenerlo e oltracciò mette nei guai, fiscalmente parlando, te. Se ha paura del nuovo, a maggior ragione avrà paura di questa sua situazione e forse anche della comunicazione bonaria di un legale, privato od anche di un'associazione di proprietari immobiliari. 'Sta paura del nuovo non deve essere una scusa per farsi gli affari suoi. No?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina