1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutto il forum.
    Vi scrivo per un problema. Una settimana fa ho affittato un appartamento. 300 € più 50€ di spese. È un contratto transitorio in quanto l' ho affittato ad una ragazza che studia. Lei stessa mi ha chiesto questo contratto dicendo che i suoi genitori avevano un ristorante in Puglia e che lei era qui a Torino per studio. Il contratto è un normale transitorio in quanto lei ha la residenza qui a Torino e non più in Puglia. Sul contratto c' è scritto che chiedevo due mensilità di caparra per un totale di 700 euro. Lei ha firmato ma mi ha dato solo 600 dicendo che il restante me lo avrebbe dato al primo bonifico. Ieri invece primo giorno di contratto mi ha contestato questi 100 euro in più dicendo che la caparra è solo sull' affitto e non sulle spese...ovviamente mi sono opposto in quanto io posso chiedere qualsiasi cifra che non superi le 3 mensilità. ..il contratto parla chiaro...due mensilità per un totale di 700 euro...ma non finisce qui...solo ieri ho scoperto che la ragazza non abita sola ma abiterá questa casa con sua madre...non può farlo però. ..sul contratto l'ho scritto che è consentito l' uso della casa solo all' inquilino...la madre non compare da nessuna parte...inoltre non credo che sussistano più gli estremi per un contratto transitorio...posso ritenere questo contratto nullo? Il primo giorno è il 1 novembre quindi non lo ho ancora registrato. Non voglio più in casa queste persone perché sono in totale e assoluta malafede ed ho anche paura che sia stato tutto architettato. Io ho detto che entro giovedì li volevo fuori di casa e che alla consegna delle chiavi avrei ridato i 600 euro di caparra...è possibile la cosa? Voglio far finta che questo contratto non sia mai esistito. Ho anche detto alla mia banca di respingere qualsiasi bonifico provenisse da loro...la caparra me la hanno data in contanti al quale non ho rilasciato ricevuta...sono ancora in tempo a cacciarli prima della scadenza del mese? Se registro il contratto devo per forza andare tramite avvocato con tempi biblici...qui di fatto mi stanno occupando casa abusivamente
     
  2. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma la ragazza ha una copia del contratto firmato da te ?
    Se la risposta è affermativa, la ragazza potrebbe, se è veramente in mala fede, anche registrare lei il contratto e allora sarai costretto ad attendere i "tempi della giustizia italiana".
    Riguardo alla caparra, mi pare insolito chiedere una quota in conto spese condominiali.
    Contratto transitorio: di quanti mesi è la durata ? Ti ha giustificato "la transitorietà", ti ha mostrato il tesserino o libretto universitario ?
     
  3. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    si la ragazza ha una copia del contratto che ha durata 12 mesi...ha detto che in questi giorni mi avrebbe portato una certificazione di iscrizione all' università. Per quanto riguarda la caparra non c'è una cifra precisa che si deve chiedere. La legge dice che si può chiedere una cifra che non ecceda le tre mensilità. In questo caso io potevo chiedere fino a 900 euro...a ragazzi giovani universitari, per non strozzarli troppo, uso chiedere non più di due mensilità incluse però delle spese condominiali...cosa assolutamente legittima da parte mia. Resta il fatto comunque che con lei ci abita anche la madre e non mi sta bene in quanto le premesse erano assolutamente diverse!!! Questo rapporto è iniziato decisamente male e ormai non mi fido più!!!! Anche se lei andasse a registrare questo contratto non credo ci siano le premesse per la transitorietà essendoci anche la madre!!! Ormai fa acqua da tutte le parti!!! E se non stavano bene le 700 euro chieste, mi chiedo, che cavolo firmi????? la mia paura è che contesti queste 100 euro in più semplicemente perchè non li hanno!!! Quindi dubito fortemente che mi paghino l' affitto...mi son messo proprio nei casini...devo trovare un sistema per annullare sto contratto!!!!!
     
  4. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    cosa succede se facessi un contratto di affitto per la stessa casa ad un mio amico e lo andassi a registrare immediatamente prima che questi inquilini mi battano sul tempo? Il contratto registrato avrebbe la precedenza su quello non registrato?
     
  5. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Io eviterei questi stratagemmi che non fanno altro che complicare la situazione e inasprire gli animi.
    Di fronte alla legge, almeno fino alla termine di scadenza della registrazione, il contratto registrato non può avere valenza sul contratto ancora da registrare e per il quele i termini non sono scaduti. Come fai a giustificare la loro presenza dentro all'alloggio ? Non mi pare che siano entrati abusivamente. Il comportamento successivo è un altro discorso.
    Con un nuovo contratto rischieresti, insieme al tuo amico, una denuncia
    Cerca di chiarire urgentemente con la ragazza quali sono realmente le loro intenzioni.
     
  6. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    si hai ragione...anzi, mi scuso per il mio pensiero poco pulito...ma essendomi già scottato altre volte so bene i guai che si passano con gli inquilini morosi...una perdita di capitale veramente importante con ulcere a tutta forza...d'ora in poi affitto solo con fidejussione, metodo che applico di solito per i 4+4...tre mensilità di caparra a fronte di un anno intero di affitto non percepito sono veramente ridicoli...
    cosa posso fare, invece, per la caparra? Se sul contratto ho scritto 700 euro e lei me ne ha dati solo 600 non va bene assolutamente...e la madre in casa???? non può stare li dentro...io ho fatto un contratto transitorio specificando che era una studentessa universitaria...rischio che si trasformi in 4+4?...non ci siamo proprio...tra l'altro la casa è un buco...è un monolocale adatto ad una sola persona...non so proprio come facciano a viverci in due...
     
  7. ACTARUS

    ACTARUS Membro Ordinario

    Ho avuto pessime esperienze (anche di cause legali) e quindi mi permetto di risponderti sulla base di queste. Io registrerei il contratto (altrimenti avrai grane e passerai per un evasore) e me ne infischierei se abita anche la mamma, basta che paghino il dovuto e tengano in ordine la casa. E' questo che ti importa, credo. Il fatto che si sia trasferita anche la mamma è una garanzia in più che pagherà l'affitto e terrà meglio l'appartamento. Per i 100 € non ne farei una questione vitale, se pagano non ti interessa averre 100 in più di depositto, se non pagano avrai altri problemi. Certo ogni volta che affitti non sei mai sicuro di come andrà a finire, ma oramai la situazione è questa e devi fare buon viso a cattivo gioco. La prossima volta farai meglio.
    Cordialmente.
    Actarus
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  8. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @ACTARUS ha ragione. Ti stai fasciando la testa prima ancora di essertela rotta.
    La prossima volta, comunque, PRIMA di consegnare le chiavi, assicurati che sia tutto a posto e non lasciare situazioni pendenti.
    Quanto al contratto transitorio, la transitorietà deve essere dimostrata. Quindi se la ragazza è davvero una studentessa, dovevi PRIMA farti consegnare copia dell'iscrizione all'anno accademico in corso.
    Quanto al deposito cauzionale (e non caparra), se hai scritto che è pari a 2 mensilità e il mese consta di 300 Euro, mi spiace, ma ha ragione la ragazza. Le spese non sono parte del canone.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  9. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il fatto di aver firmato il contratto, di cui la ragazza ha copia, e di averle dato le chiavi di casa è un comportamento concludente, quindi, che tu lo registri o meno, il contratto può intendersi valido.
    la questione della registrazione serve solo a mettersi a posto con il fisco e a conferire una data certa al contratto, ma ai fini civilistici il contratto esiste.
    Un'altra cosa è l'inadempienza in cui può incorrere l'inquilina per permettersi di ospitare stabilmente nell'appartamento una persona non prevista. Però, trattandosi di una persona appartenente al nucleo familiare, la questione è un po' dubbia. Dovresti dimostrare che la madre vive stabilmente nei locali e bisognerebbe che nel contratto ci fosse una clausola risolutiva espressa che riguarda la proibizione di ospitare altre persone, anche se appartenenti al nucleo familiare.
    In ogni caso, visto che hanno il possesso dell'appartamento con il tuo beneplacito, devi ricorrere alle vie legali per farle sloggiare, anche per inadempienza contrattuale.
    Prova a vedere se riesci a farle andar via con le buone e, se ci riesci, porta un cero in chiesa.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  10. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Per mapeit: c'è una clausola che riguarda questo argomento dove viene espressamente evidenziato che l' unica a poter vivere stabilmente in casa è la ragazza e stop.

    Per tovrm: purtroppo tutto corretto tranne la parte riguardante il deposito cauzionale...posso chiedere la cifra che voglio fino ad un massimo di tre mensilità e sul contratto c' è scritto espressamente 700 euro...non lascia spazio a interpretazioni.
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Questo lo hai scritto tu. Non io.
    Allora, o stai dichiarando un canone più basso di quello effettivo, oppure 700 al posto di 600 è un chiaro refuso.
    Saluti
     
  12. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Anche la quota spese condominiali è una mensilità. ..da versare insieme al canone...quindi la mensilità totale è di 350 euro...non ho chiesto due mensilità di canone ma due mensilità per un totale di 700 euro...scritto chiaramente sul contratto[DOUBLEPOST=1415025547,1415025276][/DOUBLEPOST]Specifico che la cifra 700 euro è chiaramente scritta...non solo
    ..in Fase di visita lo avevo anche specificato in fase di visita
     
  13. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Mi sa che hai in testa un po' di confusione tra i concetti di canone e di spese... provo a chiarirti i concetti.
    Tanto per cominciare, le spese comprendono una serie di ulteriori adempimenti (cosiddetti oneri accessori) a carico del locatore (articolo 9 della legge 392/1978): sono le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, nonché alla fornitura di altri servizi comuni.
    Il canone, invece, ha la natura di corrispettivo e, pertanto, non assimilabile alle spese, le quali sono necessarie per fruire di servizi accessori alla locazione.
    Gli oneri accessori al contratto di locazione, qualunque sia la natura degli stessi, non concorrono alla determinazione della base imponibile del contratto stesso per l'applicazione dell'imposta di registro (risoluzione 251167/1980).
    Anche l’Avvocatura di Stato afferma che gli oneri accessori imputati dal locatore al locatario sono semplici movimenti finanziari (rimborsi) e non corrispettivi di prestazioni di servizi imponibili (circolare 9/E del 1992).
    È tuttavia necessario che le spese non siano conglobate nel canone di locazione e abbiano distinta individuazione all'interno del contratto. In caso contrario potrebbe risultare difficile giustificarne la diversa natura rispetto al corrispettivo (Ergo, saresti costretto a pagare le imposte anche sull'ammontare delle spese).
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  14. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Scusa gas_1986, ma i 50 Euro mensili sono soggetti a conguaglio in sede di consuntivo delle spese ?
    Se non fosse così i tuoi conteggi sarebbero del tutto arbitrari in quanto il canone è imponibile fiscalmente mentre le spese non lo sono.
    Perché allora non fissare un canone di 250 ed una spesa di 150 o addirittura 200 e 200 ?
     
  15. gas_1986

    gas_1986 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sì certo che le spese sono a conguaglio...ed è ovvio che le ho differenziate nel contratto...quindi non ho nessuna confusione in mente...ringrazio per la lezione romana anche se superflua
     
  16. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Perdonami, ma mi sembri un po' ansioso e presuntuosetto. Se davvero sei del 1986, vuol dire che hai 28 anni (almeno al millesimo) e quindi ti si può considerare, già da un po', un uomo e non più un ragazzo. Purtroppo la maturità non si acquista automaticamente con la crescita anagrafica. Analogo il discorso sulla chiarezza espositiva. Qui nessuno vuol fare il professore e se rileggi tutti gli interventi vedrai che, nonostante le tue inesattezze e le tue contraddizioni, tutti hanno apportato qualcosa alla discussione. E questo qualcosa è quello che abbiamo percepito che a te mancasse, proprio per aiutarti in futuro. E ricordati, che niente ti era dovuto.
    Ora, per quanto mi riguarda, questa discussione è terminata.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina