1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ho un appartamento "estivo" in condominio in una località di vacanza, estivo nel senso che non è provvisto di impianto di riscaldamento. Anni fa ci è stato proposto di allacciare il gas metano, alcuni hanno aderito e lo utilizzano per cucinare e per l'acqua calda e solo 3 condomini anche per il riscaldamento utilizzando delle caldaie installate in terrazza (con scarico proprio non allacciate a una canna fumaria).
    Ora un condomino chiede di installare l'impianto di riscaldamento e con le nuove normative (se ho ben capito) diventa obbligatorio installare una canna fumaria. L'amministratore ha colto "la palla al balzo", proponendo l'installazione di 3 canne fumarie multiple in modo da servire tutto il condominio, sostenendo che se non si vuole poi utilizzare il camino basta mettere un tappo per evitare le esalazioni.......
    Io non vorrei il camino visto che, anche nell'eventualità, non farò installare il sistema di riscaldamento a metano. Posso rifiutare?
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Se lei non utilizza la canna fumaria è nel suo diritto non compartecipare alla spesa, com'è nel suo diritto non munirsi del riscaldamento.
     
  3. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
  4. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    In futuro ove lei cambiasse avviso (ad esempio per favorire una compravendita del suo immobile), potrà installare il riscaldamento ed utilizzate la canna fumaria (pagando il corrispettivo dovuto in termini di spesa per la realizzazione dell'opera)
     
  5. basenji

    basenji Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ok. Grazie adesso ho tutti gli elementi che mi servono.
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se gli impianti termici sono individuali, perché l'amministratore vuole amministrare? Vuole forse una mazzetta dall'installatore (unico) delle canne fumarie?
     
    A basenji piace questo elemento.
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Perchè le canne fumarie pur essendo individuali corrono su tutto il muro di facciata a seconda dell'altezza di piano e un eventuale modifica comporta toccare la parete esterna.
    Se l'appartamento si trova al piano 1 la canna fumaria parte circa da 1,7/1,8 mt rispetto al piano di calpestio e si fa tutti i piani uscendo all'esterno. Sotto ai 2 foto ingrandite di una canna fumaria in cemento per una caldaia sulle murature prima del solaio (vedi la prima foto).
    Nella seconda un particolare del solaio struttura in costruzione con una di quelle canne grigie emergenti dal piano terra e che prosegue fino ad incontrare il tetto (nel nostro caso abbiamo il piano 1° e il sottotetto).

    un'intervento sulla canna fumaria (queste sono le nuove tipologie e sono pezzi speciali) andrebbe comunque a toccare la muratura esterna del fabbricato.
    In una casa unifamiliare non hai problemi perchè unici proprietari ma in una schiera o in un condominio hai più proprietari quindi diventa una PARTE COMUNE.
    Foto 3 (vista dal blocco A1).jpg Durante l'armatura del p1°.jpg
     
  8. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Secondo me la canna è un oggetto di proprietà privata che si avvale (servitù attiva) di una parte condominiale per potersi sostenere aggrappandosi.
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Tu quando tocchi una canna fumaria di fatto intervieni su una parte condominiale, il rivestimento (l'intonaco), il tetto e tutti i solai attraversati.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Errato.
    Se l'opera è stata deliberata in assemblea e a servizio di più impianti tecnologici è bene comune (ciò non significa che il singolo condòmino sia tenuto ad utilizzarla e a sopportarne le spese)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina