1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. domenico11

    domenico11 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti, sono nuovo del forum e ho bisogno del bostro aiuto.
    Nel mio appatamento sono presenti già un condizionatore ed un impianto a gas con caldaia che NON verrebbero sostituiti.

    Vorrei installare nel mio appartamento un clima dual split con classe A++ in raffreddamento e A+ in riscaldamento.

    Volevo sapere se aggiungo un climatizzatore dual split, con le caratteristiche elencate in precesenza, posso detrarre le spese con il bonus 65%?
    Grazie
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il bonus 65% presuppone che ci sia un miglioramento nell'efficenza energatica.
    Tu di fatto non sostituisci e nemmeno migliori l'efficenza energetica dell'abitazione, non fai interventi di ristrutturazione ...ma ti limiti ad una ggiunta.
    Detrazione al 50%.
     
  3. domenico11

    domenico11 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
  4. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Rileggi meglio.

    C'è scritto "sostituzione"...tu non sostituisci nulla.
     
  5. domenico11

    domenico11 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Certamente. Comunque non capisco la risoluzione 458/E, come di seguito.
    La risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n° 458/E del 1/12/2008 ha stabilito che la detrazione è prevista anche qualora la pompa di calore integri l'impianto esistente di riscaldamento e non lo sostituisca.
    In questo caso l'intervento è agevolabile solo se comporta una riduzione dei consumi di energia primaria, rientrando nei limiti stabiliti dal DM 11/3/2008 e l'indice di risparmio debba essere calcolato in base al fabbisogno energetico dell'intero edificio e non a quello delle singole porzioni immobiliari.
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Infatti...qui hai letto bene...ma hai "metabolizzato" male.

    Per avere diritto devi dimostrare che l'integrazione porti ad un vantaggio ottenendo una riduzione dei consumi.

    Per "dimostrare" devi trovare un tecnico disposto ad asseverare tale risultato...che senza altri tipi di intervento (coibentazioni) non è nemmeno ipotizzabile.

    Posto che detta "asseverazione" la dovresti comunque pagare...ti conviene passare dierttamente alla detrazione del 50 e non quella per risparmio energatico del 65.
     
  7. domenico11

    domenico11 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Infatti, era quello che sostenevo. Posso fare detrazione al 65%, ma molto probabilmente non conviene.
    Grazie
     
  8. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Togli il probabilmente... e dovresti trovare un tecnico che certifichi il falso.
     
  9. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ciao, mi inserisco al volo perché proprio ora mia madre ha sostituito uno split e un motore con modelli più efficienti. si può chiedere la detrazione al 50%? si differenzia IVA per il materiale al 22% e per il lavoro al 10%? infine il fornitore le ha richiesto i dati catastali e non capisco a che cosa possano servire in questo caso. avete un'idea? grazie
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    SE ha sostituito parti di un impianto già fatto ritengo non abbia diritto ad alcun bonus.

    Se ha installato un nuovo impianto allora potrà godere del bonus del 50%

    Se rientra è "tutto nuovo" IVA al 10% solo sulla manodopera e su altrettanto valore del bene . La differenza paga il 22%.

    Non ho idea il motivo per chiedere i dati catastali.
    Forse vuole "registrare" dove è stato fatto l'intervento onde evitare contestazioni.
     
  11. asana

    asana Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ciao, fornitore ha giustificato applicazione IVA 22% dicendo che si tratta di beni significativi...
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    IVA
    IVA Al 22% è aliquota std.
    Semmai potrebbe aver applicato il 10% sui beni significativi, fino a decorrenza della quota di manodopera. Sempre se ricordo bene.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina