1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ogpls

    ogpls Membro Attivo

    ,l’amministratrice dello stabile di un alloggio che ho messo in vendita, mi ha richiesto su delibera condominiale l’installazione dei contatori dell’acqua con un preventivo di spesa esagerato.
    Gli ho risposto che non è mia intenzione installarli visto il costo e soprattutto anche il fatto che l’alloggio è stato messo in vendita e quindi rimarrà vuoto e nessuno utilizzerà più l’acqua.

    Le ho detto che chiuderò a mie spese il tubi dell’acqua sigillandoli per non usufruire più dell’acqua del condominio.

    Volevo sapere se quello che gli ho proposto può risultare corretto. Credo che sia un mio diritto non usufruire più dell’acqua visto che tutti, una volta installati con i contatori,pagheranno solo più a consumo.
     
  2. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ma a chi compra poi lo fai presente che non hai l'acqua perché ti sei staccato dal condominio?

    E secondo te può stare bene comprare un'abitazione senza acqua?
     
  3. ogpls

    ogpls Membro Attivo

    l'alloggio è da ristrutturare chi se lo compra dovrà comunque rivedere tutto l'impianto eliminando anche i tubi di arrivo alle saracinesche, mi sembra una spesa inutile visto che l'alloggio attualmente è vuoto e nessuno usa l'acqua. inoltre il conteggi dell'acqua erano a numero di occupanti, non si pagava un fisso, i contatori sono stati messi apposta per ridurre la spesa a me l'acqua non mi interessa non vedo perchè non posso staccarmi...
     
  4. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La fattura dell'acqua è fatta da un fisso (numero di utenze/appartamenti) e dal consumo del contatore (il tuo generale). Se il condominio ha deciso di mettere dei sottocontatori tu pagheresti solo il fisso e niente consumo (appartamento vuoto). La ristrutturazione (impianti) deve partire da dove arrivano le utenze, non è che possono far entrare l'acqua o altro da dove vogliono (o vuoi tu).
    Se facessero i lavori accettando di staccarti dal contatore, il nuovo proprietario, per riattaccarsi, dovrebbe avere il consenso di tutti gli altri (è sicuro che poi lo potrà avere?). Se non lo avrà dove farà passare i tubi per l'acqua per raggiungere il suo appartamento?
    Ma quanto ti hanno chiesto?
    Metteranno i contatori nell'appartamento o in uno spazio condominiale tutti insieme?
     
  5. ogpls

    ogpls Membro Attivo

    mi hanno chiesto solo per i 2 contatori 250 euro più il lavoro dell'idraulico di circa 300 euro perchè devono avere la lettura wifi ,ho chiesto se potevo mettere dei normali contatori con una spesa di 80 europiù 200 idraulico ma mi hanno detto che non è possibile.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L’art. 1118 c.c. stabilisce che un condomino non può sottrarsi all'obbligo di contribuire a determinate spese comuni (per esempio quelle per la piscina) rinunciando al relativo servizio, a meno che non venga esonerato da tutti gli altri condomini. La Cassazione ha però statuito (sentenza n. 4652 del 27/4/1991) che si può rinunciare a quegli impianti condominiali che devono essere considerati superflui in relazione alle condizioni obiettive e alle esigenze delle moderne concezioni di vita, oppure illegali perché vietati da norme imperative: come nel caso della rinuncia all'impianto di autoclave in presenza di un servizio idrico pubblico efficiente, o al pozzo nero perché in contrasto con le prescrizioni di legge.
    Tieni presente che il gestore oltre al consumo fa pagare una quota fissa e che la somma delle letture dei singoli contatori difficilmente è uguale alla registrazione del contatore posato dalla azienda erogatrice del servizio idrico.
     
  7. ogpls

    ogpls Membro Attivo

    quindi se lo si mette come punto da discutere nella prossima assemblea condominiale e gli altri condomini sono d'accordo posso staccarmi dalla rete idrica del condominio
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    non gli altri ma tutti i condomini sia come teste che come m/m di proprietà. Cosa, secondo me, difficile da realizzare appena i condomini verranno a sapere dell'aumento delle spese fisse, per esempio per le perdite.
    Poi considera che l'acqua potabile, a differenza del riscaldamento o dell'ascensore, non è un impianto superfluo rispetto alle esigenze delle moderne concezioni di vita.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ho seguito fin qua, ma trovo assurdo che ti possa staccare dalla colonna montante condominiale dalla quale devi prelevare l'acqua per il tuo immobile. Evidentemente il tuo contributo fisso sarà un tot oltre il consumo che risulterà dal tuo contatore.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina