1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. saka

    saka Nuovo Iscritto

    Salve,

    sto acquistando un appartamento al piano terreno di 4 con riscaldamento centralizzato. Effettuerò delle opere di ristrutturazione e oltre a rifare le tubature dell'impianto di riscaldamento (ma rimarrò counque collegato al centralizzato) vorrei installare uno scaldacqua a gas (< 15kw)al posto dell'attuale boiler elettrico.
    Lo scaldacqua sarà installato in cucina e gli scarichi andranno sulla facciata posteriore dell'edificio. A che genere di problemi potrei incorrere? Si può fare? Ho girato un pò su internet e nonstante la mole di informazioni non ne sono venuto a capo.

    Vi ringrazio fin da ora dell'aiuto dell'aiuto
     
  2. mitti

    mitti Nuovo Iscritto

    Ciao, io ho lo stesso problema e ho avuto pareri tecnici completamente differenti :???:,
    Tieni conto che la normativa sugli scarichi è molto restrittiva, è una deroga alla norma che impone lo scarico oltre il colmo del tetto, nel documento trovi le distanza di rispetto che normano questa deroga:

    http://www.teknologieimpianti.it/site/files/50%29%207129%203%20%202008%20Scarico%20dei%20pdc%281%29.pdf

    Lo scarico a parete come vorresti farlo tu deve rispettare, infatti una serie di parametri: per esempio le distanze minime dai balconi e dalle finestre dei vicini, dalle grondaie, dai tubi, dalle pareti etc....

    La logica è che per motivi di sicurezza pubblica i fumi non siano inalati, infatti credo che la normativa e i controlli coinvolgano le ASL, così avviene a Torino.

    Dunque io per esempio siccome sono all'ultimo piano sto cercando di capire quanto costerebbe e se fattibile andare sul tetto. Invece tu dovresti trovare chi fa impianti e installazioni certificati, cioè non solo la caldaia in se certificata ma tutto il complesso, e sentirne il parere, tale documentazione verrà inviata al comune per una verifica a campione.

    Ora i casi sono diversi:
    a) la tua situazione consente di rispettare i paramentri comodamente, tutti i tecnici consultati danno parere positivo e quindi vai tranquillo
    b) tutti i tecnici consultati danno parere negativo, quindi valutare la fattibilità di andare sul tetto oppure sistemi alternativi come lo scaldabagno a pompa di calore, oppure tenersi il boiler
    c) i tecnici ti danno pareri discordanti, è io mio caso:triste: . E' una situazione rischiosa perchè poi sta tutto all'intepretazione dei giudici, se ti beccano, come minimo devi smantellare l'impianto, e chi ti ha certificato va in giudizio. Oppure non ti beccano, oppure il giudice è magnanimo.
    Io personalmente sto valutando le situazioni al alternative come al punto B) e anzi sto per aprire un nuovo topic sull'argomento
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina