1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ansenise

    ansenise Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buon giorno a tutti.
    So bene che questo sito è dedicato ai proprietari ed agli affittuari, ma so altrettanto bene che chi interviene è informato su tante cose; perciò mi faccio coraggio ed espongo un altro mio caso.
    L'altro giorno è arrivato dalla Banca d'Italia un rimborso IRPEF per il 2007 con vaglia intestato al mio papà defunto il 5 gennaio 2007.
    Lo sportellista della Banca d'Italia presso la quale mi sono recata mi ha detto che, poiche il decesso è avvenuto dopo l'ottobre del 2006, tra i vari documenti devo consegnar loro una copia dell'integrazione della successione (la successione è stata fatta a dicembre 2007) e scrivere l'importo dell'assegno (101,00 euro) nella parte dove c'è scritto "ALTRO".
    Le eredi siamo due: io e mia madre, disabile al 100%.
    Nei moduli per fare questa integrazione devo indicare solo l'importo dell'assegno? Devo aggiungere bolli? Devo pagare, prima di andare all'AdE qualche somma con l'F23, come ho fatto per la successione?
    Prima di andare alla Banca d'Italia ho telefonato all'AdE e un operatore di Venezia (sono sparsi in tutta Italia) mi aveva detto che con la copia della successione, delega e documento di mamma la Banca d'Italia mi avrebbe pagato l'assegno.
    Mi è venuto in mente un pensiero del quale non riesco a liberarmi: Vuoi vedere che per riscuotere 100 euro ne devo pagare la metà tra bolli e impicci vari?
    Grazie a chi vorrà aiutarmi.
     
  2. massimo binotto

    massimo binotto Membro Attivo

    Professionista
    Secondo me ti stanno complicando le cose per soli 101 euro.
    Comunque sia, credo che la banca non voglia correre rischi nel cambiare un vaglia di una persona che è deceduta.
    Potresti rispedire indietro il vaglia a chi l'ha emesso, chiedendo che venga reintestato a te o tua madre, ma credo che passeranno molti anni prima di avere una risposta.
    La cosa più veloce è quella di fare la successione integrativa, inserendo nel quadro B4 altri beni, l'importo e la descrizione del vaglia.
    La successione va presentata all'Agenzia delle Entrate e contestualmente va richiesto il rilascio del Mod. 240.
    Tale modello di servirà poi per andare in banca e chiedere la liquidazione del vaglia.
    La sola successione integrativa non basta.
    La richiesta per il Mod. 240 va presentata in bollo (euro 14,62) e un secondo bollo (euro 14,62) va pagato all'atto del rilascio del modello stesso da parte dell'AdE congiuntamente ai diritti. A Treviso sono euro 12,40 ma variano da agenzia ad agenzia.
    Totale circa 42 euro.
    Alla fine dei giochi, fra bolli, diritti, accessi all'AdE (almeno 2), permessi tuoi per recarti all'Agenzia, ecc. non so se ti conviene riscattare il vaglia.
    Vedi con la banca se c'è una formula diversa in cui non devi fare tutta la trafila.

    Saluti
     
    A ansenise piace questo elemento.
  3. ansenise

    ansenise Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie, Massimo. In effetti... al solo pensiero di fare un bel po' di giri mi sento male! La spesa non vale l'impresa.
     
  4. Federica F

    Federica F Nuovo Iscritto

    Ciao ansenise,
    io ti consiglierei di recarti alla filiale della banca dove tuo padre aveva il conto corrente e che ha curato la liquidazione della successione (se poi è anche la stessa dove tu o tua madre avete mantenuti i rapporti, meglio)
    Portati una copia della dichiarazione di successione e prova a chiedergli se firmando te e tua madre (gli eredi) ti cambiano il vaglia.
    (...domandare non costa niente...)
    In bocca al lupo!!!
     
    A ansenise piace questo elemento.
  5. ansenise

    ansenise Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Già fatto. Il vicedirettore mi ha consigliato di andare all'Agenzia delle entrate e chiedere di riemettere il rimborso a nome mio e di mia madre. Mi sa che la via indicata da Massimo è quella giusta, ma ... e prima o poi una scappatina a Via Canton (sono a Roma) la faccio (magari appena avrò cumulato ore in esubero che mi permettono di usufruire di una giornata di recupero). Se dovessi vedere che per le pratiche richiedono una cifra che va quasi a concorrenza del credito lascio perdere. Ti ringrazio per la risposta.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina