1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. pocaontas

    pocaontas Nuovo Iscritto

    Buonasera a tutti, mi sapete dire se sui contratti concordati si pagano gli interessi legali sulla cauzione, nel dettaglio in un contratto stipulato (6+2) alla voce cauzione cita: A garanzia delle obbligazioni assunte col presente contratto, il conduttore versa al locatore (che con la firma del contratto ne rilascia quietanza) una somma di euro ....... , non imputabile in conto canoni e produttiva - salvo che la durata contrattuale minima non sia superiore ad anni quattro, ferma la proroga del contratto per due anni - di interessi legali, riconosciuti al conduttore al termine di ogni anno di locazione. Il deposito cauzionale così costituito viene reso al termine della locazione, previa verifica sia dello stato dell'unità immobiliare sia dell'osservanza di ogni obbligazione contrattuale.Io lo interprerei che dopo i primi 4 anni si pagano gli interessi, oppure secondo voi non si pagano mai? Grazie in anticipo.
     
  2. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dal contratto si evince che ti verranno pagati gli interessi (legali) al termine di ogni anno di locazione.
    Come da L. 392/78 :
    Art.11. (Deposito cauzionale). Il deposito cauzionale non può essere superiore a tre mensilità del canone. Esso è produttivo di interessi legali che debbono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno.

    il conduttore versa al locatore (che con la firma del contratto ne rilascia quietanza) una somma di euro ....... , produttiva di interessi legali, riconosciuti al conduttore al termine di ogni anno di locazione.
     
  3. carlor

    carlor Nuovo Iscritto

    La matematica NON è un'opinione: la durata contrattuale minima nel caso in parola è 6. Poiché 6 è superiore a 4, il deposito cauzionale NON è produttivo di interessi legali (neanche alla fine del primo anno). C'è da osservare in ogni caso che poiché chi ha stilato il contratto sapeva che stava scrivendo un 6+2, poteva direttamente dire: '...il deposito cauzionale non è produttivo di interessi legali': troppo facile?
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Scusa, ero stato attirato dai "contratti concordati" (in genere 3 + 2) e non avevo notato il 6 + 2 .
    Contrattualmente non spettano gli interessi.
    Credo però sia una clausola vessatoria e certamente nulla in quanto in contrasto con l' art. 11 della L. 392/78 sopra riportato.
     
  5. carlor

    carlor Nuovo Iscritto

    La legge 392/78 (equo canone) qui non c'entra nulla. C'è da dire che la clausola è vessatoria in quanto quasi incomprensibile. Bastava dire che per quel contratto, 6+2, il deposito NON era produttivo di interessi legali e la clausola (sottoscritta, come il resto, dall'inquilino) non era vessatoria.
     
    A e pocaontas piace questo messaggio.
  6. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La L. 431/98 non ha soppresso l' art. 11 della L. 392/98, l' entità degli interessi sulle cauzioni e la modalità della corresponsione sono regolati ancora oggi, da questo articolo.

    L’obbligo del locatore di un immobile urbano, di corrispondere al conduttore gli interessi legali sul deposito cauzionale versato da quest’ultimo - obbligo stabilito non soltanto dall’art. 11, L. n. 392 del 1978 (norma applicabile anche ai contratti in corso alla sua entrata in vigore), ma anche dall’art. 4, L. n. 841 del 1973 - ha natura imperativa, in quanto persegue finalità di ordine generale, tutelando il contraente più debole ed impedendo che la cauzione, mediante i frutti percepibili dal locatore, possa tradursi in un incremento del corrispettivo della locazione; con la conseguenza che tali interessi devono essere corrisposti al conduttore anche in difetto di una sua espressa richiesta.
    * Cass. civ., sez. III, 27 gennaio 1995, n. 979, Mazza c. Braghieri
    +
    http://www.rivaluta.it/modello-richiesta-intere.htm
     
  7. carlor

    carlor Nuovo Iscritto

    Se fosse così la clausola che in certi casi non prevede gli interessi sul deposito cauzionale non sarebbe vessatoria, ma illegale. Possibile?
     
  8. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La carta prende tutto...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina