1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Hannibal

    Hannibal Membro Attivo

    Nel mio appartamento situato all'ultimo piano dello stabile con le piogge abbondanti di questo periodo, ho notato delle infiltrazioni di acqua che hanno provocato il rigonfiamento dell'intonaco e la caduta dello stesso
    nel locale cucina e nei bagni, ho inviato all'amministratore del condominio la richiesta urgente affinchè intervenisse per la riparazione del tetto dello stabile ma non mi ha neppure risposto, ora vorrei sapere se devo rivolgermi ad un legale per risolvere la questione ed eventualmente denunciare l'Amministratore.
    Qualcuno mi può indicare come meglio agire?
     
  2. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se non hai comunicato all'amministratore la richiesta tramite lettera raccomandata, ma solamente una comunicazione a voce o per lettera semplice, ti consiglierei di agire in questa maniera;
    Comunica nuovamente all'amministratore quanto lamentato con lettera raccomandata (meglio con ricevuta di ritorno), invitandolo ad agire entro un tempo massimo (diciamo 15 - 30 gg), se nulla sarà fatto (nemmeno un intervento e/o la convocazione di un'assemblea straordinaria atta a risolvere l'inconveniente), avvisando che procederai per vie legali.
    Devo aggiungere che le eventuali spese per il rifacimento, eliminazione dell'inconveniente e danno, saranno a carico del condominio, compreso tu stesso, in maniera proporzionale ai mlm posseduti, salvo che non ci sia un lastrico solare ad uso esclusivo, nel qual caso si applicherà per le spese l'art. 1126 cc (1/3 e 2/3), salvo altri accordi all'unanimità.
    Eventualmente potrai agire contro l'amministratore se nulla farà, per inerzia, purtroppo per via legale.
     
    A macondo e possessore piace questo messaggio.
  3. Hannibal

    Hannibal Membro Attivo

    Ti ringrazio per le delucidazioni che mi hai dato, la richiesta all'Amministratore è stata fatta con raccomandata AR, il tetto è un lastrico solare ad uso esclusivo di un ente.
    Sto pensando di agire legalmente nei confronti dell'Amministratore che ancora non mi ha dato nessuna risposta.
     
  4. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Puoi, se lo vuoi, tentare un'ultima mossa prima di agire per vie legali, ad evitare inutili ed avventate (anche se a parer mio più che giustificate) spese da parte tua, invia un'ultima richiesta all'amministratore (sempre con raccomandata), richiamando la precedente lettera raccomandata, fissando un termine (c.a. 15 gg) entro i quali siano adottati provvedimenti, trascorso questo ulteriore limite, potrai agire contro il condomino proprietario del lastrico e contro il condominio, magari anche richiedendo la revoca di questo amministratore direi più che inerte nell'interesse dei condomini.
     
    A ergobbo piace questo elemento.
  5. Hannibal

    Hannibal Membro Attivo

    Oggi ho ricevuto la risposta dall0Amministratore,il quale mi fa presente che devo essere io a provvedere alla messa in sicurezza dell'immobile come da art.1134 del cod.Civile che il lastrico è di proprietà di un Ente e che in cassa non vi sono i denari per poter eseguire i lavori.
    Chiedo gentilmente chi mi può aiutare a risovere questo problema
    è possibile che in casi del genere (interventi straordinari urgenti) non si possa fare niente per mancanza di soldi?:domanda:
     
  6. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Scusa ma dove lo avete trovato questo amministratore?

    L'art. 1134 cc, è ben diverso da come lui la racconta;

    Ad oggi recita;

    Il condomino che ha fatto spese per le cose comuni senza autorizzazione dell'amministratore o dell'assemblea non ha diritto al rimborso, salvo che si tratti di spesa urgente

    Con la nuova Legge dalla fine del prossimo Giugno 2013 verrà modificato in questo dettato;

    Il condomino che ha assunto la gestione delle parti comuni senza autorizzazione dell'amministratore o dell'assemblea non ha diritto al rimborso, salvo che si tratti di spesa urgente.

    Mi domando, se tu ti sei assunto la gestione di queste parti comini, spero di no .....

    P.s. se le casse del condominio sono vuote, non importa i denari per le spese urgenti, si devono trovare con un assemblea straordinaria oppure si dichiara un presunto fallimento del condominio, con conseguenze tragiche per tutti.

    Senti un bravo legale.
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  7. Hannibal

    Hannibal Membro Attivo

     
  8. Hannibal

    Hannibal Membro Attivo

    Ti ringrazio per le delucidazioni che mi hai dato (si capisce che sei una persona preparata) per quanto riguarda dove l'abbiamo trovato non sono stato certo io a chiamarlo l'assemblea l'ha voluto solo perchè ha fatto la migliore offerta come compenso ed è proprio vero il detto "meno spendi più spendi"
    Volevo approffitare per chiederti: se il lastrico solare è di propietà di un ente pubblico, noi condomini non possiamo accedervi,
    chi dovrebbe riparare il tetto penso sia questo Ente o sbaglio? L'amministratore non può affermare che non ci sono i soldi per fare i lavori perche dovrebbe obbligare questo Ente ad effettuare urgentemente i lavori.
    Dimmi se sto ragionando bene!
     
  9. condobip

    condobip Membro Storico

    Proprietario di Casa
    L'amministratore dovrebbe garantire il bene di tutti i condomini, e come ti ho già spiegato in caso di lastrico solare ad uso esclusivo, in caso di ripristino e/o riparazioni, le spese devono essere ripartite come prevede l'art. 1126 cc

    Quando l'uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l'uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico; gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.

    L'amministratore non può affermare che non ci sono soldi (dovrebbe predisporre un'assemblea per formare il fondo necessario a questa riparazione), perchè sarà a rischio di azione legale da parte del danneggiato (tu se lo vuoi), se eventualmente hai l'interesse di agire per vie legali, così oltre che fare una pessima figura davanti a tutti i condomini, li farà pagare le spese reali e quelle eventuali per quelle legali e procedimento contro il condominio.
    E pure potrai chiede la revoca dall'incarico di questo amministratore per nulla efficacie nell'interesse dei suoi condomini.
     
    A Hannibal piace questo elemento.
  10. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E se per risolvere prima il problema lui propone all'amministratore di fare lui i lavori e poi viene rimborsato? almeno come risultato primario avrà che non gli piovi più in casa, cosi l'ammnistratore, suggerito da lui stesso, avrà tutto il tempo di convocare la riunione, fare presente che per lavori urgenti e straordinari il sig. hannibal ha dovuto procedere d'urgenza e che chiedere di recuperare i soldi eccc. :fiore:
     
  11. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non mi sembra una buona idea .... fatti i lavori sai quanti se ne usciranno dicendo che loro avrebbero potuto far fare i lavori spendendo la metà, che i lavori non sono stati fatti bene ecc. ecc. , senza contare che per eseguire la riparazione dovrebbe comunque chiedere l'autorizzazione all'ente proprietario del lastrico e assumersi una serie di rogne e responsabilità che non toccano certo a lui ma all'amministratore. Meglio scrivere ancora all'amministratore intimandogli di intervenire entro 15 giorni con le riparazioni del caso o quanto meno di procedere alla convocazione di una assemblea e in mancanza investire una piccola somma e far scrivere da un legale, come già suggerito da Condobip.
     
    A Alessia Buschi piace questo elemento.
  12. Hannibal

    Hannibal Membro Attivo

    sono pienamente d'accordo.
    far eseguire i lavori a mie spese comporta un grande rischio di non poter poi essere rimborsato, e dover neccessariamente adire per vie legali.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  13. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Centrato perfettamente il punto!
     
  14. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si avete ragione sotto questo punto di vista, io intendevo che la legge ci permette di intervenire personalmente quando si tratta di lavori urgenti pena la incolumità e la salute del condomino, per essere più buoni e bravi intendevo chiedere all’amministratore la sua complicità nel dichiarare i lavori urgenti cosi facendo non c’era il pericolo di averlo contro e poi nel caso andare per vie legali quantomeno si avrà la riparazione prima :fiore:
     
  15. Alessia Buschi

    Alessia Buschi Membro dello Staff Membro dello Staff

    Professionista
    Casomai potresti inviare una raccomandata allegando delle foto all'Ente proprietario del lastrico solare e per conoscenza all'amministratore intimando di provvedere alla riparazione entro una tale data, viceversa adirai alle vie legali con ulteriori spese a suo carico.

    Domanda retorica: L'assicurazione?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina