1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. DDR

    DDR Membro Junior

    Un saluto a tutto il forum, vi espongo il mio problema sperando in un vostro aiuto...Dunque, vivo insieme ai miei genitori in un appartamento del valore di circa 500mila euro, questo appartamento è completamente intestato a mia madre che ha anche un altro immobile in un paesino nei dintorni di Roma (che varrà circa 50mila euro). Con l'avvento dell'IMU vorremmo fare i seguenti passaggi, io mi vorrei intestare la casa dove viviamo ora (destinata comunque a me, in modo che risulterebbe prima casa e potrei usufruire della detrazione) mentre i miei genitori potrebbero prendere la residenza nella casa al paese (in modo che risulterebbe anch'essa prima casa), oggi mi sono recato da un notaio per chiedere delle delucidazioni su come procedere ma mi ha sconsigliato questa procedura, poichè la spesa che dovrei affrontare sarebbe molto elevata, praticamente dovrei acquistare la casa dei miei genitori...la casa però un giorno sarà comunque mia, è un dono dei miei genitori, ed allora abbiamo affrontato l'argomento donazione, soluzione anche questa sconsigliatami dal notaio poichè non essendo figlio unico ma avendo un fratello potrei avere grossi problemi nel rivendere l'immobile se non prima di 10 anni dalla morte di mia madre. Mi ha consigliato la soluzione del testamento pubblico, dove mia madre dichiara che lascia a me la casa "grande" ed a mio fratello la casa al paese, soluzione anche economicamente vantaggiosa. Voi cosa ne pensate, seguo i consigli del notaio scegliendo la strada del testamento o avete altre idee? E poi un mio dubbio, il valore degli immobili lasciati in eredità sarebbe molto sbilanciato (500mila euro io, 50mila euro mio fratello), questo potrebbe causare problemi al momento della validità della stessa? Mio fratello potrebbe firmare qualcosa dove dice che per lui non ci sono problemi? Grazie a tutti e scusate per la lunghezza della domanda!!
     
  2. salves

    salves Membro Assiduo

    Professionista
    Ciao DDR
    Penso che tuo fratello in questa questione è ovvio che attiverà un'azione per il divario di valore dei beni, come pure mi sembra strano che il notaio non ti abbia avvisato in merito.
    Inoltre a che ricordi io il testamento non ha efficacia immediata ma solo al decesso del testatore, quindi non capisco come il notaio ti abbia consigliato il testamento per risolvere il problema IMU.
    Hai valutato in costo dell'operazione con quanto andresti a risparmiare in materia di IMU?
    Ciao salves
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  3. DDR

    DDR Membro Junior

    Ciao e prima di tutto grazie per la risposta, tengo a precisare che il mio primo intento è quello di "prendere possesso" della casa (anche se detto così suona brutto!), se la cosa avviene ora ben venga (in quanto risparmierei sull'IMU), ma se la cosa avvenisse in futuro (cioè al momento del decesso del testatore) non sarebbe un problema...diciamo che è una cosa che avrei voluto fare già da qualche anno, ed ora con il ritorno della tassa sulla casa ho accelerato i tempi, ma il problema principale è l'intestazione della casa, non l'IMU! :) Per quanto riguarda la domanda sul risparmio onestamente non so quantificarlo, però per intestare l'immobile ora mi pare di capire che con il metodo della vendita-acquisto la spesa sarebbe abbastanza alta, quindi non penso che mi convenga....
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Il testamento, ammesso che tuo fratello non lo impugni per lesione della legittima, avrà valore alla morte dei tuoi che nel frattempo continuerebbero a pagare l'IMU come oggi. comunque dato il basso valore della casa non credo che 'IMU come seconda casa sia elevata.
     
  5. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Diciamo che per ogni anno si risparmierebbe, per la prima casa, € 200,00 più € 50,00 per ogni figlio sotti i 26 anni.
    Diciamo che un atto di compravendita tra tasse e notaio sulla casa del valore di € 500,00 potrà costare non meno di €7.000,00 (ma sono molto ottimista).
    Se fosse così e tu non avessi figli, con l'importo che anticipi oggi (€ 7.000,00) ci andresti in parità tra 35 anni (senza calcolare l'aspetto finanziario della questione, ossia i frutti che questi € 7.000,00 potrebbero darti). Lo stesso raginamento andrebbe fatto sulla casa fuori città anche se per importi inferiori.
    A parte ciò paghi ciò che in un futuro non dovresti pagare, in caso di successione/testamento tuo fratello (ma tutti quanti nella sua stessa situazione) vedrebbe lesa la sua quota di legittima oltre naturalmente a quella di tuo padre (dipende da chi tra 100 anni dei tuoi genitori ci lascia per primo).
    Per me se non ci sono altre questioni aperte in famiglia, tale operazione è scorretta ed ingiusta verso tuo fratello e tuo padre e poi economicamente svantaggiosa per te.
    Nella speranza di averti dato ulteriori elementi su cui riflettere ti saluto.
    Luigi
     
    A Luigi Barbero piace questo elemento.
  6. mariadonatella

    mariadonatella Nuovo Iscritto

    per quest'anno ti conviene aspettare e vedere gli effettivi costi. Se tua mamma mantiene la residenza nell'appartamento che vale di più non credo che per l'altro, che ha un valore abbastanza basso, l'IMU sarà molto elevata. Devi anche considerare che le seconde case pagano l'IMU ma non pagano più l'IRPEF, se non sono locate.
     
  7. ferrari domus

    ferrari domus Nuovo Iscritto

    DDR secondo me vuoi complicarti la vita se è vero che il valore commerciale della casa fuori Roma è di circa 50.000 euro, ha una rendita catastale talmente bassa che a mio avviso conviene pagare l'IMU quale seconda casa,fatti due conti!
     
  8. DDR

    DDR Membro Junior

    Allora, se i conti che ho fatto sono esatti dovremmo pagare 600 euro circa per la prima casa e 150 circa per la seconda (il commercialista nei prossimi giorni mi darà gli importi esatti), quindi il vantaggio economico di intestarsi una casa ciascuno praticamente non esiste, andrei in pareggio tra circa 40 anni!

    Questa parte onestamente l'ho capita poco, perchè dici che il testamento sarebbe scorretto verso mio fratello e mio padre? Per le loro quote di eredità intendi? Ma mia mamma non può lasciare l'immobile a me e dare l'usufrutto a mio padre, e mio fratello non può fare una dichiarazione dove manifesta il suo assenso al testamento? Per concludere, mettendo da parte la questione IMU, come mi consigliate di procedere per intestarmi casa (ripeto che farlo ora o farlo in futuro non mi cambierebbe nulla)? Un cordiale saluto a tutti...!
     
  9. erwan

    erwan Membro Attivo



    solo quando il padre sarà mancato; e allora potrebbe non volerlo più fare...
    (anche perché mi pare evidente che non gli conviene affatto accettare)
     
  10. DDR

    DDR Membro Junior

    Ma i rapporti con mio fratello sono splendidi, senza contare che in passato al momento dell'acquisto di una casa ha ricevuto un grosso aiuto economico da parte dei miei genitori...su questo lato non ci sono e non ci saranno assolutamente problemi tra noi due!
     
  11. DDR

    DDR Membro Junior

    Nessun'altro consiglio? :)
     
  12. erwan

    erwan Membro Attivo

    da parte mia solo quello di non dare per scontato che l'accordo che c'è oggi ci debba per forza essere anche domani, quando potrebbero mettersi in mezzo mogli o figli, presentarsi situazioni economiche difficili, eventi imprevisti o quant'altro...
     
  13. DDR

    DDR Membro Junior

    Capisco le tue perplessità ma, credimi, su questa cosa ci metto assolutamente la mano sul fuoco...!
     
  14. ferrari domus

    ferrari domus Nuovo Iscritto

    Certo che quest'IMU ha fatto impazzire tutti...ma nessuno riflette sul fatto che una tassa che viene pagata in tutti i paesi europei?..ed è stata tolta creando seri problemi all'economica solo per consensi elettorali (l'Italia dei furbetti...la si vede com'è finita. )A me da molto più fastidio pagare la tassa di proprietà sulla macchina (perchè..non ho parcheggi.. non ho un servizio urbano adeguato , una viabilità paralizzata, ho zone di accesso limitate...non posso detrarre le spese di manutenzione...l'imposta la pago non sul valore della macchina ma su la sua cilndrata.)
     
  15. DDR

    DDR Membro Junior

    Sul fatto che l'IMU ha fatto impazzire tanti e che sta creando più paura del dovuto hai ragione...infatti qualche post fa ho specificato che il mio problema non era l'IMU, ma come intestarmi casa evitando di rimanere "fregato" con il metodo della donazione, ora o in seguito è la stessa cosa! :)
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina