1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. mmgherse

    mmgherse Nuovo Iscritto

    Io e la mia convivente viviamo in un appartamento di mia proprietà (prima casa). Dovendoci spostare in un'altra casa che verrebbe intestata a lei diventando la sua dimora di residenza si pagherebbe il 4% di imposta in sede di rogito? L'appartamento sinora occupato diverrebbe per me seconda casa? Si può inserire nell'atto notarile l'usufrutto a mio favore? Si possono mantenere due residenze diverse diventando quindi le case "prime" per entrambi? Se la transazione avviene parzialmente o totalmente attraverso una permuta rimane l'aliquota agevolata al 4%.
    Grazie anticipatamente a chi vorrà rispondermi.
     
  2. erwan

    erwan Membro Attivo

    4% è l'aliquota agevolata IVA, ma se acquistate da privati l'atto è soggetto invece ad imposta di registro al 3%;

    ai fini IMU si ha diritto alla riduzione per l'immobile nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

    sì, ma allora senza agevolazioni

    ai fini delle tasse sull'acquisto sì, ai fini IMU no

    sì, ma bisogna calcolare entrambe le imposte che interessano la permuta per vedere quale trova applicazione
     
    A Jrogin piace questo elemento.
  3. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Concordo con quanto esposto da erwan :daccordo:
     
  4. erwan

    erwan Membro Attivo

    solo un appunto in più:
    se siete solo conviventi la vostra residenza è un dato ufficiale, ma la dimora no, perciò è improbabile l'accertamento della non coincidenza tra i due indirizzi.
    (anche se mi chiedo cosa si farà con quello che rimanesse vuoto...)
     
  5. angelo41

    angelo41 Nuovo Iscritto

    Se i due non sono legalmente sposati risultano celibe e nubile.
    Se non hanno pruderie di essere considerate "famiglia di fatto" possono
    chiedere la residenza ognuno in un appartamento ed aggirare l'IMU dichiarando prima casa per ognuno, poi sono liberi di conviere in uno o nell'altro appartamento. O no.
     
  6. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Vero!
    Personalmente ritengo poco probabile che l'amministrazione comunale riesca a dimostrare il contrario, anche se qualche remota possibilità c'è.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina