1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. domenico pugliese

    domenico pugliese Nuovo Iscritto

    Salve a tutti del forum, oggi vorrei porre un quesito che a me pare sconosciuto: Dunque mi sto accingendo ad acquistare una seconda casa, e sto , gia' da parecchio, tribolando per un misero mutuo di 46000 euro chiesto alla cariparma; comunque l'ipoteca per questo mutuo devo metterla sulla mia prima casa, in comunione con mia moglie, al che il notaio, dopo l'approvazione della banca, mi chiama e mi fa notare che sulla casa grava una ipoteca equitalia. A tale riguardo mi viene in mente che nel 2004 ricevetti una famosa Cartella Pazza da parte di equitalia che dovevo dare la bellezza di 8870 euro dei quali i due terzi interessi, e che mi avevano messo ipoteca sulla casa, al che mi metto in moto per risolvere un po la situazione e scopro che erano delle tasse pagate al commercialista e non versate, ma siccome il suddetto era irreperibile decisi di pagare effettuando una richiesta di rateazione delle somme agli enti interessati, i quali mi effettuarono una dilazione con i dovuti (ancora!!!!!!!!!) interessi. Pagate tutte le rate non mi venne in testa di chiedere dell'ipoteca, ossia come dovevo agire per toglierla o quantaltro, io mi sentivo tranquillo fino al giorno in cui il notaio me lo fece ricordare. Quindi vado all'equitalia per chiedere informazioni in merito e loro mi dicono che bisognava fare una istanza di riesame e in automatico nel giro di 90 giorni effettuavano la cancellazione dell'ipoteca. In più se volevo accelerare la procedura bastava presentare la richiesta di mutuo della banca come appoggio e il tutto si risolveva in una decina di giorni. Comunque sono passati tre mesi e da parte dell'equitalia nessun cenno, nel frattempo cerco di mettermi in contatto con il call center di Roma ma da li altro non fanno che dirti che non e' di loro competenza e che dovevo rivolgermi solo a Napoli ( via Bracco) : a Napoli sono stato tante di quelle volte che Dio solo lo sa senza nessun risultato, giu in portineria non fanno entrare nessuno in quel centinaio di uffici di nullafacenti e parassiti (mi scuso per questo) ma quando ci vuole ci vuole. Mi dicevano che l'accesso al pubblico non era consentito, insomma io non sapevo a chi chiedere informazioni a riguardo: per telefono nessuno rispondeva, insomma una tribolazione, infine stamani spacciandomi per un avvocato, sono stato ricevuto verso le 15 e 30, aspettavo dalle 10 giu nell'atrio, da un certo Sig. Di Maio, il quale vede la mia situazione e mi risponde che dovevo pagare quasi 4000 euro ancora per cancellare l'ipoteca. Gli chiedo come mai, dato che io estinsi il debito nelle rate precedentemente descritto? lui risponde che gli interessi di allora son levitati e che adesso la somma e' questa e che l'ipoteca non poteva essere tolta perche prima del 2004 l'iscrizione avveniva con 1500 euro e che dopo il 2005 fino agli 8000 euro quindi devo pagare i quasi 4000 euro. A questo punto penso di essermi dilungato abbastanza, pero vorrei chiedere è vero questa storia di prima del 2004 o no. E' giusto essere trattati in questo modo da questi vigliacchi che sanno agire alle spalle del contribuente?:rabbia::rabbia::rabbia::rabbia::rabbia::rabbia::rabbia::rabbia::rabbia::rabbia:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina