1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. nalon

    nalon Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    salve,
    quanto può essere ipotecato un immobile?
    Appartamento più garage di pertinenza,
    compravendita del 2007 con mutuo prima casa, per euro 141000
    e valore dell'acquisto euro 135.000,00 con mutuo 100% più spese notarili, quindi ipoteca di primo grado.

    Può essere ipotecata la proprietà in secondo grado per un mutuo chirografario?
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Se un credito è chirografario, per definizione non è assistito da nessuna garanzia di tipo reale (pegno o ipoteca) o personale (anticresi o fideiussione).
    Pertanto, se un credito è garantito da un'ipoteca, non è più... chirografario.
    In ogni caso, nulla vieta a iscrivere un'ulteriore ipoteca sull'immobile già gravato da ipoteca di primo grado (i gradi delle ipoteche esistono apposta per quello).
    Salvo trovare un soggetto finanziatore disposto a farlo.
     
    A possessore piace questo elemento.
  3. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ha ragione Nemesis, la parola "chirografario" significa letteralmente "non assistito da garanzie reali o privilegi".

    Esatto: oggigiorno nessuna banca sarà concretamente disposta a iscrivere ipoteca di II grado, in quanto non avrebbe la precedenza in caso di insolvibilità del mutuatario.
     
  4. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    il mutuo
    Sul mutuo concesso graverà sicuramente un'ipoteca di almeno 250.000 euro per cui non c'è capienza per richiedere un ulteriore mutuo.
     
    A possessore piace questo elemento.
  5. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Il bene può e sarà ipotecato con ipoteca anche di secondo,terzo grado,ecc solo se il finanziamento chirografario non verrà regolarmente onorato.
    ciao
     
  6. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Eh? L'ipoteca è un diritto reale di garanzia su una cosa altrui, costituito per fungere da garanzia di un credito. Viene pertanto accesa prima dell'erogazione di un finanziamento.
     
    A possessore piace questo elemento.
  7. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Per Lionello,ma a solo scopo di precisazione :
    tieni presente che la capienza ,al fine di richiedere una ulteriore concessione, non si calcola sull'importo della ipoteca(che come sai di regola è il doppio del mutuo) ma sul valore del bene.
    Facciamo un esempio del caso trattato per chiarire il tutto:
    - mutuo concesso nel 2007 di € 141.000 anni ?.
    Ad oggi (sono trascorsi 5 anni)il residuo capitale da rimborsare sarà grosso modo ridotto a circa 120.000 €.
    se il bene ora ha lo stesso valore e mettiamo il caso che Nalon volesse ricorrere ad un ulterione mutuo potrebbe prendere,al massimo, 141.000 - 120.000 = 20.000 €
    Questo nel caso assurdo di ottenere il 100% ,ma visto le percentuali di scarto che vengono attualmente applicate, nessuno gli concede niente.
    Ciao

    errata corrige:
    purtroppo ho commesso un grave un errore nel quantificare la somma residua che Nalon avrebbe ora a disposizione se decidesse di prendere un ulteriore mutuo. Nel caso da me prostettato non è di 20.000,00 ma di 15.000,00
    ( 135.000 - 120.000)
    Nel leggere il tuo post,se ho capito bene, te calcoli la capienza riferendoti al valore della ipoteca non del bene.
    Ciao
     
  8. FrancescoRoma

    FrancescoRoma Nuovo Iscritto

    compravendita del 2007 con mutuo prima casa, per euro 141000
    e valore dell'acquisto euro 135.000,00[/quote]
    Ho tenuto presente...come pui ben leggere il valore della casa è di euro 135.000 il mutuo è per 141.000 l'ipoteca di circa di 280.000.
     
  9. Jrogin

    Jrogin Fondatore Membro dello Staff

    Professionista
    Verissimo per l'ipoteca volontaria.

    E qui si tratterebbe di ipoteca giudiziale


    Riporto un breve sunto che ho trovato al seguente link: Ipoteca Volontaria e Giudiziale
    Ipoteche volontarie e giudiziali

    Le ipoteche non sono tutte uguali. Ne esistono di tre tipi: volontarie, giudiziali e legali.

    L'ipoteca volontaria è senz'altro la più diffusa delle tre. Com'è immaginabile essa viene iscritta volontariamente dal proprietario del bene quale garanzia di un debito.

    Quando si sceglie di stipulare un mutuo si sottoscriverà spontaneamente questo tipo di garanzia, ai fini della concessione del prestito.

    Se il bene è cointestato ciascuno dei proprietari avrà facoltà di iscrizione per la frazione di sua competenza.
    NOTA: Le banche non sono interessate ad acquisire in garanzia ipotecaria quote indivise. In caso di vendita forzata sarebbe altrimenti difficile trovare presso il pubblico degli acquirenti interessati a diventare titolari di quote comuni.

    L'ipoteca giudiziale è invece decretata da un giudice a seguito della richiesta di un creditore insoddisfatto.

    All'origine può dipendere da qualsiasi debito, anche di modesto importo. E' sufficiente una fattura impagata cui sia seguito un provvedimento giudiziale di condanna del debitore, come un decreto ingiuntivo, per provocare l'iscrizione dell'ipoteca giudiziale.

    Esiste infine l'ipoteca legale, che tuttavia si incontra ben di rado. Ha relazione con i casi in cui il venditore non ha ricevuto l'intero prezzo del bene venduto; oppure le situazioni in cui i coeredi, a seguito dell'atto di divisione, lasciano pagamenti di conguaglio in sospeso.

    In tali circostanze l'ipoteca legale viene iscritta spontaneamente dal Conservatore di Registri immobiliari, a meno che il beneficiario della tutela non dichiari espressamente di rinunciarvi.
     
  10. nalon

    nalon Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti.
    Ma vista la situazione attuale, le banche si guardano bene dall'agevolare il cliente storico o futuro.
     
    A possessore piace questo elemento.
  11. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    si aimè le banche anche con i loro recenti scandali,vedi mps e altri, ci hanno già cominciato a telefonare per chiudere gli scoperti di conto delle aziende... e così figurati i mutui già non ne concedevano più prima figurati adesso che anche le banche dovranno ah ah ah tirare la cinghia.....
    e a mio avviso non hanno neanche capito che quando avranno "strozzato" tutti gli imprenditori..non avranno più nessuno da "strozzare" se non loro stessi vedi dipendenti di banche-assicurazioni-statali....
     
    A possessore piace questo elemento.
  12. possessore

    possessore Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Beh, quando non avranno più alcun imprenditore da strozzare, le banche potranno finalmente iniziare a mandare via a calci in Q i dipendenti bancari che hanno buttato dentro con raccomandazioni (leggi pagamenti in denaro). Considerato che agli sportelli bancari vedi sempre ragazzetti di 25 anni e non sai come sono finiti lì, non essendoci stato un concorso bancario di recente, o sono nati che già erano dipendenti della banca, o sono stati buttati dentro a pagamento. Sarebbe ora che queste persone, come sono entrate, uscissero.
     
  13. nalon

    nalon Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Magari in molte banche viggono i benefici che esistono per i bancari montepaschi (fino ad oggi) cioè assunzioni privilegiate per figli dei dipendenti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina