• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

donran

Nuovo Iscritto
#1
Salve a tutti. Mi trovo in difficoltà visto la mia ignoranza su questo argomento. Cerco di essere il più preciso e sintetico possibile e ringrazio anticipatamente per le risposte esaurienti che spero di ricevere. Anno 2008 muore papa' e la casa di proprietà viene così suddivisa: 1/6 a mio fratello, 1/6 a me e rimanenti 4/6 alla mamma. Anno 2018 decidiamo di vendere la casa per l'età della mamma ( 90 anni) e di prendere un appartamento in affitto vicino a dove abito io. Trovato acquirente e concordiamo la vendita per € 165.000
Il notaio che segue la pratica per gli acquirenti, vede che risulta accesa ipoteca Equitalia nell'anno 2010 per € 195.000 a fronte di un debito di mio fratello di € 95.000. Il giorno 6 luglio 2018 mi reco allo sportello di Equitalia ( devo riconoscere che ho trovato operatori cortesi ), e mi hanno stampato il dettaglio delle cartelle citate nell'atto di ipoteca, con il totale del debito che è ora salito a € 125.360.
Mi hanno anche consegnato un documento da compilare e presentare per poter comunque vendere la casa. (Caricherò il documento in oggetto affinché lo possiate valutare) Alla mia domanda: " in caso di vendita vi appropriate della somma pari al 1/6 di proprietà di mio fratello o...." non mi hanno risposto. Questo è il mio dubbio: possono pretendere che con la somma percepita dalla vendita venga pagato per intero il debito di mio fratello, intaccando cosi anche la mia parte e quella della mamma?
Grazie mille per le vostre risposte.
P.s. di seguito troverete il documento citato nel messaggio.
 

Allegati

Nemesis

Membro Storico
#2
Pensi che l'agente della riscossione acconsentirà a intervenire in un atto di cessione della quota di 165.000/6 euro, quando il debito è di 125.360 euro?
 

donran

Nuovo Iscritto
#3
Non ho idea. Certo non ritengo giusto comunque che vengano intaccate anche le quote mie e della mamma. Hai dato un'occhiata al documento che ho caricato? Secondo te, cosa succede se viene compilato e inviato??
 

Dimaraz

Membro Storico
#7
Non so come abbiano potuto farlo, ma in pratica l' hanno fatto. Mi hanno bloccato la vendita e non so come fare.
Ho come la sensazione che ci siano particolari omessi o che comunque non tornano.
Non hai chiarito come si sia originato il debito e tutta la storia conseguente...così come nemmeno quali altre proprietà o "rendite" siano in capo a tuo fratello.
Se vuoi mantenere una sorta di riservatezza ti consiglio di rivolgerti ad un professionista (studio di commercialista esperto) in loco per appurare con documenti in tuo possesso e cercando altri riscontri la reale situazione.

Ps.
Da valutare una richiesta di divisione giudiziale.
 
Ultima modifica:

donran

Nuovo Iscritto
#9
Ringrazio tutti. Non mi interessa mantenere riservatezza, solo ho vercacedi esswesil piu singsinte possibile. Ora sono al lavoro, ma nel pomeriggio forniro tutti i dettagli del caso. Saluti e buona giornata a tutti.
 

donran

Nuovo Iscritto
#10
Buongiorno a tutti. Come detto stamattina desidero ampliare le informazioni che finora ho dato in modo sintetico: Tutte le cartelle sono state emesse da Equitalia e riguardano debiti di mio fratello non con banche e/o finanziarie, bensì con Inps per mancati versamenti, da Comune di residenza per omesso pagamento di tributi locali, asporto rifiuti, multe stradali ecc. ecc.
Dall'anno 2003,poi, mio fratello non ha più nessuna residenza ma solo domicilio (visto che è scappato per debiti ha pensato bene di non essere più rintracciabile) per cui nessuna notifica è mai stata recapitata. Inoltre la sua unica proprietà è costituita dalla quota di 1/6 della casa della mamma. E' lavoratore dipendente ma non risulta pignorata nessuna parte di stipendio. Non ha altre rendite. Questo è tutto.
 

Dimaraz

Membro Storico
#11
Il classico "furbone" che non ha nulla da perdere (se non l'eventuale 1/5 dello stipendio).

Ovviamente solo un esame in loco di professionista che verifichi eventuali "cavilli" per contestare gli addebiti se non l'ipoteca potrebbe aiutarlo.
Per la tua parte e quella di tua madre Equitalia nulla potrà pretendere... sempre che tua madre non abbia firmato cose che non doveva (mi resta quella "stranezza" di ipoteca) hai bisogno di un tecnico "scafato" per le azioni del caso.
 

donran

Nuovo Iscritto
#13
La sua quota la vendiamo perché è presente anche lui all'atto. Quando ho detto che è scappato, intendo dire che da Padova si è trasferito a Jesolo ed ora vive li. Ogni tanto viene a trovare mamma ed è al corrente di tutto. Lui dice che nessuno ha mai notificato niente, ma il motivo è che non ha più la residenza come ho già spiegato sopra.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

moralista ha scritto sul profilo di robertomarte.
Auguri per il compleanno, conserva la delibera dell'assemblea, e in caso di infrazione potresti incolpare i dissenzienti
Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
Alto