1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Cristinamary

    Cristinamary Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Acquistando una casa gravata da ipoteca giudiziale da decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale, quanto tempo ci vuole per la sua cancellazione premesso che il Notaio si è preso l'onere di estinguerla e cancellarla.
    Io pensavo poco tempo, invece ormai è passato quasi un anno.
    Sono veramente così lunghi i tempi. Che succede?
    Grazie a chi saprà rispondermi.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il notaio può prendersi l'impegno, ma è il giudice che decide.
    Sappiamo tutti benissimo...quante "lungaggini"...ci sono nell'ordinamento italiano!!!
    Non si può fare nessuna previsione.
     
  3. Cristinamary

    Cristinamary Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    E allora come mai un notaio si prende quest'impegno senza spiegare nulla all'acquirente il quale pensava fosse una ipoteca di mutuo sulla casa? Magari estinzione anticipata? a chi posso rivolgermi per sapere a che punto è la cancellazione dell'ipoteca, se il giudice ha deciso, dal momento che il notaio sembra scocciato nel rispondermi e le segretarie mi hanno dato una risposta che non ha senso "Privacy" prima di andare a pagare un legale?
     
  4. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    L'articolo 2878 del codice civile indica chiaramente quali sono le cause per le quali sia possibile eseguire la cancellazione di un’ipoteca giudiziale:
    • con la cancellazione dell’iscrizione.
    • con la mancata rinnovazione dell’iscrizione entro il termine indicato dall’Articolo 2847.
    • con l’estinguersi dell’obbligazione (1176 e seguenti, 1230 e seguenti, 2930).
    • col perimento del bene ipotecato, salvo quanto è stabilito dall’Articolo 2742.
    • con la rinunzia del creditore.
    • con lo spirare del termine a cui l’ipoteca è stata limitata o col verificarsi della condizione risolutiva (1353).
    • con la pronunzia del provvedimento che trasferisce all’acquirente il diritto espropriato e ordina la cancellazione delle ipoteche (Cod. Proc. Civ. 586).

    A causa delle lungaggini burocratiche, una volta ottenuta a cancellazione dell'ipoteca, prima di vederla sparire dalle liste Conservatorie potrebbero passare non solo mesi, ma addirittura anni cosicché, a un semplice controllo, l'ipoteca potrebbe risultare ancora gravante ed esistente; il debitore, per dimostrare il contrario, dovrà esibire l'atto contenente l'ordine di cancellazione da parte del giudice.

    Prova a rivolgerti a tecnici qualificati, quali Geometri e visuristi esperti.
     
  5. Cristinamary

    Cristinamary Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Mi sono rivolta proprio a loro e su una visura fatta in conservatoria l'ipoteca risulta essere esistente. L'ipoteca è a favore di Unicredit. E grava sulla mia proprietà anche se è stata emessa prima del mio acquisto.
    I geometri poi non hanno saputo far altro che informarmi.
    Come ripeto, anche se scritto in atto che il notaio si accolla l'incarico di estinguerla e cancellarla essa per ora c'è.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina