1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

    Salve,
    ho un quesito particolare ed interessante.

    In origine c'era una casa abitabile "A4" con R.C. attribuita, poi è stata venduta, chi l'ha comprata l'ha "sventrata" per poter ristrutturare unitamente ad abitazioni contigue acquistate separatamente "F3".
    Ottenute tutte le autorizzazioni, iniziati i lavori e sospesi dopo un anno.
    Al catasto rimane tutto invariato, abitazioni divise, ognuna nelle sue categorie: A4 e F3, nella realtà invece, abbattuto il muro di confine e quindi unico immobile grezzo con unico ingresso.

    Equitalia iscrive ipoteca su immobili di proprietà del contribuente, fra cui l'A4 con rendita catastale.

    Nel frattempo il proprietario dopo 20 dalla sospensione della ristrutturazione aveva deciso di definire la situazione in catasto, quindi:
    1) Aveva chiesto il sopralluogo dei Vigili urbani e ottenuto la non abitabilità per entrambi i subalterni;
    2) incarica un tecnico di procedere alla fusione dei sub, compresi il lastrico solaio sovrastante l'F3;
    3) richiede conseguente declassamento catastale dell'A4 ad F3.

    Situazione finale attuale, unico F3 con annesso F5.

    QUESITO:
    L'ipoteca legale di equitalia iscritta su categoria catastale quindi immobile oggi inesistente, che fine ha fatto?


    Grazie
     
  2. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Caro amico,
    non sono un tecnico alla cui categoria rimando per una risposta precisa,ma secondo me non è successo niente in quanto l'ipoteca risulta ancora in essere su quel fabbricato il quale ,a secondo di che cosa ha modificato il catasto sulla base della tua documentazione presentata,non ha fatto altro che trsferire le particelle ed i subalterni originali in altri di nuova creazione.
    Comunque il dubbio è facilmente elimanabile con una semplice visura,dalla quale risulterà la cronistoria del bene con tutte le modifiche apportate.
    Ciao
     
  3. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

    salve e grazie per la risposta.

    Concordo con te sulla portabilita' dell'ipoteca e sul sentire un tecnico.
    Il mio quesito principale e' pero' questo:
    si puo' iscrivere ipotec su un immobile inagibile e soprattutto privo di rendita catastale(f3+f5)?
    Chi e come da un valore ad un fabbricato grezzo e pericolante?
     
  4. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    ipoteca pre rettifica al catasto

    Io non sono un tecnico,al quale rimetto il quesito per una precisa risposta, ma da quanto ho "masticato" in materia in pratica non è successo niente in quanto l'ipoteca,che segue il bene, risulta ancora iscritta in una categ castastale, in una particella ed in un sub diversi a seguito di che cosa ha fatto il catasto in conseguenza dalla documentazione tecnica che te hai presentato.
    Comunque per toglerti una soddisfazione fai una visura ipo-catastale e li troverai il tutto che ti interessa.
    in quanto vella visura catastale,rilevi la storia del bene con le relative variazioni effettuate.
    Ciao
     
  5. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

    faro' la visura ipotecaria e storica catastale al piu' presto, e non mi sorprendera' trovare "trasportata" l'iscrizione ipotecaria.
    Quello che mi sorprenderebbe sarebbe una futura vendita all'asta per un valorre surreale.
    Considerando in primis che il bene e' stato ipotecato perche' aveva una R.C. e senza un sopralluogo, ne consegue che se leggi sulla carta r.c. 200 euro, iscrivi ipoteca per 60000 euro pensando che il bene possa valere almeno 60000 per un acquirente all'asta.
    Di fatto il valore del bene pre-rettifica era molto meno della cifra ipotecata. Ora visto il deterioramento varra' ancora meno e se non casca prima.
    Infatti mi chiedevo se si potesse in qualche modo provare a far annullare l'ipoteca.
     
  6. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Ritornado a quanto affermato da Valerio "si può iscrivere una ipoteca su un bene inagibile e sopratutto privo di RC..." ?
    Senz'altro quando è stata iscritta ipoteca il bene eststeva già,e quindi anche in catasto, ed era regolarmente rappresentato. L'ipoteca si iscrive su un bene che esiste. Quindi in origine ,secondo me era tutto regolare. Poi se nel frattempo sono successe delle cose che hanno modificato lo stato "quo ante" questo lo sai solo tu,come e perchè è successo, Comunque l'ipoteca,di regola, insiste su una particella e su alcuni sub quindi colpisce tutto ciò che insiste su di essa.
    Ciao
     
  7. Valerio Vegni

    Valerio Vegni Membro Ordinario

    tutto quello che e'successo:
    comprato a4+f3+f5.
    abbattuto il muro di confine fra a4 e f3, l'f5 stava e sta sopra l'f3.
    sventrato l'f4 per poter fare unixa casa e accatastare post fusione in a4 unica.
    contando di terminare i lavori im poco tempo non e' mai stato chesto il declassamento ad f3.
    poi sono stati interrotti i lavori ed ed e' rimasto tutto fermo per 20 anni.
    per non pagare le tasse fra cui ICI IMU etc etc, e ' stato chiesto un sopralluogo dei vigili per far sancire lo stato di fatto ovvero palazzina grezza corrosa da 20 anni di freddo e piogge..
    allo stato attuale il catasto rispecchia la realta' cioe' unico f3 con f5 sovrastante.
    all'epoca dell'ipoteca era presente in catasto una r.c. che nella realta' e' stata abolita 20 anni prima.
    percio' oggi l'f3+f5( che e' cosi da 20 anni) non vale neanche un terzo del valore ipotecato.
    tutto qui.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina