• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

nicoSP65

Membro Junior
#1
Buongiorno, ho dato in locazione il mio appartamento a maggio c.a. e la signora al di là dell'assegno del primo mese in agenzia e della caparra di due mensilità, ha pensato bene di non pagarmi più nulla, oneri accessori compresi. Ora si è resa latitante al telefono, alle mail, non ha fatto richiesta al comune di cambio di residenza, sul citofono e sulla cassetta postale continua a cancellare il proprio nome per non essere individuata. So per certo che ci abita (detto dagli altri inquilini) ma vive in uno stato di trincea con tapparelle chiuse e con la paura di essere vista. Ovviamente lettera di messa in mora, visita dell'ufficiale giudiziario per la consegna dello sfratto etc. sono andati a vuoto. In questi casi l'avvocato dice di seguire una procedura diversa prevista dalla legge. Temo che la tizia in questione non si presenterà davanti al giudice e sarà difficile comunicarle gli esiti del giudizio. Come fare in questi casi? Chiamare gli organi di polizia per accertarsi che la signora è viva? Quando si arriverà all'esecuzione dello sfratto come si dovrà procedere? Qualcuno di voi ha avuto esperienze in merito?
Grazie 1000
 
#2
Che situazione sfortunata. Segui i consigli del tuo avvocato.
Non so proprio cosa consigliarti, io mi sarei lasciato prendere dalla rabbia e l'avrei mandata via a calci in cul0, lei e le sue cose.
Però poi così facendo ti metti nei guai tu, perché lei dal torto passa alla ragione.
Spero che qualcuno ti sappia dare consigli più saggi dei miei.
Anche se c'è da dire che certe persone, con la loro condotta, le legnate se le vanno a cercare.
 
#3
Per farla uscire di casa comunque basta che accedi ai contatori elettrici, che stanno immagino al piano terra, e le togli la luce. Vedrai come esce subito! Come le lumachine quando piove!!
 
#4
Senza la luce non le funziona più né la caldaia (acqua calda) né il termosifone (se è termoautonomo); ora che andiamo verso la stagione fredda, abbassando la levetta dell'interruttore generale della luce, la vedrai schizzare fuori immediatamente.
 

nicoSP65

Membro Junior
#5
Lo dovrei fare quando c'è l'ufficiale giudiziario, così da poterle dare a mano le notifiche, ma purtroppo non posso sapere quando passa. Tantomeno una volta che la tizia esce che faccio, le metto le mani addosso???
 
#6
Una volta che la tizia esce, non la fai più rientrare in casa. Vai lì con qualcuno che cambia la serratura, e poi in seguito fai buttare le sue cose. Verbalmente le spieghi che da quel momento lei è interdetta all'accesso, altrimenti non si prenderà una denuncia, ma conseguenze di altro genere, lasciandole capire.

Una volta che è chiara in forma scritta la sua condotta di non pagare più nulla (PER QUESTO DICO PER ORA DI SEGUIRE I CONSIGLI DEL TUO AVVOCATO), è tuo diritto riprenderti l'immobile. Poi se vuole ci pensi lei a denunciarti. Ma se non ha i soldi per pagarti l'affitto, difficilmente lo farà.

Comunque ricorda che le raccomandate basta che rimangono in giacenza, ed è come se fossero state ritirate, aperte e lette. E' la stessa cosa. Questo per contrastare i furbetti come la tua "signora in affitto", che evita accuratamente le notifiche.
 
#7
Per le raccomandate che spedirà il tuo avvocato, mettiti d'accordo col postino, affinché ti faccia sapere quando le consegna. Così col trucchetto dell'interruttore della luce, la fai schizzare fuori e le notifichi tutto (se vive con le tapparelle abbassate, o alza le tapparelle, o resta al buio, se tu le togli la corrente). Premesso però che se vuole fare la str0nza, evita di firmare la ricevuta. Ma se hai a che fare con una persona così, temo ti resti solo il bastone.
 
#8
Comunque viviamo in un periodo di cacca. Non bastava che gli immobili non valessero più nulla per colpa dell'IMU seconda casa, che è una bastonata bestiale. Ci mancavano solo gli inquilini che entrano con le migliori referenze (le mensilità anticipate), e poi iniziano a non pagare e a negarsi.
 
#9
Resta inteso che su una tematica così grave e così delicata, attendo quanto prima un intervento autorevole di altre persone. Io non ho dato consigli molto saggi, anche se la signora per la sua condotta meriterebbe un sacco di bastonate.
 
#10
L'unica furbata che ho suggerito è quella di togliere la corrente elettrica per farla uscire fuori, ovviamente poi chi fa il giochetto dovrà negare di averle tolto la corrente (sennò non c'è gusto), se mai fosse accusato di averla tolta.
 
#11
E' chiaro poi che col trucchetto dell'interruttore ce la freghi una volta soltanto. La seconda volta che accade, impiegherà più di un'ora per uscire di casa, dopo essersi accertata del "pericolo scampato". Certo è che questa situazione ha del tragico e del ridicolo allo stesso tempo. Tragico perché c'è gente che si ritiene al disopra della legge e pretende di occupare un immobile senza corrisponderne la pigione, e ridicolo perché questa qui che cerca di vivere in un condominio evitando accuratamente il contatto umano è una comica ambulante: un paradosso, vive in un condominio ma non vuole incontrare nessuno.
 
#12
Io spero che il locatore abbia fatto ACCURATE VERIFICHE REDDITUALI prima di buttarla dentro la casa. Se è disoccupata e aveva solo i soldi per le prime 2 mensilità, non so cosa potrai portarle via, a parte la fame.
 
#14
Lo so Dimaraz, infatti in almeno due occasioni ho detto di aver dato cattivi consigli e ho detto che deve seguire le indicazioni del suo avvocato.

Però devi riconoscere che una conduttrice che si comporta così ti fa uscire dai gangheri.

Qui siamo ben oltre ogni forma di convivenza civile e reciproco rispetto.

Se io ti metto a disposizione un mio immobile, tu o paghi, o te ne vai.

Non esiste che ti neghi per "allungare il brodo".

Ma ripeto, questo è un mio pensiero, spero che il locatore abbia un avvocato con le palle.
 

Dimaraz

Membro Storico
#15
Però devi riconoscere che una conduttrice che si comporta così ti fa uscire dai gangheri.
Fosse per me sarebbe fuori della porta in 2 nanosencondi (figlia, cani o altre scusanti simili incluse).
Se la "società" vuol essere civile e proteggere i "veri" bisognosi....se ne faccia carico direttamente e non scaricandoli sui "privati".

Ma se vuoi far parte di una società ne accetti anche le regole...e non dai consigli che potrebbero nuocere "gravemente" allo sprovveduto che intende metterli in atto o quantomeno lo avvisi in modo chiaro ed inequivocabile dei rischi.
 
#16
Sì, credo che sia stato avvisato in modo chiaro e inequivocabile dei rischi che corre sbattendola violentemente fuori dalla porta di casa: passa dalla parte del torto in quanto commette reati penali.

Resta il fatto che la durata media di una causa civile in Italia è di 7 anni, durante i quali il proprietario continua a pagare l'IMU seconda casa sull'immobile, le spese condominiali (che l'inquilina ovviamente non paga perché ha deciso così), e naturalmente l'avvocato.

Dimenticavo: il proprietario paga anche le tasse sull'affitto che NON percespisce, perché all'agenzia delle entrate non gliene importa nulla che ci sia uno sfratto in corso: le tasse le vuole comunque.
 
Ultima modifica:
#19
Guarda, Dimaraz, io ti assicuro che soffro quando leggo queste vicende, ho una seconda casa che NON HO IL CORAGGIO DI AFFITTARE per la ragione che leggi in questo thread. Questa seconda casa mi costa 110 euro al mese di condominio, e circa 3000 euro l'anno di IMU seconda casa, più acqua (25 euro bimestrali), luce (25 euro bimestrali), gas (25 euro bimestrali) coi consumi praticamente a zero.
Aggiungi 300 euro di TA.RI. (con lo sconto del 30% perché è sfitta), e il piatto è servito.
 
Ultima modifica:

uva

Membro Senior
#20
Temo che la tizia in questione non si presenterà davanti al giudice e sarà difficile comunicarle gli esiti del giudizio.
Il fatto che l'inquilina non si presenti in udienza è persino un vantaggio per te.
Perché così il Giudice non concede il termine di grazia (i 90 giorni che generalmente vengono concessi quando il conduttore si presenta in Tribunale ma non sana la morosità) e convalida lo sfratto alla prima udienza.
Ciò a condizione che il tuo avvocato abbia inviato le notifiche: sono regolari anche se il destinatario non le ritira.

Il problema sorge dopo la convalida. E' quasi certo che l'inquilina non ritirerà la notifica del precetto e non rilascerà spontaneamente l'appartamento.
Allora non ti resterà che aspettare l'esecuzione dello sfratto da parte dell'ufficiale giudiziario, che purtroppo può comportare rinvii e perdite di tempo.

Le considerazioni di @possessore sono simpatiche e fantasiose, ma secondo me inutili. E anche dannose per il proprietario che, giustamente esasperato, tenti di farsi giustizia da sé.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Salve,dal 20 settembre 2017 sono venuto ad abitare con una famiglia a cui ho prestato la mia opera di badante per un loro cugino gravemente ammalato, che è deceduto dopo un mese,la famiglia di sua spontanea volontà mi fece la proposta di rimanere a vivere con loro fin quando non avrei trovato un'altra lavoro ma non mi avrebbero pagato per dare una mano in casa,mi dovevo accontentare di vitto e alloggio
moralista ha scritto sul profilo di luciano155.
ma non c'è neanche il profilo di luciano155
tanti auguri a tutti buone feste e tante belle cose lella
anche x marinarita grazie della comprensione ...comunque c'e' legge nuova x tutelare proprietari case ….noi alla fine da 1 giugno 2013 a 7 luglio 2017 mai pagato affitto 4 anni piu' spese tribunale avvocati tasse ...ecc. se pagava onestamente l'affitto tutti i mesi non sarebbe in questa situazione le lasciano meta' stipendio….tanti anni ...non so se ne valeva la pena non pagare l'affitto ….giustizia e' fatta
x uva ---finalmente finita con sentenza tribunale milano dato che la nostra inquilina aveva fatto 2 finanziarie …???? il 29 novmbre tribunale milano ci ha messo primi creditori sul quinto dello stipendio ...tutto specificato debiti avvocato 4 anni affitto mai pagato ….la tipa si e' presentata urlando ...la giudice ci ha inserito primi creditori prenderemo tutto da subito con quinto dello stipendo .finita bene kiss
Alto