1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Infradito

    Infradito Membro Ordinario

    In un appartamento si sente sempre anche il vicino più discreto. Adesso mi riferisco alla vecchia edilizia.
    Chiedevo a chi abita in appartamenti nuovi con già materiali insonorizzanti in pavimento e soffitto come si trova e se davvero tolgono il rumore e se in parte in che misura.
    E chiedo anche a chi ha fatto fare lavori per insonorizzazione in vecchi appartamenti di quanto e come ha abbattuto i rumori, quali voci e calpestii vari.

    grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Mi metto in coda anch'io.
    Interessa pure a me tantissimo.
     
  3. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ad a me più di Jerry48
    Abito in un appartamento inserito al primo piano di un edificio costruito nei primi anni degli anni '60: i muri sono a cassa vuota con mattoni forati ed i pavimenti poggiano su laterizi forati; e la mia sala si trova proprio sopra all'androne condominiale. Nell'edifcio ci abitano una giovane pulzella, che (giustamente data la sua età) quasi tutte le sere dei giorni feriali rincasa tra le 2 e le 2:30 del mattino, ed un sottoscrittore di un abbonamento a quelle società che consegnano, tra le 4:45 e le 5:30, a domicilio i quotitiani (li lasciano sullo zerbino). Morale: spessissimo (diciamo 4 volte su 7) io mi sveglio perché sento sbattere il portone di ingresso e le porte dell'ascensore, anche se la camera da letto dove dormo io si trova due stanze dopo la sala quindi in posizione decentrata rispetto all'androne. L'appartamento che sta sopra al mio è abitato da una signora anziana; due volte l'anno (cioé alla viglia di Natale ed a Pasqua) è un vero e proprio inferno perche i figli della signora vengono a trovarla con i nipotini, questi scorrazzano lungo il corridoio e nella sala facendo un rumore che mette a dura prova i miei nervi.
    Due piani sopra di me c'é una famiglia con un cane: i capifamiglia al sabato sera escono per andare a cena o in un qualche locale. Il cane dopo un paio d' ore di abbandono incomincia ad abbaiare ed a mugolare e termina solo quando i padroni sono ritornati (sempre dopo le 0:30) io sento il rumore che si propaga attraverso la cassa vuota dei muri perimetrali.
    Termino con una gaffe: alcuni anni fa scrissi un lettera che misi nella cassetta delle lettere alla signora che abita l'appartamento che sta al piano di sopra perché alla mattina verso le 5:30 venivo svegliato dal rumore provocato dal camminare di un persona che camminava con i tacchi. Siccome il rumore era inequivocabilmente provocato da tacchi femminili, credetti di individuare il responsabile di tali disturbi nella badante che faceva compagnia notturna alla vecchia signora che abita tuttora al piano di sopra. La signora mi rispose che non era la sua collaboratrice a provocare tali disturbi in quanto aveva provveduto a fornirla di pantofole De Fonseca. Dopo qualche mese tuttavia il rumore dei tacchi scomparve:questo accadde in coincidenza della cessazione del rapporto d'affitto del mio vicino di casa, vedovo, che nel frattempo aveva trovato una nuova più giovane compagna.
     
  4. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    posso rispondere con la mia esperienza ?

    il fatto è che TOGLIENDO RUMORE, si sente alto rumore

    io abito sopra uno scambio ferroviario, ed ho risolto per modo di dire perchè alcune vibrazio ni e rumori passano lo stesso) oltre 20 anni fa installando DOPPIE FINESTRE che sigilassero l'appartamento : in pratica, se non passa aria....non si trasmette il rumore se infissi e vetri sono particolarmente "pesanti" (come quelli da banca....per fare un esempio)

    naturalmente le sirene dell'ambulanza si sentono....ma molto ovattate

    rovescio della medaglia : installato condizionatori perchè soprattutto in estate si soffre dell'effetto serra (ma non si hanno rumori)

    altro rovescio della medaglia, adesso riesco a sentire/percepire tutti i rumori che provengono.....dalle parete e dai soffitti (vicini) che prima non percepivo : nemmeno con doppia parete o doppio soffitto (costosto ed inutile....funziona solo per limitare consumo riscaldamento/raffreddamento) ho rimediato "definitivamente" (qualcosa passa sempre).

    ho trovato però giovamente installando una speciale coperta sopra/davanti ad una porta di comunicazione (per l'appartamento che utilizzo a volte per gli ospiti) : ho ricostruito quelle copertone gigantesce (che si vedono ogni tanto nelle banche) inserendo all'interno di un "sacco x materasso" dei fogli di gomma-piombo....e che posiziono (appendendolo e bloccandolo) ddavanti alla porta ( con 2 ante, ed apertura centrale )

    quindi posso confermare (per esperienza diretta) che :
    • dove passa aria, passa rumore
    • più il materiale è pesante , spugnoso/gommoso ....e più facilmente il rumore viene assorbito e NON riflesso
    • limiti un particolare fastidioso rumore.....e poi ne avverti un altro (che con il tempo diventa "il più fastidioso")
    concludo con :
    anche io avevo una fastidiosissima vicina che (dopo il suo turno di lavoro) si metteva scarpe coi tacchetti (tipo minnie di topolino) e passeggiava "nell suo appartamento" di marmo e parquet - nulla poteva bloccare quel fastidiosissimo rumore che veniva attutito ESCLUSIVAMENTE quando passava sul tappetone della sua sala (o i scendiletto della camera) : ho dovuto aspettare che la vicina traslocasse (non potevo mica obbligarla a vestirsi a casa propria come desideravo)...ed è stata rimpiazzata da una neo-famiglia con neonato (ma è un rumore che da "padre di famiglia" ho imparato ad "isolare" )

    ...e BUON ANNO A TUTTI !
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    avrai evitato il rumore, evitando la traspirazione dei muri, ma non avrai evitato la formazione di umidità dei locali, la casa e i muri esterni devono traspirare altrimenti diventa una pentola a pressione, nella mia lunga carriera di geometra ne oh viste di case e appartamenti ma mai come in questo periodo con tanta umidità, forse per gli impegni degli occupanti non fanno il ricambio dell'aria giornaliero che la casa necessita
     
  6. effemme8

    effemme8 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    OK,
    aggiungo che in tutti questi anni : MAI, MAI problemi di umidità DA NESSUNA PARTE (nemmeno in bagno e cucina)

    ma io non ho scritto che MI SONO SIGILLATO in casa e non apro MAI

    ma forse, essendo esposto a SUD e OVEST .... ho parecchie facilitazioni ( e non ho usato tinta a base di plastiche...anzi....)

    per il resto....ognuno, quando una trova una soluzione valida....ne dà "orgogliosamente" pubblicità....ma NON CERTIFICA che si può applicare OVUNQUE
     
  7. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Spero che valga anche per me, pur essendo intervenuto di rado su ristrutturazioni.
    Innanzitutto sotto carico il PDF della direttiva europea relativa alla "gestione del rumore ambientale" da cui poi derivano tutte le nostre leggi file "norme-8629-pdf" e il D.P.C.M del 14/11/97 Determinazione dei valori limite per le sorgenti sonore file "norme-2201-doc1.pdf".

    Partendo da queste normative in particolare dal D.P.C.M del 97 che fissa dei limiti ben precisi di esposizione al rumore e classifica il territorio comunale creando di fatto la zonizzazione acustica e lo divide in 6 aree:
    Tabella A: classificazione del territorio comunale (art. 1)
    CLASSE I - aree particolarmente protette: rientrano in questa classe le aree nelle quali la quiete
    rappresenta un elemento di base per la loro utilizzazione: aree ospedaliere, scolastiche, aree destinate al riposo ed allo svago, aree residenziali rurali, aree di particolare interesse urbanistico, parchi pubblici, ecc.
    CLASSE II - aree destinate ad uso prevalentemente residenziale: rientrano in questa classe le aree urbane interessate prevalentemente da traffico veicolare locale, con bassa densità di popolazione, con limitata presenza di attività commerciali ed assenza di attività industriali e artigianali.
    CLASSE III - aree tipo misto: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da traffico veicolare locale o di attraversamento, con media densità di popolazione, con presenza di attività commerciali, uffici, con limitata presenza di attività artigianali e con assenza di attività industriali; aree rurali interessate da attività che impiegano macchine operatrici.
    CLASSE IV - aree di intensa attività umana: rientrano in questa classe le aree urbane interessate da intenso traffico veicolare, con alta densità di popolazione, con elevata presenza di attività commerciali e uffici, con presenza di attività artigianali; le aree in prossimità di strade di grande comunicazione e di linee ferroviarie; le aree portuali, le aree con limitata presenza di piccole industrie.
    CLASSE V - aree prevalentemente industriali: rientrano in questa classe le aree interessate da insediamenti industriali e con scarsità di abitazioni.
    CLASSE VI - aree esclusivamente industriali: rientrano in questa classe le aree esclusivamente interessate da attività industriali e prive di insediamenti abitativi.
    (ritrovate la tabella nel file "norme-2201-doc1.pdf) e trovate anche questa la tabella relativa ai valori espressi limite in Db sia di emissione dei nostri edifici, sia di immissione nei nostri edifici, sia di qualità.

    Partendo dal tipo di destinazione del nostro edificio, (industriale, commerciale o residenziale) dovremo riferirci ad una parte precisa delle tabella per iniziare la progettazione.

    Comunque giungendo al pratico, (dopo questa disquisizione normativa) si deve tener conto che qualunque materiale edile dal mattone in cemento, a quello in argilla all'isolante oltre alle caratteristiche di trasmittanza termica devono riportare anche il potere fonoisolante dei vari componenti.

    http://www.poroton.it/mattoni-laterizi/tramezze-in-laterizio.aspx queste sono le schede tecniche dei mattoni in laterizio per tramezze del consorzio POROTON.

    http://www.poroton.it/mattoni-laterizi/blocchi-semipieni-p800.aspx queste sono le schede tecniche dei mattoni POROTON P800 utilizzati per muratura di tamponamento e portanti.

    Anche gli isolanti, le calci, gli intonaci oltre alle varie caratteristiche racchiuse nelle schede tecniche hanno la capacità fonoisolante.

    Progettare un'edificio con alti requisiti fonoisolanti funziona in modo non troppo dissimile dal progetto per il risparmio energetico; ossia devo andare a prendere i singoli valori dei singoli materiali, metterli in correlazione per avere la capacità fonoisolante complessiva.

    Se vedete bene nelle schede del POROTON che ho postato, già solo il mattone ha un potere fonoisolante sopra i 54Db (aggiungeteci poi) l'intonaco corretto e gli isolanti e questi valori aumentano progressivamente.
     

    Files Allegati:

    A Boss05 piace questo elemento.
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    danile78 la fabbrica del poroton aveva sede a circa 500 dal mio ufficio, ora smantellata da 5 anni, usavamo il poroton anche come muro portante, nelle costruzioni e non abbiamo mai avuto problemi, ora con i nuovi manufatti quelche problema c'è lo danno, ma pazienza, con un po più di areazione possiamo risolverlo
     
  9. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Io lo uso ancora e attualmente uso la serie P800 e non ho mai avuto problemi anzi. Il problema della formazione di muffe dovuto ad una differenza di temperatura specialmente negli spigoli in alto quindi hai un ponte termico. Una volta con case altamente disperdenti tutta la facciata era un ponte termico per cui difficilmente si formavano muffe per variazioni di temperatura tra pareti e pilastri o pareti e sottofinestre. Ora devi fare molta molta attenzione poiché nel comporre l'edificio rischi molto di più. Per risolverlo devi incrociare i pannelli isolanti e non fare interruzioni. Ovviamente il tutto deve essere armonizzato con il l'isolamento acustico...
     
  10. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    I CASI SONO MOLTEPLICI, SE VUOI L'ISOLAMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO, devi creare delle traspirazioni nelle pareti, altrimenti ti obbligano a fare dei fori di collegamento con l'esterno, non so quanto vale isolare al massimo con spese enormi ed essere obbligato a forare i muri sia in cucina nei locali caldaia e nei bagni ciao
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  11. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Vero ma l'obbligo c'è l'hai per l'utilizzo del gas o per la caldaia a gas. Se usi la pompa di calore e la piastra ad induzione ne fai a meno del gas, che ora come ora come spesa incide parecchio sul consumo di una casa...quindi non fai nessun foro per l'aerazione. Per risolvere il problema si esegue la ventilazione meccanica, proprio per non aprire e chiudere le finestre.
     
  12. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    @adimecasa e @Daniele

    Allora: Muro in blocchetti di cemento BT20 + isolante 4 cm. + mattone forato;
    sul massetto prima delle mattonelle, che prodotto posso mettere per avere una buona insonorizzazione per il piano sottostante? Grazie
     

    Files Allegati:

  13. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Ponta di calore, piastra a indizione e altro sono per ora un utopia, i costi iniziali sono enormi, per la pompa di calore non sempre è a sufficienza per riscaldare un appartamento, piastra a indizione devi sostituire tutto il pentolame e con i costi che ti trovi, non so quanto sia conveniente, per ora il più comodo e sicuro è il gas metano, per il resto sono solo dei pagliativi al riscaldamento
     
  14. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Adime non è vero, le pompe di calore sono meno potenti e costano un po' meno delle caldaie, inoltre c'è la possibilità che funzionino senza l'ausilio di caldaia ma con i soli pannelli. Ovviamente dipende anche dal grado d'isolamento dell'edificio (migliore è meno hai bisogno di un generatore potente).questo è uno dei motivi per cui nei vecchi condomini non coibentati trovi e trovavi caldaie con potenze ben superiori al necessario.

    io di solito uso ed ho usato una guaina antirumore detta anche gergalmente"battitacco" ed è molto simile ad un materassino di quelli che si usano nelle palestre. Per ora ha dato buoni risultati ma dipende anche dall'obbiettivo che ti proponi. So che Knauf recentemente ha fatto qualcosa in merito, sul loro sito potresti trovare qualcosa di nuovo.
     
    Ultima modifica di un moderatore: 3 Gennaio 2014
    A JERRY48 piace questo elemento.
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    @Daniele

    Grazie, mi documenterò
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Jerry prova con uno stratto di lecabeton granulare con miscela di cemento, oltre che insonorizzazione acustica, fa anche di isolamento
     
    A JERRY48 piace questo elemento.
  17. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    @adimecasa

    idem come sopra risposto @Daniele
     
  18. AndreaRoma75

    AndreaRoma75 Nuovo Iscritto

    Impresa
    Per fare l'isolamento Acustico bisogna far attenzione ai ponti acustici che rendono l'intervento vano. Sono le scatole elettriche x esempio. Quando si posa un isolamento a parete bisogna inserire una fascia acustica anche sotto la lastra come in questo schema: http://bit.ly/1eRZbiw

    Per le alte frequenze ci vuole un materiale che faccia molla (cellule aperte)
    Per le basse frequenze che faccia Massa.

    Un ambiente si può migliorare nell'isolamento, ma non si possono fare miracoli da negligenze costruttive. L'ideale sarebbe un doppio foratino a doppio spessore in cui si inserisce il materiale fonoassorbente nell'intercapedine e si posa l'isolante acustico su entrambe le pareti. Ma ripeto è più facile effettuarlo nelle costruzioni ex novo, dove il costruttore ha l'obbligo di dichiarare la classe di isolamento dell'appartamento.

    Un saluto

    Andrea
     
  19. Boss05

    Boss05 Membro Junior

    Professionista
    Beh non è proprio così. Non è vero che se non passa aria non si trasmette rumore, anzi. Il rumore si propaga attraverso vibrazioni meccaniche che interessano le masse, quindi solai e muri in primis. E' questo il motivo per cui, installando doppie finestre, tu avevi risolto il problema del rumore da esterno ma non quello generato dai vicini e, soprattutto, è il motivo per cui morivi di caldo in estate. Esse, le doppie finestre, sono utili principalmente al contenimento delle dispersioni di calore (quindi isolamente termico più che acustico). l'unico modo per smorzare le oscillazioni meccaniche (le vibrazioni, quindi rumore) è quello di usare materiali fonoassorbenti quali quelli citati negli interventi degli altri colleghi (materassini fonoassorbenti, pannelli fonoassorbenti, schiume apposite per riempire le intercapedini dei muri cassa vuota ecc). Confermo che i vantaggi ci sono eccome, e siamo nell'ordine di una riduzione del rumore anche del 90% (ovviamente se i lavori sono eseguiti a regola d'arte e progettati ad hoc).
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  20. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :ok::maligno::stretta_di_mano:purchè i progettisti siano giovani architetti e non vecchi geometri?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina