1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Salve,
    sto valutando diverse soluzioni di villa bifamiliare nella mia zona, purtroppo ville singole non ne fà più nessuno! Si tratta di bifamiliari a 2 o 3 piani.

    Vorrei chiedervi, avendo la fobia di sentire rumori dalla casa accanto, quale secondo voi è la migliore soluzione per dividere acusticamente le due case?
    Parlo quindi sia di rumori aerei che di calpestio e il resto.

    Nella mia zona ho sentito si usa il poroton come mattoni. Oltre questo non saprei, ma essendo alcune di queste villette ancora in fase di costruzione, potrei essere in tempo per effettuare modifiche in tal senso.

    Grazie
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    La "trasmissione del rumore" è una brutta bestia...e diventa difficile dire cosa poter fare perchè prima bisogna capire quel è il tuo livello di "intolleranza".

    2 abitazioni nello stesso edificio significa automaticamente subire la trasmissibilità delle onde sonore tipica dei vari materiali che inevitabilmente saranno in "comune".

    Su un progetto già avviato hai poche possibilità salvo accettare compromessi e costi che salgono con funzione geometrica al risultato che vuoi ottenere.

    Si possono dare solo pochi consigli:

    A-se sei "troppo sensibile" comprati un lotto e costruisci di sana pianta il più lontano possibile dagli altri

    B-evita le bifamigliari sovrapposte

    C-evita le bifamigliari (o peggio le case a schiera) con un tetto unico... specie se con travatura metallica

    D-meglio che la parete divisoria fra le 2 sia composta da 2 distinti muri di sezione portante...meglio se con materiale isolante nel mezzo.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  3. martinez

    martinez Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Concordo pienamente con quanto dice Dimaraz , se non puoi fare quanto ti consiglio di utilizzare buoni materiali fono-assorbenti su tutte le pareti ,c'è nè sono diversi tipi
     
  4. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    non si può certo impedire al vento di soffiare, ma lo si può contenere.
    considerato che la costruzione è in essere, come dice "dimaraz" saresti costretto ad accettare soluzioni costose.
    per ridurre spese ed ottenere un ottimo risultato puoi soltanto eseguire quanto suggerisco:
    non intonacare pareti e soffitto,
    dopo gli impianti e relative risarciture installare sottili pannelli fonoassorbenti a ridosso di pareti e soffitto;
    installare pannelli in cartongesso a copertura dei fonoassorbenti.
    la pannellatura in cartongesso è di suo già rifinita e quindi devi solo farla pitturare.
    soluzione adottata per isolare acusticamente la stanza dove si tenevano lezioni di musica con vari strumenti.
    ovviamente fatti detrarre le spese di intonacatura dal costruttore considerato che non deve effettuarla.
     
  5. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti e grazie per le risposte.

    @Dimaraz
    A- Sarebbe il sogno, ma credo tale resti dato che i prezzi aumenterebbero di parecchio immagino
    B- cosa intendi per sovrapposte?
    C- si chiaro, di solito qui fanno le case a schiera così, con tetto unico
    D- Eh, se fosse due sezioni separate le case sarebbero "accostate", invece a quanto ho visto i portanti sono in comune.

    Ad esempio ieri ne ho vista una in cui le pareti divisorie erano fatte con due tramezzi di poroton con intercapedine, in cui verrebbe inserito un materiale isolante (non ricordo quale), per un totale di 30cm.


    @pippopeppe
    Si, ho letto in giro che esistono già di pannelli di cartongesso già assemblati (tipo tutto in uno) con materiale isolante, e che siano validi.
    Ma riescono ad isolare da calpestio e rumori di battitura dei solai?
     
  6. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    le normative attuali sono abbastanza severe sull'acustica quindi credo che la nuova costruzione della quale stai parlando possa avere dei sistemi per ostacolare la propagazione del suono tre le diverse abitazioni. Come dice correttamente Dimaraz molto dipende dalla tua sensibilità. Tieni conto comunque che anche in una situazione di isolamento non perfetto, in situazioni di attività residenziale normale, la propgazione del suono tra una unità e quella a fianco è abbastanza limitata, molto diversa è la propagazione dall'appartamento soprastante al tuo. Puoi visionare il progetto che dovrebbe avere anche una relazione sul rispetto delle norme antiacustiche e valutare quali accorgimenti saranno applicati
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    B-Dove una occupa il piano terra e l'altra il piano superiore= avresti il "vicino" sopra la tua testa che ti tormenta ogni volta che cammina "rumorosamente" specie se ha bambini che trascinano sedie e altro.
    In questo caso meglio tu prenda posto sopra...e speri di non essere causa di identiche lamentela da parte di chi ti sta sotto.

    Anche qui nelle case a schiera e nelle bifamigliari costruite da "immobiliari o da affaristi", i muri di separazione fra le unità sono solitamente da 30 cm....e non è il miglior viatico per isolare i rumori.
    2 pareti da 132 + isolante...direi che è il minimo sindacale.
    Occhio ai "travi a tetto"...ora qui si è tornati ad usare molto quelli in legno che quantomeno limitano.
    Ricordo lustri fà un edificio dove il trave a colmo fu posto in acciaio...praticamente non servivano microfoni per sentire quanto si "sussurravano" nelle altre unità.
     
  8. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    se riescono ad isolare una stanza all'interno di un'abitazione, figuriamoci il resto.
    hai mai avuto come vicino un suonatore di tromba e sentirlo a malapena?
     
  9. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    2 pareti da 132? Intendevi dire da 32?
    Per quanto riguarda il tetto c'è la possibilità di farlo in legno o laterocemento. Quale soluzione ritieni migliore dal punto di vista acustico e termico?
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Intendevo da 13+intercapedine con isolate a richiamare quanto dicevo (il telefono ha tastiera troppo piccola e mi è scappato il 2)...ma se fossero 2 da 27/30 sarebbe il top.

    Laterizio forse più "silenzioso"...quello in legno meno dispersivo...ma poi tutto dipende da come realizzano.
     
  11. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Ciao a tutti,
    rispondo dopo un pò di tempo perchè sto ancora valutando cosa fare.

    Sto cercando di capire quanto potrebbe costare la soluzione consigliata da pippopeppe, cioè coprire con cartongesso isolante la parete (non capisco perchè anche il soffitto dato che l'altra unità abitativa è laterale e non sovrastante).

    Cosa ne pensate invece dell'intonaco isolante? Sarebbe una soluzione altrettanto valida?
     
  12. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    scusa se insisto ma secondo me ti stai fasciando la testa prima del tempo, vero è che a casa finita rimediare sarà complicato ma prova a visionare il progetto dell'isolamento acustico che dovrebbe essere stato fatto che potrebbe anche prevedere una parete doppia con isolante e senti un consulente.
    Se poi per tua tranquillità vuoi applicare un'intercapedine isolante al confine fai pure ma perdesti spazio e potresti spendere inutilmente
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  13. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Questa mattina mi è stato detto che non esiste un progetto sull'isolamento acustico, che quando è stato fatto il progetto/richiesto permesso di costruire, questo non era obbligatorio.
    Ora, se questo fosse vero, immagino che in ogni caso la certificazione acustica a fine lavori (al pari di quella energetica) per poter vendere la casa sarà obbligatoria... o sbaglio?

    Come devo muovermi?
     
  14. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    se mi parli di calpestio e di battitura dei solai sono portato a pensare che sia presente un altro immobile abitato al di sopra del tuo piano.
    a meno che un terrazzo che è presente ma non ci hai menzionato non sia frequentato come un roof bar.
     
  15. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Da quello che ho letto i rumori di calpestio e battitura si propagano attraverso i solai, per cui anche su abitazioni adiacenti c'è il problema, avendo lo stesso solaio.
    Poi posso aver capito male...
     
  16. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    per poter riuscire a sentire i rumori provenienti da un edificio adiacente attraverso il solaio significa che una mandria di bisonti sta circolando da quelle parti.
    ovviamente come in tutte le cose è l'entità del rumore che fa testo.
    i suoni di una band musicale possono avere l'effetto di propagarsi anche attraverso i laterizi del solaio.
     
  17. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Quindi mi sta dicendo che nè i rumori aerei nè di calpestio si propagano lungo i solai?
    Quindi in una villetta bifamiliare su 3 piani, divisa verticalmente, l'unica cosa da tenere in considerazione sarebbero le pareti divisorie tra le due abitazioni?

    Onestamente quello che mi dice va contro tutto ciò che ho letto in questi giorni, ovvero che il rumore sia aereo che di calpestio si propaga (anche se in minima parte) tramite il solaio e le pareti adiacenti...
    Ed è per questo che i dB certificati (in laboratorio) sono sempre migliori di quelli poi misurati sul campo.

    Credo di essere più confuso di prima!
     
  18. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    veramente sei tu che ci stai mettendo in confusione.
    se ci spieghi come è composta la tua abitazione e cosa vuoi effettivamente isolare acusticamente forse anche noi possiamo essere più precisi, non credi?
     
  19. antony23

    antony23 Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Scusate se non sono stato abbastanza chiaro, ma do involontariamente per scontate cose che non lo sono. Chiedo venia.
    Provo ad essere più preciso.

    Si tratta di una villa bifamiliare (ancora in fase di costruzione) su 3 piani, divisa verticalmente in due villette: ogni villetta avrà 55mq a piano per totali 165mq.
    Io sono interessato ad una di queste due villette.
    Quello che vorrei è avere massimo isolamento dall'altra villetta, con cui condivide appunto la struttura portante e i solai. I tetti dovrebbero essere separati.
    A quanto mi è stato riferito (a voce), le due villette verranno divise da una parete multistrato in poroton con intercapedine (riempita da pannelli di poliuretano espanso) per un totale di 30cm.
    Aggiungo inoltre che su ogni piano, per entrambe le villette, adiacenti alla parete divisoria ci saranno le scale e i bagni.

    Da quello che ho letto, e @Dimaraz ha confermato ciò, questa soluzione non offre un ottimo isolamento. Per cui ero qui a chiedere consigli. Il costruttore mi ha detto che si possono fare integrazioni se voglio, considerando comunque che la parete a piano terra però è già stata realizzata.

    Chiedo aiuto in quanto non vorrei mai dovermi pentire di questa eventuale scelta. Non ho mai visto di buon occhio le villette a schiera/bifamiliari, ma come si suol dire, questo passa al momento il convento... e sto cercando di capirne di più e valutare l'ipotesi.
     
  20. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Verifica la data del permesso: ho frazionato nel 2011/12 un appartamento con DIA del 2010, e già era obbligatorio presentare il progetto acustico relativamente ai divisori pareti confinanti e piano di calpestio: mi pare la Legge 10.

    I documenti richiesti tra l'altro sono almeno 3: Analisi del clima acustico, progetto attuativo previsionale e prova di collaudo finale da consegnare a fine lavori per ottenere l'agibilità.

    Te ne aggiungo un'altra: DIA del 2006, per recupero sottotetto: tra impresa e geometra, si sono dimenticati di porre il "tappetino isolante" prima di piastrellare; non so (eufemismo) a chi attribuire la colpa, comunque a fine lavori al collaudo acustico con esito negativo, è stata negata l'agibilità; qui effettivamente si poteva disquisire se il titolo edilizio dell'epoca rendeva già obbligatorio provvedere anche per l'acustica. Nota che eravamo proprietari sia sotto che sopra. Al Comune ciò non interessa.

    Mi sembra quindi molto strano che una villetta oggi in corso di costruzione abbia un permesso così datato, e non vengano richiesti a fine lavori i risultati sull'acustica.

    Poi non è detto che quanto richiesto dalla attuale norma ti sia sufficiente, ma ritengo corrette le osservazioni di @griz.
     
    A Daniele 78 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina