1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Premesse:

    1) Edificio in cui non è mai stato formalmente istituito il condominio. Manca anche il codice fiscale, figuriamoci un amministratore...

    2) Si deliberano lavori di una certa consistenza sulle parti comuni

    3) I condomini vorrebbero accedere allo sgravio del 36% dall'IRPEF

    4) Un condomino viene incaricato di seguire la cosa e, OBTORTO COLLO, accetta.

    Problema:

    Come deve procedere costui per istituire e mandare avanti la pratica senza avere il potere di rappresentanza dell'amministratore? Poiché lo sfigato di cui al punto 4 delle premesse sono io:disappunto:, apprezzerei una spiegazione "for dummies":D, ossia "passo passo"....
     
  2. Troppo simpatico!:risata::risata::risata:
     
  3. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Anzitutto, quanti condòmini siete? 4 o più?
    Dopo questo chiarimento, ti spiegherò l'iter.

    Accipicchia, presa dal leggere solo il contenuto del post...solo ora mi accorgo che l'autore dello stesso è ergobbo;)...
     
  4. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Se fossimo più di 4 nominavamo un simpatico amministratore a cui smollare la rogna...:risata:

    Abbiamo:

    1 U.I. del condomino "A"
    2 U.I. del condomino "B"
    8 U.I. di cui è usufruttuario il soggetto "C" e nudi proprietari (in ordine sparso) "B", "D" ed "E".

    Ah... dimenticavo: le cose vanno fatte perbenino, considerando che tra i condomini ci sono già due cause pendenti!
     
  5. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Quindi non esiste CF del Condominio, giusto? Se intendete seguire la pratica a livello condominiale (trattandosi di parti comuni), primo step sarebbe quello di richiedere il CF del Condominio (puoi fare tu stesso la richiesta all'AdE compilando il modello AA5/6 cui vi allegherai delega sottoscritta dagli altri condòmini).
    Quindi seguire l'iter:
    1) approvazione assembleare con adesione all'agevolazione e relativa verbalizzazione (e credo che questa ci sia);
    2) richiesta autorizzazioni necessarie in base alla natura dell'intervento (se viene nominato un D.L. vi saprà indicare e provvederà alla richiesta stessa);
    3) pagamento fatture con bonifico bancario o postale specifico 36% (senza operare alcuna ritenuta)
    4) se sono presenti almeno due ditte, anche NON contemporaneamente, sarà necessario l'invio Comunicazione Asl, diversa dalla comunicazione preliminare comunque prevista dalla normativa edilizia qualora vi sia anche l'impiego di 200/h uomini giorno;
    5) certificazione da rilasciare ai condòmini il prossimo anno ai fini della detrazione nella propria dichiarazione dei redditi in corrispondenza di quanto bonificato entro il 31 dicembre 2012;
    6) conservazione dei documenti da esibire in caso di richiesta da parte dell'AdE (http://www.agenziaentrate.gov.it/wp...ERES&CACHEID=c588800048edc0b1b3d6b71dbc47dc7f)

    Se invece, non intendete richiedere il CF, trattandosi di un "condominio" di soli 4 condòmini, è possibile comunque (fermo restando che gli adempimenti possano essere effettuati da uno dei condòmini in nome e per contro degli altri), le fatture rilasciate dall'impresa (e/o da eventuali professionisti) possono essere intestate direttamente ai singoli condòmini. Questi dovranno poi riportare i dati catastali identificativi dell'immobile oggetto di interventi agevolati nella propria dichiarazione.
    Saluti
    dolly:fiore:
     
  6. ergobbo

    ergobbo Membro Attivo

    Ah... atroce dilemma.
    Farsi dare l'incarico di richiedere il CF del condominio dall'assemblea e procedere "come fossi l'amministratore" sperando che tutti paghino quando devono pagare e quanto devono pagare senza rompere le scatole su inezie tipo: non avrei titolo per richiedere i pagamenti, non esiste un C/C su cui depositare i soldini versati e non avrei titolo per certificare alcunché... il tutto con il rischio di veder partire la 3° causa

    oppure:

    Trovare un'impresa che accetti di emettere un minimo di 3/4 fatture diverse per ogni fase dei pagamenti procedendo a una divisione degli importi nel modo che gli indicheremo? E poi ciascun per se...
     
  7. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista

    A questo punto, tra i due mali, meglio scegliere quello minore...ovvero la seconda "opzione"..
    Le imprese si trovano, hai voglia te!...
    Saluti
    dolly:fiore:
     
  8. nonnabelarda

    nonnabelarda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    io mi sono trovata nella stessa tua situazione

    tutto è andato liscio
    ogni artigiano ha fatto 4 fatture per le quote da noi indicate e quindi nessuna rogna
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina