1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, scrivo da Bologna il cui Comune è stato bravissimo a deliberare, visto che si tratta di incassare.
    Vorrei dipanare la massa di dubbi che ho in merito alla tipologia di immobili e magari facendo qualche esempio pratico per una risposta mirata:
    Soggetto passivo: la sottoscritta
    Presupposto di calcolo: RC + 5% x moltiplicatore= valore dell'immobile (VI)
    1) abitazione principale A/3 : soggetta a Tasi ( VI x aliquota Tasi) deduzione in base alle fasce di rendita catastale;
    2) abitazione A/3 in uso gratuito alla figlia: soggetta ad IMU (VI x aliquota IMU agevolata)
    3) immobile locato in canone concordato: soggetta ad IMU (VI x aliquota IMU agevolata)
    4)immobile locato non a canone concordato: soggetta ad IMU (VI x aliquota IMU)
    5) immobili sfitti o tenuti a disposizione: soggetta ad IMU (VI x aliquota IMU piena)
    6) immobile a canone concordato con opzione per la cedola secca?????

    Inoltre per la ripartizione fra proprietario ed inquilino (Bologna ha stabilito 90/10), si parla di TASI quando applico l'IMU.
    Sono nel caos attendo cortesemente lumi dal forum.
    Grazie
     
  2. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Gia'idem caos totale
     
  3. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il caos totale è una tattica ben precisa per continuare a prenderci per i fondelli.
    Hanno semplicemente ripristinato l'IMU sulla prima casa chiamandola TASI, inasprendo anche la deduzione, visto che a Bologna è a scaglioni in base alla rendita catastale e non più fissa.
     
  4. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dai sù, coraggio! Oggi, dopo Mastrapasqua, anche Befera viene lasciato a casa ed Equitalia verrà sciolta.
     
  5. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    1000 grazie per la solidarietà!
    Nessuno ha voglia di leggere se ciò che ho ipotizzato nell'apertura della discussione è corretto?
     
  6. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ti mando un articolo di ieri del Sole 24Ore, sperando ti sia di aiuto. ma pare che il caos regni sovrano.
    Il tuo schema pare corretto. Cosa vuoi sapere esattamente ? Il Moltiplicatore è 160 per tutti i casi da te presentati. Le aliquore e le agevolazioni le ha definite il tuo Comune.
    Leggi prima l'Articolo.
    http://www.radio24.ilsole24ore.com/...014-05-21/tasi-quali-immobili-paga-170108.php

    Ti allego anche un Articolo su quanto deliberato dal Comune di modena. Tra modena e Bologna forse è più facile capirsi.
    http://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/2014/05/20/1067868-tasi-scadenza-16-giugno.shtml
     
    Ultima modifica: 22 Maggio 2014
  7. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie, ho letto gli articoli.
    Deduco che escludendo la prima casa, se non di lusso, per il resto si applica solo l'IMU, se il Comune di competenza aveva già applicato l'aliquota massima del 1,06%.
    Quello che nessuno chiarisce è come quantificare la parte a carico del conduttore di una locazione, se non pago TASI sugli immobili locati, rimane tutto a carico del proprietario?
     
  8. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    E' la risposta che attendo anche io. Ho un alloggio locato qua a Parma e già dal 2012 paghiamo l'aliquota massima per l'IMU. Se vogliono far pagare anche la Tasi, di cui una parte a carico del conduttore, devono ridurci l'IMU.
    Aspettiamo ancora qualche giorno.
     
  9. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Ma se la Tasi e'a carico in parte dei conduttori,teoricamente il Comune dovrebbe chiedere chi sono e inviare i bollettini se non pagano.
    Non e'che il locatore deve fare il gabelliere per i conduttori,o rispondere in solido per un tributo
     
  10. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Alla televisione ho sentito che il pagamento avverrà a mezzo F24 individuale e per autoliquidazione (ognuno fa il suo versamento), alcuni Comuni dovrebbero inviare il modello precompilato, ma per quest'anno pare improbabile.
    Comunque il mio inquilino ha tutti i dati catastali riportati sul contratto ed è il grado di fare l'autoliquidazione. Inoltre tutte le utenze, compresa la ex tarsu, sono intestate al conduttore.
    La legge non ammette ignoranza: se il Comune stabilisce la ripartizione, io pagherò la mia quota, senza fare trattative per quella del conduttore ( considerato anche che è un militare della Finanza).
     
  11. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Alberto,Dovrebbe essere così, ma credo la realtá sará diversa. Primo perchè la Tasi nella maggioranza dei Comuni che hanno l'IMU al Massimo non viene applicata, in secundis trovami un inquilino che si fa il conteggio e paga l'imposta! Stá al proprietario pagarla per intero e chiedere poi il rimborso al conduttore. Comunque il caos vige sovrano, ed a pagarne le conseguenze sarà il popolo sovrano dei proprietari.
     
  12. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Quei comuni hanno la facoltà di aumentarne l'aliquota fino a un massimo dello 0,8 per mille. In quel caso la somma dell'IMU massima e della TASI massima arriverà all'11,4 per mille.
    No. Ciascuno dei due deve versare la sua quota e ne è responsabile.
     
    A alberto bianchi piace questo elemento.
  13. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Grazie Nemesis, per cortesia mi illumini sulla delibera che fa riferimento alla responsabilità del conduttore, nella delibera del mio Comune non ho riscontrato nulla in merito. Grazie
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    E' la legge che la prevede: art. 1, commi 639, 669 e 671 della legge di stabilità 2014 (n. 147/2013). Anzi, dato che la mia precedente risposta non era per niente esaustiva, "in caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria", come recita il secondo (e ultimo) periodo del comma 671.
     
    Ultima modifica: 22 Maggio 2014
  15. Tapinaz

    Tapinaz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    La Tasi è a carico del possessore e del proprietario. Uno non può pagare per l'altro.
    Il conduttore deve procedere all'autoliquidazione se il Comune non gli manda un avviso di pagamento. Questa è la norma. Poi sul piano pratico non sappiamo niente.....
     
  16. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Vista la confusione opterei per pagare a Dicembre quando forse la nebbia si e'diradata.[DOUBLEPOST=1400821639,1400821617][/DOUBLEPOST]Vista la confusione opterei per pagare a Dicembre quando forse la nebbia si e'diradata.
     
  17. smoker

    smoker Membro Attivo

    Il mio Comune ha deliberato le aliquote per gli immobili a disposizione: IMU 9,6 x mille e TASI 3,3 x mille. La somma delle due aliquote è superiore a 11,4.
    Domanda: come mi regolo con le aliquote da applicare?
    1 IMU al 9,6 eTASI al 1,8?
    2 IMU al 8,1 e TASI al 3,3?
    3 IMU al 8,9 e TASI 2,5?

    Grazie a chi vorrà darmi chiarimenti

    Smoker
     
  18. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    A scanso di equivoci scrivi o contatta il Comune,ufficio tributi.
    Se non rispondono,scrivi via pec.
     
  19. alberto bianchi

    alberto bianchi Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non fare confusione:
    IMU 9.6 X mille si applica alle seconde case ed alla Abitazione Principale di Lusso
    TASI al 3,30 si applica esclusivamente all'abitazione principale, ad esclusione delle case di Lusso.
    Le due aliquote non si sommano.
    Ho l'impressione che il tuo Comune non applichi nessuna TASI sulle abitazioni date in locazione.
    Allego una circolare del Comune di parma che ha approvato le aliquote e che non prevede Tasi sul case locate, in quanto applica l'IMU al massimo:
     

    Files Allegati:

  20. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Chiarito che in applicazione dell'aliquota massima per l'IMU, le seconde case locate, sfitte, a disposizione non sono soggette a TASI, ne consegue che in codesti comuni il conduttore non paga nessuna quota?
    Grazie
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina