1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Buongiorno, devo eseguire dei lavori di manutenzione straordinaria su singola abitazione, per fare tali lavori necessito di 3 imprese (il tetto + varie lo fa impresa A, le gronde l'idraulico C e le facciate impresa B) . Ognuna di esse può fatturare la manodopera e i materiali con IVA al 10% per i lavori che gli competono autonomamente? O necessito di un committente principale che instaurerà dei contratti di subappalto con le altre imprese (e questo non mi è possibile)? In pratica l'impresa A con la quale ho firmato il primo appalto per le opere che andranno ad eseguire (tetto), lascerà gratuitamente il ponteggio all'impresa B e C (facendo predisporre PSC dal mio geometra) senza nessun subappalto fra di esse, mi ha detto che potrà fatturare ad IVA agevolata solo l'impresa principale A; B e C con aliquota al 22%. Purtoppo il DL/geometra è in ferie e non posso chiedere. Vi risulta? So che farà la SCIA ma non ho capito se per ristrutturazione edilizia o manutenzione straordinaria. Quale è la differenza?
    Se io acquisto direttamente le soglie delle scale ed i pavimenti della terrazza, quale IVA mi applicano?
    In attesa che il geometra rientri chiedo a Voi,grazie
     
  2. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    per tutti i lavori di ristrutturazione puoi applicare l'aliquota, devi fare tu una dichiarazione alle imprese che l'opera è soggetta ad aliquota agevolata, lo stesso vale per gli acquisti che farai tu direttamente
     
    A cec piace questo elemento.
  3. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Gli acquisti che farai direttamente nel negozio, nel tuo caso le piastrelle (senza la posa in opera, che sarà fatta dall'artigiano), saranno soggette ad aliquota ordinaria del 22%.
    Se invece le farai acquistare direttamente dal pavimentista che ti fatturerà fornitura e posa in opera, quest'ultimo potrà farti fattura al 10% sull'intero lavoro di pavimentazione.
    Ogni impresa coinvolta potrà fatturarti il proprio lavoro al 10% senza coinvolgimenti con le altre imprese.
    Manutenzione straordinaria: le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici e per realizzare ed integrare i servizi igenico/sanitari e tecnologici, sempre che non vadano a modificare la volumetria complessiva degli edifici e non comportino mutamenti delle destinazioni d'uso.
    Rientrano tra questi interventi anche quelli consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere, anche se comportano la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonchè del carico urbanistico, a condizione che non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l'originaria destinazione d'uso (installazione ascensori e scale di sicurezza, realizzazione e miglioramento dei servizi igienici, sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande e con modifica di materiale o tipologia di infisso, rifacimento di scale e rampe, costruzione scale interne, recinzione area privata, interventi finalizzati al risparmio energetico ecc.)
    Ristrutturazione edilizia: interventi rivolti a trasformare un fabbricato mediante un insieme di opere che possano portare ad un fabbricato del tutto o in parte diverso dal precedente (demolizione e fedele ricostruzione dell'immobile, modifica della facciata, realizzazione di mansarda o di un balcone, apertura di nuove porte e finestre, costruzione di servizi igienici in ampliamento delle superfici e dei volumi esistenti ecc.)
    Saluti.
     
    A cec piace questo elemento.
  4. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    grazie per ora; quindi il rifacimento del tetto con stesse pendenze ma tegole di copertura diverse e rifacimento facciata con colore leggermente diverso da quello esistente e sostituzione gronde in rame (da squadrate a stondate) deduco che vada in manutenzione straordinaria (no ristrutturazione edilizia)....
     
  5. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    le opere di manutenzione straordinaria e di ristrutturazione edilizia sono assimilabili. Quando ho scritto di acquisti fatti direttamente mi riferivo alle soglie che hai citato, secondo me il fornitore potrà benissimo fatturarti l'IVA al 10%, forse il BRICO sotto casa non lo farebbe
     
  6. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le soglie sono come le piastrelle...chi le fornisce o fa anche la posa in opera oppure per il marmista si tratta di una semplice vendita al 22%....lo so per esperienza e per lavoro....la mia famiglia si occupa di materiali lapidei da 30 anni....
     
  7. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Gli interventi in edilizia sono definiti dall'art.31 legge 457/78 che recita:

    Art. 31.
    (Definizione degli interventi)

    Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente sono
    cosi' definiti:
    a) interventi di manutenzione ordinaria, quelli che riguardano le
    opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture
    degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in
    efficienza gli impianti tecnologici esistenti;
    b) interventi di manutenzione straordinaria, le opere e le
    modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche
    strutturali degli edifici, nonche' per realizzare ed integrare i
    servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i
    volumi e le superfici delle singole unita' immobiliari e non
    comportino modifiche delle destinazioni di uso;
    c) interventi di restauro e di risanamento conservativo, quelli
    rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la
    funzionalita' mediante un insieme sistematico di opere che, nel
    rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali
    dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi
    compatibili.
    Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il
    rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli
    elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze
    dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo
    edilizio;
    d) interventi di ristrutturazione edilizia, quelli rivolti a
    trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di
    opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in
    parte diverso dal precedente. Tali interventi comprendono il
    ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi
    dell'edificio, la eliminazione, la modifica e l'inserimento di nuovi
    elementi ed impianti;
    e) interventi di ristrutturazione urbanistica, quelli rivolti a
    sostituire l'esistente tessuto urbanistico-edilizio con altro diverso
    mediante un insieme sistematico di interventi edilizi anche con la
    modificazione del disegno dei lotti, degli isolati e della rete
    stradale.
    Le definizioni del presente articolo prevalgono sulle disposizioni
    degli strumenti urbanistici generali e dei regolamenti edilizi.
    Restano ferme le disposizioni e le competenze previste dalle leggi 1
    giugno 1939, n. 1089, e 29 giugno 1939, n. 1497, e successive
    modificazioni ed integrazioni.

    A seconda della tipologia di intervento vi è una diversa applicazione dell'IVA per i beni forniti mentre per la manodopera è tutta al 10%.
    I beni si distinguono in:
    inerti e semilavorati, sono quelli che una volta inglobati nel fabbricato non sono più scindibili e non possono quindi essere riutilizzati.
    Beni finiti, sono quelli che una volta montati possono essere rimossi e riutilizzati.
    Beni significativi, sono quei beni finiti che incidono in maniera evidente sul costo dell'intervento.
    Manutenzione ordinaria e straordinaria, lettera "A" e "B" della legge, IVA al 10% per la manodopera, IVA al 10% per i beni finiti e significativi fino all'occorrenza dell'importo della manodopera per la posa in opera. I beni debbono essere forniti dal prestatore d'opera.
    Per gli interventi di restauro e di risanamento conservativo, di ristrutturazione edilizia e ristrutturazione urbanistica, di cui alle lettere "C", "D" e "E", solo gli inerti sono assoggettati al 22%, tutto il resto, posa in opera e beni, sono assoggettati al 10% ed in più possono anche non essere forniti dal prestatore d'opera ma acquistati direttamente dal committente.
    Se il tuo geometra ha presentato una SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) è sicuramente una ristrutturazione edilizia visto che per la manutenzione ordinaria basta la CIL (comunicazione inizio lavori) mentre per la manutenzione straordinaria il titolo richiesto è una CILA (comunicazione inizio lavori asseverata).
     
    A cec piace questo elemento.
  8. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Per una ristrutturazione edilizia (scritto proprio così) il mio comune mi ha rilasciato un Permesso di Costruire!!!
     
  9. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    su cosa presenterà (SCIA o CILA) mi hai fatto venire dei dubbi che chiarirò la prossima settimana! Grazie casanostra per la dettagliata risposta e agli altri. Su questa affermazione "Ogni impresa coinvolta potrà fatturarti il proprio lavoro al 10% senza coinvolgimenti con le altre imprese" siete tutti d'accordo indipendentemente dal tipo di pratica presentata? Cambia qualcosa per il PSC a seconda della pratica? Grazie
     
  10. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    la scelta della modalità di gestione della Pratica Edilizia di solito è a discrezione del professionista o del proprietario, il permesso di costruire pioi chiederlo anche per sostituire i serramenti anche se può bastare una semplice comunicazione.
    La differenza è che col permesso di costruire viene coinvolto nelle responsabilità anche il responsabile del procedimento che firma il permesso, le altre procedure prevedono la dichiarazione asseverata del tecnico nella quale si asssume la responsabilità della conformità alle norme o nemmeno quella. Da qui la velocità che mentre se il tecnico asseverà possono essere a seconda del tipo di pratica 30 giorni o inizio immediato, mentre per il permesso di costruire servono i tempi burocratici
     
  11. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Forse hai apportato modifiche che ne hanno aumentato la volumetria.
     
  12. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Riepilogando: farò una manutenzione straordinaria (CILA), quindi l'acquisto autonomo degli scalini sarà soggetto ad IVA 22% sul quale potrò usufruire della detrazione 50%, ok?
     
  13. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Essendo manutenzione straordinaria controlla bene se le pietre le puoi portare in detrazione, se si credo che dovranno essere fornite dalla ditta che ti farà i lavori e in fattura verranno assoggettate all'IVA del 22% mentre il lavoro per la posa in opera al 10%. Se le acquisterai direttamente tu non potrai detrarle.
     
    A cec piace questo elemento.
  14. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Aiutooooo! La guida ADE gennaio '15 per le ristrutturazioni riporta fra le altre spese ammesse all'agevolazione "le spese per acquisto materiali" senza specificare da chi sono sostenute. Inoltre ad un quesito su fiscoetasse simile al mio era stato risposto dall'esperto "...... Se, come presumo, si tratta di manutenzione (ordinaria o straordinaria), l’acquisto dei materiali può beneficiare dell’IVA al 10% solo se effettuato dalla ditta che esegue i lavori. Se compra lei personalmente il materiale, non ha diritto all’IVA al 10%.
    Per quanto riguarda le detrazioni fiscali del 50%, può usufruire dell’agevolazione anche se acquista lei il materiale, purchè la fattura sia a lei intestata e saldata a mezzo bonifico bancario speciale (le banche hanno già predisposto un format per questo tipo di bonifici)" le due risposte non coincidono? Chi ha ragione? PS: anche il mio geometra non mi ha saputo dare una risposta precisa.
     
  15. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    allora: secondo me tutt ele spese sotenute per i lavori possono fruire delladetrazione del 50%, il problema dell'IVA (10 o 22%) secondo me puoi chiedere al fornitore di applicarti l'aliquota agevolata producendo tu una dichiarazione che è la stessa che dovrai dare a tutti i fornitori: Potrei non essere aggiornato ma...
     
    A cec piace questo elemento.
  16. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non tutti i lavori sono agevolabili, dovresti scaricare l'ultima versione dell'opuscolo dal sito dell'agenzia delle entrate.
    Ad esempio se vuoi sostituire i pavimenti di un immobile semplicemente perché sono vecchi o non ti piacciono più, quella è manutenzione ordinaria e pertanto non detraibile ma se i pavimenti vengono rimossi perché magari devi far mettere l'impianto di riscaldamento in un immobile che ne è sprovvisto e i tubi passano sotto il pavimento, in questo caso essendo l'istallazione di un nuovo impianto configurato come ristrutturazione edilizia leggera, anche i pavimenti rientrano in essa e pertanto sono detraibili ma essendo questi dei semilavorati scontano l'IVA al 22%.
     
    A cec piace questo elemento.
  17. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    esattamente quello che ho fatto, ma come vedete qui, non è chiaro, almeno per me!
     
  18. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'ultimo aggiornamento della guida è di aprile 2015 ed è questo:
    Le risposte alle tue domande le trovi a pag. 20 e l'inizio di pag 21.
    Attenzione a non confondere "manutenzione ordinaria", "manutenzione straordinaria", "restauro e risanamento conservativo" e "ristrutturazione edilizia".
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 3 Agosto 2015
    A cec piace questo elemento.
  19. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Le pietre sono come i mattoni, le piastrelle, la sabbia, il cemento.....
    Puoi fare l'acquisto autonomo al 22% e portarle in detrazione come acquisto di materiali!!!! E' proprio scritto sulla guida ADE: puo' richiedere la detrazione anche chi esegue in proprio i lavori sull'immobile limitatamente alle spese di acquisto dei materiali utilizzati!!! Tu ti acquisti i materiali in proprio e poi, visto che magari non li sai posare, lo fai fare al muratore e detrai pure la manodopera a parte per la posa...
     
    A cec e alberto bianchi piace questo messaggio.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina