1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. GIANA

    GIANA Membro Attivo

    Buongiorno a tutti,
    sono attualmente proprietaria di una abitazione principale e sto per firmare il contratto preliminare per l'acquisto di una nuova casa ancora da edificare. Prima di rogitare fra un anno circa per questa nuova abitazione prevedo di vendere quella attuale. Quale IVA devo applicare (4% oppure 10%) sugli acconti che darò all'impresa ad ogni SAL?
    In caso non riesca a vendere la vecchia casa entro il rogito, dovrò ovviamente pagare IVA al 10%. In sede di rogito, dovrò versare la differenza di IVA (6%)?
    Grazie.
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Finchè non è stata venduta l'altra casa non potrai avere fatture al 4% ma al 10%.
    Se nel frattempo riesci a vendere, le successive fatture potrai averle al 4% e ti farai fare nota di accredito IVA per la differenza IVA pagata al 10%. Nel momento del rogito se non hai venduto la precedente casa sei a posto avendo pagato l'IVA 10%, se hai venduto nel frattempo ti sarai fatta fare la nota di accredito e di conseguenza l'IVA pagata sarà tutta al 4% e quindi sei a posto anche per il 4%.
    Saluti.
     
    A possessore e Ennio Alessandro Rossi piace questo messaggio.
  3. GIANA

    GIANA Membro Attivo

    Avevo letto da qualche parte che non si può richiedere lo storno della differenza dell'IVA pagata in più.
    Mi sapete per favore dare i riferimenti normativi a cui fare riferimento?
    Grazie.
     
  4. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista



    No, non sono d'accordo.

    In tutte le vendite di nuove costruzioni effettuate è sempre stato fatto esattamente il contrario.

    Il requisito dell'impossidenza si deve avere al momento del rogito, non del compromesso, per cui gli acconti vanno pagati al 4%.
    Al momento del rogito, in caso di mancata vendita si pagherà la differenza dal 4% al 10%:

    L'IVA versata in più si può recuperare solo entro un anno, quella eccedente va persa.
     
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Prima di ricevere una fattura al 4% l'acquirente deve rilasciare dichiarazione per richiedere l' IVA agevolata dichiarando di averne tutti i requisiti.
    Se non li ha, perchè possiede un'altra abitazione, come puo' rilasciare dichiarazione sostenendo di non essere già in possesso di un'altra abitazione???
    Al di la delle dichiarazioni il responsabile dell'emissione di una fattura con IVA errata è chi la emette e non chi la riceve.
    Per cui il fornitore deve essere sicuro che all'acquirente spetta l'IVA 4%.
    Nel mio lavoro, per essere sicuri dell'IVA 4%, quando un'impresa edile emette fattura con IVA agevolata, facciamo una visura catastale del cliente!!!!
    E' successo più di una volta che l'acquirente aveva dichiarato il falso!!!
    E davanti all'evidenza non ha potuto che confermarci quanto avevamo già visto dalla visura catastale, per cui sostengo il mio precedente post. Saluti.
     
  6. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    dove insiste quest'altra casa ? nello stesso Comune (IVA al 10) in altro Comune diventa prima casa (IVA al 4)....m,ka il tutto puo' essere chjiarito dal notaio...
     
  7. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
     
  8. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    essezeta: giusta precisazione
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    allora non avete chiarito niente ciao
     
  10. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista



    Ho fatto centinaia di compromessi di vendita del nuovo e ti posso assicurare che è come ti dico: la dichiarazione che devi firmare dice che possiederai i requisiti all'atto del passaggio di proprietà.
    Quello è l'unico momento che vale.

    Qui non parliamo di imprese, ma di acquirenti privati e questa è la regola, proprio per evitare anche l'impossibilità di recupero dell'IVA se si supera l'anno.
     
  11. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' inutile impuntarsi, il risultato alla fine non cambia: se uno non ha pagato prima quello che deve lo pagherà alla fine e viceversa. Per le sue tasche non cambierà niente. Saluti.
     
  12. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Certo che cambierà.

    Se si tratta di una casa in costruzione, per la quale ci vogliono in genere dai 18 ai 24 mesi, se pago gli acconti con l' IVA al 20 , rischio di poter riscuotere la differenza...
    e sono soldi !

    Sono assolutamente certa di quanto affermo.
     
  13. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'IVA al 21% è solo per le case di lusso o le ville, la differenza di cui si parlava è tra il 4 e il 10%, quindi diminuisce di molto!!!
    Io comunque faccio sempre richiedere dichiarazione IVA agevolata firmata!
    Pensa nel caso uno si facesse costruire la cosiddetta "prima casa" su un suo terreno dichiarando che è la prima casa (e magari non lo è) sapendo che poi non ci sarebbe alcun atto notarile su cui pagare la differenza! Saluti.
     
  14. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista
    Ho sbagliato a scrivere, volevo ovviamente dire IVA al 10%, come nel post precedente.


    Ho sempre fatto firmare la dichiarazione per l'IVA agevolata come per legge, all'atto del compromesso o addirittura della proposta.

    Quasi sempre, gli acquirenti possedevano i requisiti al rogito, in caso contrario hanno pagato la differenza, ovviamente in fattura.
     
  15. GIANA

    GIANA Membro Attivo

    Ringrazio tutti quanti per l'interessamento al mio dilemma.
    Ma come posso firmare una dichiarazione per IVA agevolata all'atto della firma del compromesso, visto che in tale momento non ne ho ancora i requisiti?
    Mi sembra molto strano che l'Agenzia delle Entrate non sia mai intervenuta in proposito dando dei chiarimenti, poichè suppongo che vi siano svariati casi simili al mio.
     
  16. GIANA

    GIANA Membro Attivo

    In effetti, una mia ipotesi sarebbe quella di pagare gli acconti con IVA al 4% e poi eventualmente all'atto del rogito integrare con il 6% di IVA mancante in caso non sia riuscita a vendere la "vecchia" casa.
    Però, mi domando: il Fisco non mi potrebbe chiedere le sanzioni e gli interessi su questa differenza?
    Grazie mille.
     
  17. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista


    Te l'ho spiegato nel post n. 4 che riporto qui: il requisito prima casa deve esserdi al momento del rogito

    Mi chiedo se tu abbia letto le risposte ....:occhi_al_cielo:

    Ti posto la dichiarazione tipo:


    Bologna, ......................



    Spett. Società
    .......................
    Viale.................
    40100 BOLOGNA




    La sottoscritta ..................., cittadina italiana, nata a Bologna il ..................., residente a Bologna in Via ............., in qualità di acquirente dell'alloggio facente parte del fabbricato in corso di costruzione sito nel Comune di Bologna, ..................,denominato “...............”, di cui al preliminare di vendita del .....................ed avente le caratteristiche di cui al Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 02/08/1969,

    CHIEDE

    l'applicazione dell'aliquota IVA agevolata del 4% agli acconti fatturati da codesta società fino alla data dell'atto di acquisto, e a tal fine

    DICHIARA

    - che all'atto dell'acquisto sussisteranno le condizioni di cui ai punti a) e b) della nota II bis dell'art.1 della tariffa parte prima, allegata al testo unico delle disposizioni concernenti l'imposta di registro, approvata con DPR 26/04/1986 n.131;
    - che mi assumo ogni responsabilità in ordine ad eventuali modificazioni delle condizioni di cui sopra.

    IN FEDE
     
  18. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    non ti hanno ancora risposto perche' non sanno che pesci prendere !
    ed il notaio ? che dice ?
     
  19. bolognaprogramme

    bolognaprogramme Membro Assiduo

    Professionista

    :domanda::domanda::domanda::domanda::domanda:
     
  20. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    bologna : ahhh sì = risposta interessante =:domanda::domanda::domanda::domanda: = mumble mumble ?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina