1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. anna123

    anna123 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Buonasera a tutti,
    avrei un quesito da porre. Sono subentrata ad un contratto di locazione commerciale e ho versato al vecchio conduttore la somma del deposito cauzionale di tre mensilita' a suo tempo da lui dato al proprietario. Come da contratto il locatario ha provveduto ad aumentarmi il fitto in virtu' delle variazioni istat ex art. 32 della L.392/78... Contestualmente ha voluto che gli dessi l' aumento anche per la quota delle 3 mensilita' del deposito cauzionale gia' a suo tempo versato. E' una procedura corretta e prevista dalla legge? Sinceramente non ne ero a conoscenza.
    Grazie a chi vorra' rispondermi.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Il deposito cauzionale in materia locatizia è regolato all’art. 11 della Legge n. 392/78, la quale prevede che lo stesso non può essere superiore a tre mensilità del canone pattuito per l’affitto del bene. Esso è produttivo degli interessi legali, che debbono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno.
    Come da contratto il locatore (tu sei locataria) ha adeguato il canone secondo le variazioni Istat.
    Ma siccome tu sei subentrata in un contratto in essere, le clausole inserite sono valide e non possono essere modificate arbitrariamente, per cui la richiesta dell'aumento del deposito cauzionale non è fondata.
    La cessione del contratto comporta che tutti gli accordi intervenuti tra locatore e conduttore restano immutati, inoltre, comporta che il nuovo conduttore deve rispettare tutti gli accordi indicati nel contratto di locazione.
     
  3. anna123

    anna123 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    La ringrazio tanto per la risposta.
     
  4. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Come detto giustamente da @JERRY48 la legge stabilisce il tetto delle tre mensilità, il contratto può prevederne l' adeguamento...:stretta_di_mano:
     
  5. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se nel contratto è previsto l'aumento istat per il canone, potrebbe essere previsto anche l'aumento del deposito in base alle tre mensilità del canone
     
  6. eleonora buda

    eleonora buda Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Fa fede quello che riporta il contratto di locazione.
    Un'altra cosa da verificare è se il contratto prevede che il deposito sia fruttifero o infruttifero di interessi legali.
    Nel primo caso sarà il proprietario a fine locazione a restituire la cauzione addizionata degli interessi.
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E interessi annuali, non interessi sugli interessi.
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Jerry cosa intendi dire ad eleonora buda, con non interessi sugli interessi :stretta_di_mano:
     
    Ultima modifica: 10 Febbraio 2014
  9. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Interessi annuali, che se non vengono dati, non si dovranno sommare con gli interessi maturati negli anni successivi.
     
  10. anna123

    anna123 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Buonasera,
    avrei un altro quesito. Sempre con riferminento al sopracitato art. 32 della legge 392/78 mi risulta che su un canone mensile di 390 euro la rivalutazione con aggiornamento istat annuale nel 2013 dovrebbe essere di 393,22 euro. E' possibile che il proprietario da 390 euro mi ha chiesto 430 euro? Non e' questa una violazione delle disposizioni contrattuali da noi sottoscritte?
    Grazie
     
  11. JERRY48

    JERRY48 Ospite

  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    L'aumento istat annuale si applica dal mese in scadenza, nel 2013 ci sono mesi che l'aumento era del 1,1% ad agosto del 0,8% ad settembre, del 0,7% ad ottobre, del 0,6% ad novembre, e del 0,6% a dicembre, dove l'applicazione è del 100% altrimenti vanno ridotti al 75%
     
  13. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    adimecasa,
    locazione commerciale : 75%
    ho fatto il conteggio sul valore ISTAT ultimo pubblicato sulla G.U.
     
  14. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sei rimasto indietro. L'art. 32, comma 2 della legge n. 392/78 ha subito qualche modificazione, con effetto dal 1° marzo 2009.
     
  15. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Melius deficere quam abundare!
     
  16. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se il contratto ad uso diverso poteva avere come tanti contratti ancora in essere che tutt'ora amministro con istat al 75% niente abundare melius
     
  17. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Necessiterebbe una traduzione in italiano. E non mi riferisco alle parole in latino.
     
  18. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Traduzione in italiano per i duri di comprendomio, gestisco contratti commerciali da oltre 30 anni sempre applicato gli aumenti ISTAT al 75% come da contratto in essere, pertanto la polemica si poteva evitare, usando un minimo di intelletto, che qualcuno nel forum dimostra di avere e non lo sa usare, ne applicare
     
  19. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Qualcuno, ossia tu.
    I contratti a uso diverso da quello di abitazione con durata superiore a quella di cui all'articolo 27 della legge n. 392/78 possono avere le variazioni in aumento del canone in misura superiore al 75% dell'indice di riferimento.
    Ciò vale anche per i duri di "comprendoMio".
     
  20. anna123

    anna123 Membro Junior

    Inquilino/Conduttore
    Quindi, a prescindere da tutto, l' aumento che mi e' stato proposto ( e a cui io ho ottemperato) camuffato da adeguamento istat di ben 40 eurini ( da 390 a 430 ) e' un abuso o no? Non rientra la mia situazione in una somma indebitamente versata ex art. 79 l. 392/78 e quindi di una violazione da parte del locatore di un accordo contrattuale?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina