1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    Sono socia in minoritaria di una srl che non se la sta cavando molto bene data l'enorme crisi del nostro settore e non so quanto ancora riusciremo a resistere o vorremo farlo , aimè ho un prestito in banca concesso con la firma di garanzia ,e tutte quelle clausole piccole piccole, e se non fossi in grado di restituire il debito con la mia srl e dovessi malauguratamente portare i libri in Tribunale la mia casa a che punto della storia potrebbe essere requisita o pignorata ??? anche se ha un mutuo sopra???
    per favore aiutatemi a capire così che posso tutelarmi grazie gigetta
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Chiaramente: il tuo creditore accende un' ipoteca di secondo grado sull' immobile e si acccorda con la banca per la vendita forzata. Quando la casa viene venduta prima si deve soddisfare il credito della banca e il resto va al tuo creditore. Se avanza altro e' tuo. Normalmente queste operazioni le fanno quando l' appartamento e' grande o e' situato in una posizione stategica per cui il valore e' alto. Oppure se la prima ipoteca e' relativamente bassa rispetto al valore della casa. Se no al secondo creditore non rimarrebbe nulla.In tal caso cerchera' di rifarsi su altri beni: l' auto o altre cose di valore che la legge permette di esere pignorate e che non cadano nell' ipoteca bancaria.
     
  3. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    Grazie Carlo Alberto
     
  4. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    risposta

     
  5. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta posso ancora disturbarTi chiedendoTi secondo te se la casa che è una grossa casa con grande giardino , vista la crisi, non si vende nel frattempo ci posso continuare ad abitare oppure no???
    grazie della risposta Gigetta
     
  6. Alvarez

    Alvarez Nuovo Iscritto

    Essendo una SRL non credo che il creditore non soddisfatto possa pignorare l'auto o altre cose di proprietà personali a meno che l'auto e altri assets non siano intestati alla ditta; credo che saranno oggetto di ipoteca e pignoramento tutti quei beni, anche personali, dati in garanzia alle banche e ai creditori con firme e fideiussioni. La mia esperienza mi suggerisce questo a meno che non siano subentrate modifiche di rilievo in questi ultimi tempi
     
  7. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    Ma scusa, l'errore principale è stato quello di offrire delle garanzie personali per una Srl che come tale è una Società di capitale a responsabilità limitata e quindi in grado di rispondere in proprio per il capitale societario. Le banche fanno sempre le furbine e cercano di pararsi le... dicamo le spalle... richiedendo garanzie personali ma per nulla obbligatoriamente dovute, personalmente con i miei soci mi sono sempre rifiutato di dare garanzie personali a tutte le banche con le quali abbiamo lavorato e ti dirò di più, appena qualcuna cercava di forzare la situazione l'abbiamo eliminata andando alla concorrenza ed abbiamo sempre trovato risposte al meglio nonostante che come tutti di questi tempi non si naviga certamente nella serenità.
     
  8. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    Vediamo di passare alle cose pratiche.
    Visto che ti interessa conoscere quale pericolo corre il bene per prima cosa sarebbe necessario,per il mutuo, conoscere:
    1) Il debito residuo ad oggi,
    2) il valore ad oggi della casa
    3) quando scade il mutuo
    Cosa primaria è quella di restare sempre in pari con il pagamento della rate, così la banca mutuante non ha interesse a promuovere nessuna azione forzata.
    Quindi il pericolo può venire da una eventuale ipoteca di secondo grado la quale può essere determinante a stabilire che , una volta venduto il bene all'asta, potrebbero essere soddisfatti sia la banca che ha concesso il mutuo sia il creditore in secondo grado. In caso contrario colui che ha iscritto l'ipoteca in secondo grado non ha interesse a porre in essere azioni di recupero. Quindi in questo caso ,se il secondo creditore si muove ricorrendo ad una azione forzata di recupero, anche la banca mutuate nonostante tu sia in pari con i pagamenti è costretta anche lei ad accodarsi per insinuarsi nella procedura. In caso contrario Eventualmente quando il mutuo scadrà, l'ipoteca di secondo grado passerà in primo grado,con le conseguenze del caso.
    Quindi se il valore attuale della casa non è sufficiente a coprire entrambi i debiti,fino alla scadenza del mutuo, potresti stare abbastanza tranquilla.
    Questo in via di massima ma non conoscendo niente della situazione anche in rapporto al rilascio di eventuali fidejussioni potrei avere detto delle cose in esatte.
    Comunque fatti seguire da persona competente in materia.
    ciao
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  9. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    allora...
    il fornira garanzie personali è fondamentalmente un errore, però se credi nella tua azienda e vedi il prestito una soluzione momentanea che serve e poi il lavoro potrà rifondere il debito, si fa, spesso senza pensare alle conseguenze che poi però se le cose non vanno come previsto i nodi vengono al pettine
    per mia esperienza il ceditore, quando vede la difficoltà a rientrare delle somme, non si preoccupa del valore della casa e del mutuo, avvia la procedura d'ipoteca e poi procede all'escussione

    la cosa migliore, sempre che la tua garanzia personale sia generica, se vedi che la situazione non avrà sbocchi è cedere in qualche modo la proprietà prima che la banca arrivi ad accendere l'ipoteca di secondo grado, per esempio, se la casa è cointestata cedere la tua quota magari rimanendo garante parziale del mutuo così da non creare problemi con la situazione esistente

    non è semplice ma se sei in tempo ti consiglio di provarci
     
  10. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    Si la mia villa dovrebbe bastare a pagare i debiti , ma ho anche altri beni possono entrare anche questo nel mio debito??
     
  11. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    tutto quello che è tuo, fino a che non saranno soddisfatti i tuoi creditori
    se non ci sono riferimenti precisi legati alle garanzie, liberati di tutto quello che puoi
    la casa è facile aggredirla in quanto immobile, registrato, ecc., ma anche il resto è raggiungibile
     
  12. Alvarez

    Alvarez Nuovo Iscritto

    Se io prevedessi che la mia azienda SRL fosse destinata ad andare in liquidazione o in fallimento, cercherei di ridurre al massimo l'esposizione con le banche o i creditori che hanno la mia firma personale a garanzia in modo tale che con la vendita della villa verrebbero soddisfatti e, così, gli altri beni tuoi personali resterebbero fuori da ogni eventuale pignoramento. Perché se con la vendita della villa non riuscirai a soddisfare, magari con una transazione, completamente tali creditori, essi potranno rivalersi anche sugli altri tuoi beni personali. In poche parole, una volta soddisfatti i creditori garantiti con la tua firma personale, tutti gli altri potranno solo rivalersi sulle attività aziendali se sufficienti, altrimenti come si usa dire : ciccia.
     
  13. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    Alvarez grazie per i consigli, non è facile di questi tempi vendere o anche svendere una casa o terreno.... nessuno compra più niente...e quindi le mie soluzioni diventano sempre più difficli..gigetta
     
  14. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo me una villa, grande e magari anche bella, specie se in un posto attraente attira l'attenzione di gente che, nonostante il periodo di crisi non ha problemi di contante (del resto i soldi all'estero si continua a portarli...) e pertanto potrebbe acquistarla.

    comunque è vero che non andrebbero mai dati beni personali in garanzia ma è anche vero che se io fossi una banca non darei mai soldi a chi non è disposto a rischiare del proprio ed intende fare attività esclusivamente con il rischio a mio carico. le banche sono autorizzate allo strrozzinaggio legalizzato ma non devono neppure rischiare di fallire lasciando tutti con il c.. nell'acqua per sponsorizzare chi non ha saputo, anche per il periodo contingente, fare bene i suoi conti. Un tempo le case si vendevano sulla carta con guadagni stratosferici, oggi non si vendono neppure finite e si parla di svendere anche solo per riportare le cose a prezzi ragionevolmente legati al valore del bene solo perchè nessuno accetta di guadagnare anche un euro meo di prima.
    Ma non disperare, vedrai che qualcuno con i soldi in contanti si trova sempre, magari accontentandosi si vendere a meno. Due amici hanno comprato casa a Milano, offrendo 30.000 euro in meno ma il proprietario ha accettato subito perchè li avevano sull'unghia. quindi se decidi di vendere casa prima che ci iscrivano una seconda ipoteca secondo me ce la puoi fare. in ogni caso corri da un bravo avvocato.
     
  15. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    ma non è assolutamente vero che senza garanzie personali la banca non sia cautelata, c'è il capitale sociale proprio per quello e se poi il giro d'affare aumenta aumenta il guadagno per tutti, banche comprese.
     
  16. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    aiuto

    E' facile parlare quando le cose vanno bene tanta gente , come me , ha dato garanzie personali alla banca e poi , col senno di poi, si accorge che la CRISi si intensifica, invece di migliorare, e la situazione si fa sempre più difficile.... e ormai la firma l'hai data... e le banche ancher su richiesta NON te la fanno togliere a meno che non gli ridiai soldi prestati.... è durissima.... ogni giorno mi sembra peggio... chissà le elezioni..... se in un senso o nell'altro ..
     
  17. AlbertoF

    AlbertoF Ospite

    vorrei rispondere a Bussolegna a proposito di rilascio di garanzie.
    Si costituisce una Srl per non avere problemi di responsabilità in futuro pretendendo che qualche grullo ti conceda tutti i mezzi necessari per fare un certo lavoro. Conclusione : se non hai fiducia te nella tua azienda (perchè non intendi rilasciare garanzie appropriate) pretendi che la deve avere una banca che non ti conosce per niente ed utilizza per te i soldi degli altri?
    Ciao
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  18. Busolegna

    Busolegna Nuovo Iscritto

    ma no, non hai capito, hai un'azienda con un proprio capitale sociale e fino a quello rispondi, se poi vuoi andare oltre si dicute ma questo è un altro ragionamento che comunque ti assicuro esserci anche andato e senza rilasciare mai garanzie singole dei relatiovi soci
     
  19. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    dipende dal capitale e dal credito che abbisogna

    se il cap sociale è 10.000 €, voglio vedere quanto la banca ti concede senza ulteriori garanzie, non ti fanno nemmeno un contratto di factoring
     
  20. gigetta

    gigetta Nuovo Iscritto

    Griz buom giorno sono stata un po occupata, quindi vorrei riprendere qui la discussione ..cosa intendi per cedere la villa cointestata e mantenere il debito nella metà?? grazie Gigetta
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina