1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Kalamia

    Kalamia Ospite

    Vorrei sapere che cosa si intende per categoria A8? Di lusso? Quanti m2? Quanti piani? Quqnti bagni? etc...
     
  2. nicoz

    nicoz Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il Consiglio dei Ministri, in data 21 maggio 2008, ha approvato con decreto l’abolizione dell’Imposta comunale sugli immobili (ICI) sulla prima casa. Il taglio entra in vigore dal primo acconto di giugno e riguarda anche le pertinenze dell’abitazione principale (garage, cantine, box auto, ecc.). Restano esclusi dallo sgravio gli immobili di categoria A1, A8 e A9, ovvero abitazioni di lusso, ville, castelli, ai quali non si applica la ulteriore detrazione dell’1,33 per mille;

    un’indagine pubblicata sul quotidiano “Corriere della Sera” del 6 giugno 2008 (pag. 8), rileva che il numero dei fabbricati destinati ad uso abitativo accatastati come abitazioni di lusso, appartenenti alle categorie A1, A8 e A9, sarebbe largamente inferiore alla reale insistenza sul territorio di queste tipologie di immobili;

    in particolare, dalla stessa indagine si apprende come la distribuzione sul territorio dei fabbricati accatastati secondo tali categorie di riferimento (A1, A8 e A9), presenterebbe notevoli incongruità tra le diverse Province e Regioni, risultando, ad esempio, la Provincia di Genova (900 mila abitanti) quella con più immobili di lusso, con 4.455 fabbricati accatastati nella categoria A1, contro i 2.124 di Roma (2.700.000 abitanti) – dove, nella celebre Piazza di Spagna, solo un immobile risulta accatastato in questa categoria -, contro i 961 della Provincia di Milano e i 221 della Provincia di Venezia;

    osservato che:

    la situazione descritta si configura come iniqua disomogeneità nel trattamento fiscale dei cittadini, risultando evidentemente i parametri utilizzati ai fini della valutazione della categoria catastale di un dato immobile differenti nei diversi comuni e non rispondenti allo stesso modo alle direttive centrali emanate dall’Agenzia del Territorio;

    per sapere:

    se il Ministro intenda verificare questa situazione, e, qualora sussistesse, intenda intervenire per disporre la revisione delle categorie catastali sulla base di un piano di aggiornamento continuativo di rilevazioni sul territorio, coordinato a livello nazionale dall’Agenzia del Territorio.:disappunto:
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina