1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. mavi di noia

    mavi di noia Nuovo Iscritto

    Ciao, ho un pò di reticenza nel porvi questo caso perchè è complicato e spero di essere il più chiara possibile.
    Avrei bisogno, però, di avere soluzioni "certe" (per quanto sia possibile) che io non riesco a trovare.
    Mio marito è comproprietario, insieme ad altri, di un edificio di nuova costruzione, costruito su proprietà distinte dei singoli comproprietari. In effetti il Comune, ha, in un certo senso, obbligato i proprietari a costruire insieme, poichè la costruzione di uno solo avrebbe pregiudicato il futuro realizzo degli altri.
    Comunque sia ora siamo in comproprietà. I cantieri, pur essendo ultimati i lavori dell'immobile, non sono chiusi perchè c'è da operare all'esterno dell'edificio, e manca la presentazione della variante al progetto originario.
    Bene. Un comproprietario si rifiuta di firmare la variante (correggo, avanza pretese su pretese, ormai è passato un anno). Il resto dei comproprietari vorrebbe dividere.
    La normativa edilizia rende nulli gli atti di divisione di immobili costruiti in assenza di permesso di costruire (e non è il nostro caso) oppure in difformità (e sarebbe che ancora non è stata presentata la variante)?
    Vorrei conferma sulla portata della norma. Se allo stato attuale non possiamo dividere consensualmente (e anche qui ci sarebbero problemi con lo stesso comproprietario), ha senso procedere direttamente con una divisione giudiziale?? nel giudizio il ctu comunque constaterebbe l'impossibilità alla divisione....
    Insomma siamo nelle mani di questo comproprietario, che solo per gentilezza/regolamento definirei capriccioso, e senza via di scampo?
    Ho delle possibilità per "costringere" questo signore a firmare una variante da lui voluta e ora rinnegata?
    La variante, è veramente pregiudizievole al fine di una divisione davanti al giudice?
    Se qualcuno riuscirà a farmi uscire dal circolo vizioso .... gliene sarò grata :fiore:
     
  2. Marco Giovannelli

    Marco Giovannelli Membro dello Staff

    Professionista
    scusa, la variante VA FATTA PRIMA di apportare modifiche all'abitazione. Accatastate e dividete successivamente. Soltanto allora andrà richeista la variante.

    saluti
     
  3. mavi di noia

    mavi di noia Nuovo Iscritto

    Grazie per la risposta Marco, abbiamo già accatastato ...
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina