1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. robyroby

    robyroby Membro Attivo

    buongiorno a tutti. ho un quesito... io ho dato un mio appartamento in affitto che era appena stato tinteggiato, come indicato nel contratto stipulato con l'affittuario. E' corretto che la casa mi venga restituita nelle medesime condizioni. Fin qui ok. ma se l'affittuario resta dentro solo un anno e sostiene che non c'è bisogno di tinteggiatura? cosa posso chiedere? perché posso anche essere d'accordo con lui che al momento non ha bisogno di tinteggiatura, ma tra qualche anno... e chi mi paga il lavoro? il povero nuovo affittuario che non c'entra? grazie mille a chi mi possa dare un aiuto
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Proviamo a vedere la cosa da un altro punto di vista. Se la casa non ha bisogno di ritinteggiarsi, farlo vorrebbe dire spendere inutilmente dei soldi, dare un ulteriore strato di colore che abbruttirebbe i muri, creerebbe sfogliazione in futuro. L'ex-conduttore, contrariato, incaricherebbe un imbianchino che farebbe il lavoro approssimativo, sporcando battiscopa e casse delle porte. Insomma il risultato potrebbe essere peggio della situazione attuale. Come ho già detto, spendere dei soldi inutilmente è sempre un delitto, a prescindere da chi lo fa.
    D'altronde l'ex conduttore, avrà appeso un quadro, un segno sulle scale gli sarà scappato, invitalo a fare quelle piccole attività per cui al prossimo conduttore tu possa, ancora una volta, far vedere l'immobile perfettamente tinteggiato.
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  3. robyroby

    robyroby Membro Attivo

    grazie mille... sono d'accordo con quanto hai detto. è quel che farò. ciao
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    alle osservazioni di Giamonelli ne aggiungo un'altra: di inquinamento (e le vernici sono molto inquinanti) ne abbiamo già abbastanza. il nuovo conduttore dovrebbe sopportare inutilmente l'odore delle vernici e respirarne le sostanze inutilmente. Ottima davvero, come hai prontamente riconosciuto, l'idea di Giacomelli.
     
  5. arcobaleno

    arcobaleno Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Di solito quando si da in affitto un locale già tinteggiato alla fine del contratto dovrebbe essere consegnato ritinteggiato a nuovo. Io non tinteggio mai prima di affittare, perchè se l'inquilino ama colori diversi, lui ritinteggerà. Alla fine del contratto però non chiedo che si tinteggino i muri. ciao
     
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x robyroby approvo la domanda di arcobaleno, ma se sono stati tineggiati anche solo dopo un anno un ripassata la deve fare come un ripulata alla cucina bagno e altro, non credo che sia rimasto uguale e le penetrazioni della cucina e bagno lascia a desiderare, io non ci abiterei se non verrà riverniciato: altre soluzioni c'e ne sono?? ciao adimecasa;)
     
  7. Giovanni de Matteis

    Giovanni de Matteis Nuovo Iscritto

    Credo che -indpendentemente dalla durata della locazione- l'immobile vada riconsegnato nelle condizioni iniziali con ritinteggiatura fatta a spese del conduttore uscente ma con maestranze di fiducia del proprietario. Una casa -anche se abitata poco-presenta sempre i segni dell'uso (quadri, mobili poggiati alle pareti, pensili e quant'altro ....)
    Giovanni de Matteis
     
  8. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Punto di vista rispettabile, ma temo si presterebbe a grossi abusi. Il locatore ha solo pittori da preventivi da paura!
     
  9. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io non sono d'accordo, perchè se la casa è stata consegnata tinteggiata, non è detto che solo dopo un anno il conduttore debba ritinteggiare per riconsegnare la casa come l'ha ricevuta. D'altronde si paga l'affitto per questo, cioè per l'uso della casa e quindi il normale uso prevede anche che i muri si "sporchino".
    Con un normale utilizzo non credo sia necessario tinteggiare a meno che il conduttore non abbia sporcato i muri con spaghetti, pomodori eccetera.
    Cosa vuol dire perché posso anche essere d'accordo con lui che al momento non ha bisogno di tinteggiatura, ma tra qualche anno... e chi mi paga il lavoro? Vuol dire che il conduttore si deve preoccupare per la tinteggiatura futura?
    Mi sembra veramente assurdo.
    Se la casa viene data in affitto vuol dire che il proprietario deve mettere in conto che la "casa" si deteriori con il tempo, e l'affitto deve essere corrisposto per l'uso ma non per le conseguenze dell'uso. quindi se c'è un divano non si può usare altrimenti si consuma?
    Secondo me e secondo qualche sentenza (che cercherò di reperire), la tinteggiatura è considerata normale uso e come tale non deve essere rifatta.
    Ciao
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Dal Codice Civile :
    Art. 1590

    Restituzione della cosa locata.

    . Il conduttore deve restituire la cosa al locatore nello stato medesimo in cui l'ha ricevuta, in conformità della descrizione che ne sia stata fatta dalle parti, salvo il deterioramento o il consumo risultante dall'uso della cosa in conformità del contratto.
    [II]. In mancanza di descrizione, si presume che il conduttore abbia ricevuto la cosa in buono stato di manutenzione.
    [III]. Il conduttore non risponde del perimento o del deterioramento dovuti a vetustà.
    [IV]. Le cose mobili si devono restituire nel luogo dove sono state consegnate.

    :daccordo:
     
    A Adriano Giacomelli, arianna26 e totu paladini piace questo elemento.
  11. Franca68

    Franca68 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    C'è una sentenza del Pretore di Padova che dice che in generale l'eventuale
    clausola che preveda la riconsegna dell'immobile nello stesso stato in cui è stato consegnato
    all'inizio della locazione deve ritenersi nulla in quanto l'affitto è già remunerativo
    del normale degrado dovuto all'uso subito dall'immobile.
    E che Con riferimento agli obblighi gravanti sul conduttore al momento della riconsegna
    dell'immobile al termine del rapporto locativo, rientrano nel normale degrado d'uso
    i fori da tasselli nel rivestimento della cucina derivanti dalla necessità di appendere
    pensili e i fori per il sostegno delle tende. Inoltre, la tinteggiatura non può essere posta a carico del conduttore, atteso che rientra nel normale degrado d'uso il fatto che dopo un certo periodo di tempo i mobili e i quadri lascino impronte sulle pareti.
    * Pret. civ. Padova, 24 giugno 1997, n. 345, Sada c. Rampado, in Arch. loc. e
    cond. 1998, 113
    Quindi, a meno che la tinteggiatura sia dovuta per ripristinare le pareti ad uno stato precedente (per coprire graffiti, murales, affreschi etc.) tali spese sono a carico del locatore.

    Naturalmente poi la legge italiana è formulata per essere interpretata, e ci sono sempre tante interpretazioni, quindi credo che la questione si debba poi rimettere al buonsenso, ma se la casa è stata consegnata tinteggiata e deve essere restituita dopo un anno, non credo ci sia la necessità di una nuova ritinteggiatura sopratutto se lo afferma l'inquilino e anche la proprietaria. la questione che non capisco è la sua preoccupazione della tinteggiatura tra qualche anno, se l'inquilino sta andando via? che responsabilità può avere tra qualche anno?
    lo chiedo a RobyRoby, che vuol dire tra qualche anno?
     
    A maidealista piace questo elemento.
  12. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    Risposta x midealista dipende come sia stata abitata, comunque ad eccezione dell'uso normale della cosa altro non deve aggiungere un anno è poco se è stata trattata da buon padre fi famiglia????ciao adimecasa;)

    Aggiunto dopo 14 minuti :

    Risposta x franca68 la sentenza dice anche che il contratto a durata molto superiore a quella in discussione che è di un anno l'imbiancatura di un appartamento supera il canone percepito x un anno ;) ciao adimecasa:daccordo:
     
  13. robyroby

    robyroby Membro Attivo

    per franca68. spiego la frase "tra qualche anno". esempio: domani affitto l'appartamento e non posso mettere ritinteggiato nel contratto perchè non lo è. se poi per sfortuna, cosa che non spero naturalmente, l'appartamento venisse affittato per i 10 anni prossimi per un periodo non superiore ad un anno, in media, da affittuari diversi... a nessuno potrei chiedere di ridarmi l'appartamento ritinteggiato. tra 10 anni devo rifarlo a spese mie. allora, a questo punto viste le sentenze, etc etc tanto valeva non iniziare nemmeno a darlo tinteggiato e nemmeno indicarlo nel contratto. tanto non posso pretenderlo, giusto?
     
  14. arcobaleno

    arcobaleno Membro Junior

    Proprietario di Casa
    allora consegnatelo non tinteggiato.;) fine del problema. Tanto si sa che alla fine quando l'inquilino esce ci sono sempre dei lavori da fare e soldi da spendere.
     
  15. robyroby

    robyroby Membro Attivo

    si hai proprio ragione. d'ora in poi farò così. grazie a tutti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina