1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Buonasera a tutti,
    nella causa di sfratto per morosità di locale comerciale, la società conduttrice ,contesta il debito condominiale relativo alle spese di riscaldamento adducendo di non essere mai stata invitata in assemblea. Di chi era l'onere di convocare l'inquilino, mio o dell'amministratore?

    grazie per eventuali risposte
     
  2. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    L'art.10 legge 392/78 non si applica alle locazioni commerciali; il suo inquilino quindi non ha diritto di partecipare all'assemblea di Condominio.
    A mio modesto parere, contrariamente da quanto sostenuto da molti, nulla a tal riguardo è stato innovato con la riforma del 2012.
    Importante che lei abbia documentato al conduttore le spese chieste e di cui risulti moroso.
     
  3. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    L'amministratore ha sempre inviato al conduttore il riparto spese e i solleciti di pagamento e anche io ho scritto raccomandate a riguardo.

    Perdoni l'ignoranza,
    l'art 10 legge 392/78 si riferisce quindi solo alle locazioni abitative?

    grazie ancora
     
  4. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Credo che l'amministratore non debba inviare comunicazioni ad un inquilino, ad eccezione di quelle concernenti la convocazione di assemblea per il riscaldamento. E' compito del proprietario/condomino/locatore, ad esempio, fornire al proprio inquilino la documentazione relativa ai preventivi ed ai consuntivi condominiali e provvedere alla ripartizione delle spese condominiali tra lui e l'inquilino medesimo. D'altronde i decreti ingiuntivi relativi alle morosità concernenti le spese condominiali l'amministratore li invia al condomino, non al suo inquilino.
     
  5. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    In genere nei contratti di locazione commerciale si specifica a chi e quali sono addebitate le spese condominiali.
    E s'invia una copia del contratto all'Amm.re
    Così si evitano equivoci e malintesi
     
  6. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma l'amministratore non deve avere a che fare - ad eccezione del riscaldamento, nel quale l'inquilino ha diritto di voto - con l'inquilino, tant'è vero che un eventuale decreto ingiuntivo per morosità lo invia al condominio/locatore.
     
  7. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Infatti nel contratto è specificato che le spese condominiali sono a carico del conduttore, eccetto ovviamente la quota della proprietà. L 'amministratore in questi anni ha sempre suddiviso le quote ed inviato a ciascuno, Locatore/ Conduttore, il riparto spese rateale, preventivo e consuntivo.
    Purtroppo i conduttori sono "morosi seriali" quindi hanno cercato ogni scusa circa il debito che hanno maturato, ivi compreso quello condominiale.
    Hanno usato ogni mezzo per impietosire.......è arrivata in tribunale con i bambini
     
  8. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Purtroppo lo so che il decreto ingiuntivo l'amministratore lo fa al locatore.

    Potreste specificare esattamente su cosa il conduttore ha diritto di voto circa le spese di riscaldamento e acqua calda?
    In questi anni non ci sono state assemblee per modifiche sui servizi erogati, vedi orari di accensione o cambiamenti anche nel riparto rateale sui cui votare.
    Forse poteva esprimersi sull'approvazione del consuntivo spese ordinarie?
     
  9. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    In genere nel contratto commerciale si specifica che tutte le spese condominiali sono a carico del conduttore,ossia comprensive della quota parte dell'assicurazione fabbricato e quota parte del copenso amm.re.
    Quindi dovrebbe essere un'affaire tra condominio e conduttore.
    Certo se il conduttore 'scappa' con le morosità condiminiali,il cerino resta in mano al locatore.
    Ma non mi sembrea questo il caso...
     
  10. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Oddio spese di riscaldamento,immagino sia un ufficio.
    I locali commerciali(C1) hanno spese condominiali infime in quanto essendo su strada non partecipano alle spese di scala ne appunto al riscaldamento
     
  11. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I bambini sono suoi, non tuoi. Gliel'hai detto (per quello che serve) al giudice? Purtroppo esiste "l'abitudine" di fare figli che si sa di non essere certi di poter mantenere!
    La faccenda mi ricorda la commedia di De Filippo "Filumena Marturano". Per costringere Domenico (don Mimì) al matrimonio e ad abbandonare una condotta immorale, Filumena si finge morente, coinvolgendo nell'inganno un medico e il prete che celebrerà il matrimonio in articulo mortis con Domenico che la sposa con la prospettiva, errata (anche lui cade nell'inganno), che il legame duri poco.
    Morale della favola:
    I fi'i so' piez' e core,
    fanno bene al conduttore!
     
  12. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Essendo su strada non partecipano al riscaldamento? Grazie.
     
  13. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    I figli non sono compresi nel contratto ed è abbastanza vergognoso usarli per pietire.
    Per chiarezza l'immobile è un negozio di notevoli dimensioni e ha il riscaldamento centrale da sempre , impossibile staccarsi, ho già provato più volte, ma entro il 2016 verranno posizionate le valvole quindi la convenienza a staccarci non c'è più.
     
  14. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma allora i figli non c'entrano, mica devono andare via da una casa d'abitazione!!! Dillo al tuo avvocato.
     
  15. ziggy

    ziggy Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Dai comportamenti si denota la pochezza di certe persone.........e la mia stupidità a non averla cacciata prima.
     
  16. key

    key Membro Attivo

    Professionista
    Il riscaldamento e'equiparabile ad un'utenza.
    La responsabilita'in solido del locatore per un'utenza e'titta da dimostrare.
    Situazione rara e complicata
    La decidera'il giudice.
    Comunque al prossimo conduttore,stacca Il riscaldamento.
    Che Si metta I climatizzatori come fanno tutti.
    Altrimenti non c'e'contratto che tenga.
     
  17. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    ...quando non è ancora conduttore.
     
  18. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Esatto!

    TITOLO I
    Del contratto di locazione
    Capo I
    Locazione di immobili urbani adibiti ad uso di abitazione
     
  19. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Nemmeno quelle.
     
  20. Un giocatore

    Un giocatore Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    In effetti sembra che a convocare per l'assemblea l'inquilino sia il suo locatore. Sembra perché la legge non lo dice chiaramente, tant'è che la giurisprudenza è dovuta intervenire con sentenze di solito a favore dell'ipotesi che sia il locatore a dover avvisare il conduttore.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina