1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao ragazzi un condomino del mio palazzo ha causato danni al proprietario della villa confinante con il quale siamo in comproprietà del muretto di recinzione (visto che abbiamo tutti il giardino) ho fatto presente all'amministratore dell'accaduto perchè il confinante intende denunciare il condominio al completo . L'amministratrice mi ha risposto che lei se ne lava le mani perchè il confinante per lei non è nessuno e quindi lei non risponde.
    Ora mi domando: ma quando io ho fatto presente all'amministratrice che il condomino ha combinato guai lei non doveva per correttezza informarsi e verificare il tutto ?
    Inoltre se il confinante cita in causa tutto il condominio io posso astenermi tutelandomi prima con una lettera scritta all'amministratore , in quanto penso sia compito di chi ha causato il problema porre rimedio?
    E poi è guisto che l'amministratore si senta sollevata dal dover intervenire?
     
  2. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    La responsabilità dell'amministratore è circostanziata alle parti comuni. Quest'ultimo infatti deve curare che i beni comuni non arrechino danni agli stessi condòmini o a terzi. Nella fattispecie, dunque, la responsabilità ricade esclusivamente sul condòmino colpevole.
    (Che tipo di danni avrebbe comunque causato costui?)
     
    A ely piace questo elemento.
  3. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    la condomina essendo a piano terra senza avere approvazione a tolto buona parte del giardino e a pavimentato senza mettere pozzetti per il drenaggio dell'acqua ...quando ha visto che l'acqua piovana non drenava ha pensato bene di fare un buco nel muretto di recinzione condominiale e scaricare il tutto nella proprietà del vicino che quando si è accorto si è arrabbiato , ha fatto presente all'amministratore il fattaccio (tra l'altro io avevo già avvertito l'amministratore tramite email che non mi sembrava corretto il lavoro fatto dalla condomina) ma l'amministratrice non si è degnata di uscire a verificare il tutto perchè a suo dire : "io nelle proprietà private non entro" non è mio lavoro nemmeno sentire il vicinato....ora dopo tutto questo casino io ho presentato alla medesima lettera scritta dove mi lamento per il suo comportamento e che se verrò citata in causa dal vicino mi asterrò completamente dal risarcire danni causati da un altro.
    Sai cosa mi ha risposto? che non c'è nessun problema se verremo citati in causa prenderemo un avvocato per rispondere al vicino danneggiato :disappunto:. La mia risposta è stata : in causa ci vai tu insieme agli altri condomini io ne resto fuori :triste:
     
  4. meri56

    meri56 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se fosse citato in giudizio il condominio non si può dire "io ne resto fuori" e basta. C'è la possibilità di non partecipare alla causa, il che presuppone che non si intende partecipare perchè si ritiene di essere in torto, ma in caso di condanna del condominio al risarcimento del danno si evita solo di partecipare alle spese di causa e non al risarcimento del danno stesso.
    Non capisco piuttosto perchè non prendiate nessuna iniziativa nei confronti della condomina che ha causato tutto il problema. Se è intervenuta senza autorizzazione su una parte comune (muretto di recinzione) perchè non le intimate di chiudere il foro praticato e di provvedere al deflusso delle acque piovane con un lavoro eseguito a regola d'arte? E perchè non cominciate a dirle, in forma scritta ovviamente, che la ritenete responsabile dei danni causati a terzi per le modifiche apportate senza autorizzazione alle parti comuni? A quanto scrivi il muretto di confine è una proprietà comune e quindi l'amministratrice deve intervenire.
     
    A ely piace questo elemento.
  5. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Nel momento in cui il proprietario danneggiato scriverà al condominio, quest'ultimo dovrà intervenire per eliminare il danno. I costi relativi saranno addebitati al condòmino che ha causato, con il buco, il danno.
     
  6. Camillo49

    Camillo49 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Continuo a complimentarmi con Dolly per le sue risposte precise e puntuali. Tanti, però, continuano a non "leggerle". Se, come ely fa capire, la proprietà del giardino (e del muretto) non è condominiale, perché il vicino dovrebbe citare in causa tutto il condominio?
    Saluti.
     
    A ely piace questo elemento.
  7. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Il giardino non è condominiale, il muretto sì. Così scrive chi ha postato il messaggio (la titolarità del muretto l'avrà letta nel Regolamento di Condominio).
     
  8. Camillo49

    Camillo49 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusa, come fa ad essere condominiale un muretti che delimita due proprietà "private"?
    Saluti.
     
  9. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Il muretto è condominiale xchè fa da recinzione a tutto lo stabile mentre i giardini sono di proprietà esclusiva dei 2 condomini a piano terra ♥:occhi_al_cielo:
     
  10. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ringrazio tutti i ragazzi che mi stanno rispondendo perché nella vita non si finisce mai di imparare e discuterne insieme x trovare la soluzione migliore denota l intelligenza e la voglia di vivere in un mondo pacifico dove tutto oggi sembra essere GUERRA. Grazie dei consigli :stretta_di_mano: :p
     
  11. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Mi dispiace contraddire tutti quelli che mi hanno preceduto. Il principio da seguire è che le acque meteoriche devono defluire seguendo la pendenza naturale del terreno. Pertanto, se il cortile è rimasto nella sua pendenza naturale, deve scaricare, se necessario, attraverso un foro sul muro di recinzione con il vicino il quale a sua volta si comporterà nello stesso modo con il suo vicino e via discorrendo. Il problema potrebbe essere risolto, ma nessuno lo può imporre, se il privato provvede a realizzare una fognatura bianca che con un impianto di sollevamento convogli le acque meteoriche nella fogna pubblica o nella cunetta stradale.
     
  12. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Se ci sono delle tabelle millesimali o un regolamento condominiale, li potrai avere la certezza che il muretto è condominiale o personale, ma in comune ( perché è continuo per tutti ) le tabelle, se sono fatte con criterio, spiegheranno come ripartire le spese per la manutenzione del muretto, se sono per singolo condominio sono muretti personali se le spese comprendono il condominio....sono condominiali, e li potrete agire tutti di conseguenza, parla anche con qualche altro condomino, anche se ci saranno i soliti sordi, e poi.....Auguri per il fegato amaro che ti farai
     
  13. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Non esiste regolamento condominiale il costruttore non lo ha fatto . . Poi . . Il problema dello scarico acqua è sorto solo dal momento in cui la Sig del piano terra senza consenso condominiale ha tolto parte del suo giardino x poi pavimentare (tra l altro con una pavimentazione diversa da quella già esistente) prima di tutto ciò il problema non esisteva
     
  14. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Giustissimo però è altrettanto vero che la permeabilità del terreno è senz'altro superiore a quella del lastricato di piastrelle.
    Mentre scrivo @ely ha fatto una ulteriore precisazione per la quale sembra che quello che lei ha chiamato giardino sia stato in origine già pavimentato, almeno parzialmente. Quindi l'acqua meteorica raccolata dalla parte piastrellata veniva smaltita nel porzione di terreno scoperta: cioé si infiltrava nel terreno. Con la completa piastrellatura del lastricato di piano terra tutta l'acqua di pioggia si accumula sul medesimo per cui è necessario fare un'opera di smaltimento il cui costo sarà a carico di colui che ne ha l'uso esclusivo. In questo caso il lastricato è assimilabile ad un tetto quindi le acque vanno smaltite secondo le attuali normative sugli scarichi.
     
    A ely piace questo elemento.
  15. ely

    ely Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Esatto. . La Sig. Ha tolto il giardino e a pavimentato senza mettere pozzetti x lo scarico quando ho fatto presente a tutti questa cosa gli altri condomini mi hanno mal giudicato e hanno approvato i lavori x non fargli rimuovere il pavimento già fatto (in pratica hanno voluto chiudere un occhio) adesso però si è verificato quello che io temevo . . L amministratore tra l altro sembra fregarsene tanto a suo dire ci sono gli avvocati x questo io ho fatto una lettera dove mi astengo dal pagare eventuali danni provocati a terzi e dove dico di non menziomarmi nell eventualità si intraprendesse una causa con la confinante:confuso:
     
  16. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il mio intervento era riferito ad un cortile a giardino. Il discorso cambia se il cortile è stato pavimentato, provocando così un aumento dell'acqua in eccedenza che deve essere smaltita da chi ha provocato l'alterazione dello stato naturale.
     
    A Rosario1955 e ely piace questo messaggio.
  17. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    @meri56 ha centrato perfettamente il bersaglio. Quello che mi ha meravigliato subito è il comportamento dell'amministratrice. Strano davvero che una donna sia così superficiale! E se fosse caduto in testa ad un passante un cornicione, cosa avrebbe risposto? E' un estraneo? Cara ely, tu sapevi che il muretto era condominiale. E' il muro che delimita tutta la proprietà della palazzina, mica possiamo farlo a spicchi perchè delimita anche i giardini privati!! Questo muro confinante è stato danneggiato da un condomino, è fatto obbligo all'amministratrice di intervenire. Pena anche denuncia e a richiesta di un solo condomino la rimozione dalla carica. La riforma del condominio ultima è assai pesante su queste omissioni da parte degli amministratori. Fallo immediatamente presente prima che le cose si inacidiscono di più
     
    A ely piace questo elemento.
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cassazione civile , sez. II, sentenza 16/04/2007 n° 9093
    In mancanza di una specifica previsione contraria del titolo costitutivo, la destinazione all’uso e al godimento comune di taluni servizi, beni o parti dell’edificio comune, risultante dall’attitudine funzionale del bene al servizio dell’edificio, considerato nella sua unità, e al godimento collettivo, fanno presumere la condominialità, a prescindere dal fatto che il bene sia o possa essere utilizzato da tutti i condomini o solo da taluni di essi.
    e ancora……..
    Le recinzioni che circondano un condominio e i relativi cancelli sono presunti di proprietà di tutti i condomini e la loro riparazione fa carico a tutti secondo i millesimi di proprietà.
    Ciò accade perfino nel caso in cui un tratto della recinzione circoscrive una parte di giardino di proprietà privata.
     
    A ely piace questo elemento.
  19. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Circoscrivere una parte di giardino è impossibile, delimitarla è invece possibile.
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    cosa vuoi dire?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina