1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. asana

    asana Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ciao, due questioni sulla divisione spese per manutenzione tra locatore e conduttore. 1) I caloriferi si scaldano a metà, l'inquilino suggerisce che si debba fare il lavaggio smontandoli. Secondo voi si considera spesa ordinaria o straordinaria? 2) Altra domanda: si rompe il tubo nel muro che sostiene il rullo della serranda, anche in questo caso si tratta di ordinaria o straordinaria?:riflessione:
     
  2. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Non è detto che sia un problema che necessiti di lavaggio.
    Se per caso i caloriferi sono in un condominio che ha montato valvole termostatiche e contabilizzatori, è normale che si scaldino solo a metà (metà sopra, da dove entra l’acqua calda) a meno di metterli a palla.
     
  3. asana

    asana Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ciao, hai indovinato, hanno messo le valvole e l'impianto è condominiale, magari sentirò l'installatore.
     
  4. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Questa informazione l’ho trovata nel “foglietto esplicativo” , quando mi hanno montato le valvole ( ed è il motivo per cui i contabilizzatori di calore devono essere installati nel terzo superiore del termosifone, cioè per rilevare il calore nel punto dove arriva maggiormente ).
    Se non l’avessi saputo avrei pensato anch’io di avere i termosifoni difettosi.
     
    A Luigi Criscuolo piace questo elemento.
  5. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Forse indentevi il che regge il tubo (rullo) dove si avvolge la serranda?

    Una simile rottura è indice di usura...competenza del proprietario locatore solo se il conduttore è entrato da poco.
     
  6. asana

    asana Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    ciao, in effetti il tubo che regge il rullo ha diversi anni, mentre l'inquilino è lì da quattro anni. grazie della risposta
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Si era "perso" il sostantivo...spero si sia capito cosa intendevo.

    Le "riparazioni" sono sempre a carico dell'inquilino se determinate da usura...mentre a carico del locatore sono le sostituzioni integrali (si fosse dovuto rifare tutto l'infisso) e il dover dare in locazione un bene che sia funzionante.

    Dopo 4 anni l'inquilino non può reclamare difetti di conformità.

    Se proprio vuoi essere "munifica" nulla ti impedisce di farti carico della spesa o contribuire alla stessa.
     
  8. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ci possono essere almeno 3 cause/ragioni.
    La prima potrebbe essere legata all'intervento voluto delle valvole, messe su nr basso.
    La seconda dovuta ad un blocco delle valvole (a fine stagione bisognerebbe lasciarle tutte aperte=5)
    La terza, presente agli ultimi piani, dovuta a presenza di aria nei termosifoni : se così fosse bisogna mettere valvole di sfiato
     
  9. Gagarin

    Gagarin Membro Attivo

    Professionista
    Qual'è la logica che sostiene quanto affermi, basty? Io a fine stagione le metto a zero: perchè, secondo te, sbaglierei?
     
  10. Franci63

    Franci63 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Anch’io su zero, sia a fine stagione, sia, come adesso, quando non sono a Milano per un lungo periodo.
     
  11. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ci è stato consigliato dall'installatore. Lo trovo logico.

    Messi sul 5 significa lasciarle tutte aperte, quando vanno a riposo.
    Il rischio di lasciarle sullo zero piuttosto che su un valore basso è che se alla ripartenza restano bloccate sull'ultima posizione (cioè sostanzialmente chiuse), alla riaccensione ti ritrovi i radiatori sempre freddi.
    A me è capitato: per sbloccarle sono dovuti intervenire, credo smontando e rimontando qualcosa. (non ero presente)
    E' in quella occasione che ci è stato consigliato: (sia i Piemonte che qui in Lombardia)

    Non so se possa influire la caratteristica costruttiva delle marche impiegate.
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    È un "rischio" che può capitare con qualsiasi "valvola/rubinetto"...mi viene solo il dubbio su quale criterio lavorino le valvole dei nuovi contabilizzatori.
    Quello che vale per un dispositivo esclusivamente meccanico non sempre vale per uno elettro-meccanico se non elettronico.
     
  13. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Sicuramente dipende dalle proprietà costruttive.
    Ma cosa intendi per valvole dei nuovi contabilizzatori? Non li ho mai visti accoppiati: del resto una cosa è la termoregolazione (leggi valvole), altra la contabilizzazione (ripartitori o conta calorie)
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Non era un riferimento specifico ma generico...ogni prodotto fa storia a se.
    Occhio a tutte le casuali che possono intervenire...ad esempio...fate azzerare i contatori nel momento di riavvio del riscaldamento. Hanno scoperto che alcuni "prendono vita" anche a riscaldamento spento se il radiatore, esposto al sole, sale a temperatura superiore rispetto all'ambiente.
     
  15. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ok. Era un riferimento senza senso
     
  16. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Da molti anni ho le valvole termostatiche sui termo del piano alto della casa ( non appartamento ) in cui vivo perché altrimenti, per effetto del calore che sale, la temperatura in zona notte sarebbe stata insopportabile. Da anni queste valvole sono normalmente chiuse, nostra figlia è sposata e vive altrove, e sono aperte solo occasionalmente: una di queste resta spesso bloccata chiusa e, banalmente, smonto la parte di plastica graduata , dopo averla posta in posizione tutto aperto, e accedo al perno che, malgrado sia spinto da una molla, non esce e, con una pinza o solo con le dita, lo tiro: l’acqua riprende a circolare e rimonto il regolatore che altro non è che un perno più grande che spinge e mantiene in posizione il perno piccolo che è nella valvola. Nelle normali valvole di intercettazione dei termo, anche se le apri poco l’acqua passa sempre e non “termoregolano”. Se nella testina graduata c’è un sensore di temperatura, questo agisce in automatico sul perno grande che spinge il perno piccolo e varia l’apertura della valvola.
     
  17. basty

    basty Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Grazie della descrizione tecnica.
    Fatte così le valvole, è chiaro il perché sia opportuno parcheggiarle "tutto aperto"
     
  18. vitt1

    vitt1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Si, anche se, in un condominio, se non ho montato quelle che possono regolare, io le lascerei nella posizione che mi ha dato la temperatura più confortevole durante l’inverno. Questo a detta del Termotecnico che ci ha fatto il capitolato per la sostituzione della caldaia in un condominio in cui nostra figlia possiede un appartamento. In particolare, le nuove caldaie a condensazione lavorano con acqua meno calda e, una volta raggiunta la temperatura ottimale in casa selezionando a che apertura fissare le singole valvole nei vari ambienti, meglio non toccarle più.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina

  1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies.
    Chiudi