1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. macchia

    macchia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    AMICI.... ho bisogno delle vostre esperienze.. devo acquistare x la prima volta una lavastoviglie e mi trovo difronte a una giungla, del tipo, bosch fatte in turchia bosch fatte in germania, solo di miele garantiscono il vero made in Germany. mi sapete dire qualcosa in più e darmi un orientamento. ciao e grazie. Dimenticavo, tutto bene? saluti macchia
     
  2. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Perché vuoi comprare un made in Germany per forza? Ci sono anche ottime macchine lavapiatti fatte in Italia. Miele fa delle ottime macchine ma costano sia al momento dell'acquisto sia al momente in cui devi fare della manutenzione ne ha fatto esperienza una mia amica che stravedeva per questa marca.
     
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Convinto che comprare italiano favorisse la nostra economia, nell'ormai lontano 80 acquistai una nuova FIAT campagnola, particolarmente spartana, sebbene il suo costo non si differenziasse dagli stessi fuoristrada giapponesi. Ebbi subito la sconcertante esperienza che, credo, mai nessuno abbia affrontato. Fu una delusione totale: affrontai vicissitudini che non basterebbe un'ora per descrivere i difetti e le battaglie che dovetti affrontare nel periodo di garanzia e dopo. Il "gioiello" della fabbrica italiana dovette sostare presso la filiale di Cagliari per 4 mesi intervallati durante il primo anno di possesso. Non potendo fare affidamento sulla sua disponibilità, acquistai una vettura Ford Fiesta. Certamente non potevo andare fuoristrada, ma si è dimostrata una macchina eccezionale ed affidabilissima. Tenni la Fiat per 8 maledetti anni, poi approdai sulle macchine giapponesi, Mitsubishi Pajero: perfette, ben rifinite, affidabili, versatili, indistruttibili. Né ho acquistato tre, una migliore dell'altra. La prima l'ho regalata, dopo 25 anni di onorato ed impegnativo servizio, quattro mesi fa.
    A chi sostiene che i pezzi di ricambio delle straniere siano cari, rispondo che con la Fiat ho verificato il contrario, avendola dovuto fermare tantissime volte per gli interventi meccanici più incredibili. Le ultime con gli occhi a mandorla hanno avuto necessità di andare dal meccanico per la sostituzione delle pastiglie dei freni delle cinghie, conseguenza della normale usura.
    Per gli esperti di meccanica: la campagnola, motore 2500 diesel aspirato, ha dato il meglio di se quando si è spezzato l'albero motore. Gli esperti sanno che alla sua estremità verso il volano-frizione-cambio viene trasferita la coppia massima, quindi lo sforzo maggiore. Mentre verso la puleggia che, tramite cinghia, aziona l'alternatore ed il servo sterzo, lo sforzo è minimo. Bene, sapete dove si è spezzato? In corrispondenza della prima bronzina, adiacente la puleggia. Da allora non ho più guidato una Fiat e quando prendo una macchina a noleggio, pretendo una marca differente.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  4. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    miele insuperabile, non è un problema di provenienza, sono indistruttibili e noi a casa ns siamo soddisfatti.
    a proposito la ns industria elettrodomestica non è più italiana da anni, forse non ce ne siamo accorti, distratti come siamo dalle deficienze italiane.
     
  5. macchia

    macchia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    amici x ora grazie...condivido a mille con Gianco...LA MIA L200 DEL 2001 E FANTASTICA. secondo il vostro parere nei grandi ipeer si compra roba buona anche se di marca? o cosi cosi? buona giornata.
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    i recenti disordini di Pordenone dove gli operai della Electolux hanno manifestato sono forse passati alla Croazia?
    Non confondiamo la produzione dalla gestione finanziaria ed ai passaggi di proprietà.
    Anche la Indesit di Fabriano.
    Il problema cari miei signori è che il manifatturiero italiano per partecipare alla guerra del prezzo prima ha incominciato a risparmiare sulle materie prime per la costruzione dei prodotti, poi si è spostato sul costo dei salari e si è spostato nei paesi dell'est. Ma l'Italia è sempre stata una nazione dove si costruiscono elettrodomestici: La Ignis del Cav. Borghi che dopo la sua morte è diventata Whirpool è l'episodio più emblematico.
    Anche le automobili sono state un vanto del manifatturiero italiano: posso dirlo dall'altro dei 110 km/anno che per circa 10 anni ho percorso lungo le strade ed autostrade italiane. Posso definirmi uno spremitore di macchine: le macchine in leasing venivano restituite con 250./270.000 km. Ho avuto una golf III serie 1800 a benzinacon la quale ho fatto 356.000 km ma durante il periodo di garanzia a seguito di un problema alla pompa di circolazione dell'acqua mi hanno dovuto rifare la guarnizione della testata. Ho avuto una Opel astra 1,7 diesel problemi agli iniettori, alla fine mi hanno sostituito il motore; ho avuto un Saab 9000 T con problemi al cambio automatico.
     
    A rita dedè piace questo elemento.
  7. trenet

    trenet Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Scusate tutti, spero di non essere inopportono ma vorrei fare una serie di considerazioni.
    1)- Sono fondamentalmente d'accordo con tutti. Questo la dice lunga sull'annosa questione del prodotto nazionale fabbricato da manodopera estera (all'estero). Credo che non ne usciremo mai.
    2)- Alcune marche "nazionali" hanno adottato l'indisponente abitudine di imporre, per l'assistenza, un numero telefonico a pagamento ( 199.... con la solita sequela di minuti e minuti di informazioni sulla privacy ecc.. ecc..). Di norma altre marche usano il più gradevole nr verde (800.....).
    3)- Per entrare nel merito della domanda d'aiuto di Macchia mi sento di offrire la mia esperienza personale. Miele, Liebherr e Bosch/Siemens costituiscono il mio parco elettrodomestici. Nulla da lamentare. Il fatto che siano materialmente costruiti in Turchia piuttosto che in Slovenia, non ne infirma la qualità. I capitolati imposti dalle case ufficiali e gli stringenti controlli potrebbero/dovrebbero garantire una tecnologia di tutto rispetto.
    4)- Non perderei di vista l'opzione, offerta da alcune di queste marche, di prolungare la garanzia dopo i due anni. Ad un costo contenuto allungano la copertura di altri 3 o 5 anni. In casa Miele si chiama "programma Post Relax". E' un pò come fare un'assicurazione, se non si verifica l'evento sfavorevole, sono soldi buttati, al contrario.... (pensiamo ai costi dei ricambi e delle "uscite").
    Spero di non essere stato prolisso, ma utile.
     
  8. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Compra quella che costa meno, ancher la marca più sconosciuta per i primi due anni nei quali c'è la garanzia di legge non ti darà nessun problema.... poi puntualmente qualcosa di romperà. Personalmente avevo una Smeg pagata tantissimo, i primi 4 anni nessun problema, poi si è rotta la pompa, poi il motore e con quello che ho pagato per le riparazioni si poteva acquistare già una nuova. Alla terza rottura ho preso un Indesit base (5 programmi a me sono sufficienti, quella di prima aveva 12 programmi ma poi usavo sempre i soliti) pagata 4 anni fa circa 200 euro... ad oggi nessun problema ma scommetto che a breve si romperà qualcosa!
     
    A essezeta67 piace questo elemento.
  9. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    sentito parlare dell'obsolescenza programmata?
    quasi tutti i produttori di qualcosa la usano, è nel loro dna. i più seri (pochi) non la considerano, in qualunque paese producano.
     
  10. cec

    cec Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    infatti... proprio a quella mi riferivo dicendo che a breve si romperà qualcosa...
     
  11. Plutonia

    Plutonia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Io con gli elettrodomestici Miele mi sono sempre trovata bene: anche qui però ci sono diverse fasce di prezzo, quindi puoi fare una selezione anche all'interno del top con risparmi significativi. Ad esempio sulla lavatrice puoi trovare oltre 500 euro di differenza dipende anche dal tipo di utilizzo continuo o saltuario. Anche AEG che poi è Electrolux non è male: ma attenzione che non siano prodotti usciti durante scioperi a singhiozzo!:cauto:
     
  12. macchia

    macchia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    bella questa...che no siano usciti durante scioperi a singhiozzo...amici, grazie davvero tanto, della vostra partecipazione, entro Natale vorrei farmi questo regalo, quindi abbiamo ancora tempo x i consulti. BY MACCHIA.
     
  13. rita dedè

    rita dedè Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Compera,la più economica, e di marca sconosciuta,al primo problema la butti subito via e te ne comperi di nuovo un altra........ La roba di marca non é più la stessa qualità di una volta........ E costa troppo......... Sono finiti i tempi del Made in a destra e a manca........
     
  14. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Io credo che bisognerebbe conoscere la serietà delle ditte che fregiano del loro nome i prodotti. Come ho più volte espresso il mio parere sulle autovetture, per esperienza personale: mai più FIAT a casa mia. Mentre porte aperte per le MITSUBISHI giapponesi e per le FORD tedesche. La professionalità e la pignoleria del perfezione del prodotto è un'altra cosa.
    Purtroppo non sono un esperto di elettrodomestici, per cui nel campo non ti posso aiutare. Essendo single, ma papà e nonno, sto cercando di recuperare l'esperienza pregressa. Se hai tempo e pazienza, integrerò.
     
  15. macchia

    macchia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    devo confermare ancora una volta che propit e' troppo forte....amici ho sentito x ben 3 volte il negozio di roma MISTER CUCINE e devo dire che ci sono tutte le garanzie x comprare bene e in assoluta garanzia risparmiando ben 300 euro.
     
  16. macchia

    macchia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    AMICI... fin che ci siamo vi dico anche questa.
    Ultima cosa , i siti di vendita online ufficiali e riconosciuti direttamente dalla aziende con garanzia ufficiale Italia , non sono molti ( nella marea del web ) . MI SAPETE DIRE COSE' QUESTA GARANZIA ufficiale Italia e che differenze posso trovare e anche le difficolta? grazie
    ..
     
  17. GEOPI

    GEOPI Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Miele tutta la vita, in casa ho da sempre sia lavatrice che lavastoviglie Miele, certamente più costose ma ne vale la pena, la lavastoviglie, che ancora funge perfettamente, con la stessa silenziosità e rendimento ha solo 25 anni, mai un problema - lavatrice comprata circa 8 anni fa è perfetta, ti consiglio di confrontare nelle schede sia il consumo energetico sia il peso dell'elettrodomestico che vedrai per la Miele varrà quasi sempre il doppio delle altre, il materiale con cui sono fatte è un altro, sono robuste e pesanti e poi segui a puntino la loro manutenzione e pulizia ed usa i prodotti Miele, i decalcificanti e gli igienizanti originali, i loro detersivi ed anche il sale! ah,dimenticavo, se puoi allunga la granzia con il servizio RELAX, non te ne pentirai MAI.:stretta_di_mano:
     
  18. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    a questa interessante discussione vorrei aggiungere due cose

    La Miele che viene venduta in Italia è prodotta materialmente a Bolzano
    niente da dire su qualità e durata ce l'ho da una vita.

    La ex Ignis ora Whirpool è altrettanto buona con ottima assistenza soprattutto per le lavatrici che ho da dieci anni assjcurata.
    Pensate che all'inizio pensavo di aver preso una fregatura perchè dopo due mesi non funzionava.
    Li ho chiamati,sono venuti subit6 e me l'hanno sostituita dicendo che era più giusto cosi dato il poco tempo trascorso
     
  19. macchia

    macchia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    AMICI...sono interessato ad una macchina Siemens modello SN66N099EU. cosa mi dite in merito...vi leggo molto attentamente. grazie. BY macchia
     
  20. Chery

    Chery Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Scusate se ho ripreso un topic di qualche tempo fa, ma cercando "obsolescenza programmata" l'ho trovato alquanto interessante e siccome è da poco che ne ho dovuto prendere conoscenza, perchè avendo avuto una lavatrice per quasi 25 anni che non mi ha mai dato alcun problema, quando ho chiesto alla casa madre, la Bosch per piacere di aggiustarmela, non si sono fatti nè più vedere nè più sentire per un mese intero, purtroppo avevo una montagna di panni da lavare e mi hanno letteralmente costretta a comprare un'altra macchina nuova e quella che era fatta con pezzi originali tedeschi l'ho dovuta rottamare. :sorrisone:
    Ma mi sono tenuta ben lontana da loro per come si sono comportati nei nostri confronti e mi sono orientata su una made in Italy media-economica, dato che poi ho saputo di questo giro di vite delle multinazionali che prendono per il naso i consumatori ignari di ciò che realmente stanno acquistando venendo abbagliati dall'estetica accattivante, da tante funzioni ed opzional che trovo inutili e dispendiose per la mia famiglia monoreddito.
    In tutto questo ho scoperto anche una cosa incredibile che riguarda il finto risparmio energetico che si basa esclusivamente sul fatto che ci hanno tolto l'acqua dai risciacqui nelle lavatrici, in pratica ci costringono ad usare in continuazione i risciacqui extra che ti fanno perdere tanto tempo inutile, ti fanno consumare minimo un'altra mezz'ora di corrente elettrica e consumi alla fine la medesima quantità di acqua: mia madre anziana con la sola pensione essendo un soggetto allergico al NICHEL come me, è costretta ogni volta a ripetere tutto il risciacquo daccapo, malgrado usi ottimo detersivo e nella giusta misura, e quindi paga di più in bolletta rispetta alla vecchia sua lavatrice rispetto al nuovo modello. Inoltre i motori a spazzola di una volta duravano dai 20-25 anni, ora ci fanno pagare profumatamente un motore chiamato INVERTER che al massimo te ne dura 10. :^^:

    Ho scoperto anche che oltre a farci venire le bolle, ovvero dermatiti varie, la mancanza di acqua nei risciacqui provoca in pochissimo tempo anche la puzza di cane morto nella vasca di plastica, usa e getta, che contiene il cestello di acciaio, e siccome non le fanno più apribili, sei costretta, dopo qualche anno a sborsare una cifra allucinante per cambiare tutto quanto: vasca e cestello, perchè non venendo risciacquata a dovere assieme al bucato, come una volta, si riempie di microbi, residui di sporcizia anche alimentare e soprattutto di capelli e peli, che essendo di materiale organico poi vanno a male.
    Il vero risparmio energetico per mia esperienza personale si ottiene nel momento del lavaggio, che non abbisogna di eccessivo quantitativo di acqua, perchè diluisce troppo il sapone e non fa sfregare bene i panni tra di loro e tanta acqua da riscaldare da parte della resistenza ha il suo peso in bolletta, ma il risciacquo viene effettuato solo con acqua gelida, ma ciò serviva per innalzare i giri delle centrifughe intermedie che sono diventate quasi pari a quelle finali, affinchè un povero motore debba lavorare il doppio per ogni ciclo di lavaggio, e le centrifughe intermedie in media ne sono 3/4, ed il motore quando gira a quella velocità pazzesca non solo rovina gli abiti, ma fa correre anche il contatore della luce.
    Quindi attenzione alle pubblicità ingannevoli, per quanto riguarda il presunto risparmio energetico, è tutto falso! pretendete macchine che abbiano acqua alta nei risciacqui, che vi consentono anche di rendervi conto se l'acqua fosse ancora torbida sia di sapone che di sporcizia nell'ultimo risciacquo, invece se non la vedete mai risalire nel cestello, a meno che non tirate fuori la pompa dello scarico dal muro, rischiate di indossare capi ancora intrisi di sostanze chimiche che attraverso l'epidermide vi entrano dritti nel sangue, e nel tempo poi si pagano le conseguenze!
    Stanno facendo di tutto affinchè non solo una lavatrice duri di meno, sfruttandola fino all'osso con centrifughe alto giri che non servono per niente alla asciugatura finale, ma che ci ammaliamo anche, specie chi ha bambini con la pelle bianchissima ed indifesa, passando il resto dei nostri anni in attesa negli ambulatori dei dermatologi.
    In ultimo, consigliano la propria clientela di usare più ammorbidente chimico, sapendo bene che in certa parte neutralizza la residua saponina dovuta al cattivo risciacquo, ma gli ammorbidenti chimici sono tutti a base di derivati del petrolio e non solo inquinano gravemente il mare, ma assorbiti dalla nostra pelle, specie nelle zone intime che sono più umide arrecano ancora più danni del sapone medesimo.
    Alcuni clienti anche della Miele, a cagione di ciò si stanno facendo innalzare il livello dell'acqua nelle proprie macchine di ultima generazione per motivi di salute.
    Grazie per la vostra cortese attenzione e scusate per il post troppo lungo. ;)
     
    A rita dedè piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina