1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Franci.59

    Franci.59 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    volevo avere delle informazione in merito al seguente quesito.
    Noi condomini abbiamo fatto fare un preventivo per sostituire le finestre dei vani scala il nostro condominio è formato da ventiquattro condomini suddivisi in quattro ingressi, ogni ingresso vi sono due finestre per scala. L'amministratore al nostro preventivo ha aggiunto una somma per verifiche di sicurezza per una cifra secondo me rilevante €.550,00 su un lavoro di 6.300,00.... La mia domanda è la seguente e obbligatorio questa voce "verifiche di sicurezza", e quale è la legge che obbliga incaricare un geometra per svolgere questo compito. Grazie francesco
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sicurezza nel posto di lavoro e nei cantieri.

    È previsto in certi casi che si debba nominare un responsabile per la sicurezza e si predisponga tutta una serie di controlli e documenti.

    Detta in gergo di strada una grande baraonda per "protocollare" comportamenti e precauzioni che dovrebbero essere nel DNA di chi lavora.

    Spetta comunque sempre alla maggioranza decidere in merito.
    In teoria è un "parafulmine" qualora capiti un incidente.
    Un "capro espiatorio" verso cui rivalersi per responsabilità che saranno comunque attribuite, in prima battuta, all'intero Condominio
     
  3. Franci.59

    Franci.59 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ma se l'artigiano che provvederà al smontaggio del vecchio e montaggio del nuovo sarà per assicurato per i lavori che effettuata.. Perché un condominio deve incaricare un geometra perché la legge dice sopra i due metri occorre fare la verifica di sicurezza?
     
  4. lgannunci

    lgannunci Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    La normativa che regola la sicurezza sul lavoro è, tra le altre, il dlgs 81/2008 che al titolo 4 disciplina i cantieri mobili come il tuo. All'art 90 sono elencati gli obblighi del committente (amministratore) tra cui quello di nominare il coordinatore e fare il piano di sicurezza. Presupposto essenziale tuttavia perché si ricada negli obblighi previsti è che ci sia la presenza di più imprese. Nel caso di affidamento dei lavori ad un unica ditta non c'è nessun obbligo a carico dell'amministratore. La sicurezza degli operai della ditta e degli avventori del condominio in rapporto ai lavori è una responsabilità esclusiva della ditta appaltatrice che dovrà consegnare all'amministratore tutta una serie di documentazioni ai fini della sicurezza tra cui il POS (piano operativo di sicurezza). i costi connessi alla sicurezza sono interamente a carico della ditta appaltatrice. Ritengo pertanto illegittima la richiesta dell'amministratore.
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    il committente è il condominio rappresentato dall'amministratore ; questo diventa il Responsabile dei Lavori a meno che il condominio non nomini un altro professionista (per questo incarico l'amministratore chiede un compenso).
    Quindi è prevista figura professionale del Progettista che è un professionista che dice come deve essre fatto il lavoro, quali materiali usare, e presenta il progetto in comune; assieme al progettista andrebbe nominato il Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione che redige un Piano di Coordinamento della Sicurezza (figura professionale mai nominata nei lavori privati affidati ad una unica impresa e per importi inferiori ai 100.000 €)
    Una volta approvato il progetto l'Assemblea dovrebbe nominare il Direttore dei Lavori che è un professionista che verifica che il lavoro verrà fatto come concordato tra committente (condominio) ed impresa; tale professionista è nominato dall'assemblea condominiale e di solito coincide con il Progettista; nella medesima assemblea il Condominio deve nominare il Coordinatore della Sicurezza in fase di Esecuzione del lavoro figura professionale che ha il compito di coordinare le fasi lavorative in modo tale da evitare che nello stesso posto del cantiere operino contemporaneamente due o più operai di diverse azienda e quindi prepara il cronoprogramma delle fasi lavorative; inoltre controlla che gli operai presenti sul cantiere rispettino le norme di sicurezza generali e quelle descritte dal Piano Operativo di Sicurezza redatto dalla azienda per la quale lavora, per quest'ultimo motivo deve essere sempre nominato.
     
    A Gianco piace questo elemento.
  6. lgannunci

    lgannunci Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Sono perfettamente d'accordo ma come si legge al comma 3, 4 e 5 il presupposto essenziale è che vi siano operanti più di una sola impresa altrimenti non si capisce chi e cosa dovrebbe coordinare il coordinatore.
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    se l'importo per gli oneri della sicurezza lo ha stabilito l'impresa che eseguirà i lavori è riferito probabilmente all'impiego dei ponteggi necessari per realizzare i lavori che probabilment enon era comtrso nel preventivo, se è invece un onere stabilito dall'amministratore non è chiaro, dovrà specificare a cosa si riferisca. Come già sopra altri hanno scritto: se interviane una sola ditta, il coordinamento della sicurezza non serve
     
  8. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
  9. lgannunci

    lgannunci Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Girò intorno a che? Io leggo il decreto.
     
  10. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma lo leggi male o non verificando il combinato dei punti.

    Il fatto che non ci sia obbligo di un "coordinatore per la sicurezza", perchè nel cantiere interviene una sola impresa e/o l'importo appaltato sia di valore modesto,...non muta le assunzioni di responsabilità e la verifica della sicurezza.

    E come ho spiegato nel mio primo intervento, e più profondamente sviluppato da @Luigi Criscuolo nel suo post #5, non vi è norma di Legge che imponga all'Amministratore di un Condominio di svolgere il ruolo di "Responsabile dei Lavori" (con la conseguente assunzione di rischi).

    Appunto per questo ho scritto che la decisione in merito alla spesa e a chi affidare specifiche mansioni per il "cantiere" è esclusiva competenza dell'assemblea.
     
  11. Franci.59

    Franci.59 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Scusa
     
  12. Franci.59

    Franci.59 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    ma visto che siamo stati noi condomini a decidere il cambio del finestre dei vani scali che abbiamo provveduto a richiedere un preventivo per abbiamo firmato tutti i condomini e consegnato all'amministratore per procedere alla sua istallazione... E che solo al momento du ripartire l'importo è stato inserito questa voce senza avvisarci ma ha fatto compiuto. L'amministratore nomina un geom. stabilendo un importo per il professionista..non sono state effettuati nessun disegno da consegnare agli enti preposti come il comune, che la ditta ha incarico un artigiano ad effettuare il montaggio che non vi sono due imprese nel medesimo cantiere che i tempi di lavorazione saranno max quattro che al massimo sarà utilizzato un ponteggio da imbianchino per la parte alta. Nonostante tutto ciò occorre sempre fare il pos?
     
  13. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ??? di che ti devi scusare? in questo forum c'è chi chiede e chi si sente di rispondere ( centrando, a volte, il nocciolo della questione).
    Non ti impressionare dalla mia risposta precedente cambiare le finestre che danno luce ed aria alle scale non è come rifare completamente il tetto a 4 spioventi di una casa, con i 4 prospetti liberi, alta 7 piani.
    Mi sembra di aver capito che tutto sommato volete cambiare due finestre per ogni scala per un totale di 8 finestre.
    L'impresa che è venuta a fare il sopralluogo per poter fare poi il preventivo avrà preso le misure se di tutte le finestre ( a scanso di equivoci e trovarsi con i telai che non entrano o sono troppo piccoli), Non oso pensare che l'impresa fornitrice non si appoggi ad un geometra/perito edile/ingegnere/architetto che con il computer faccia un disegno di come era il prospetto con le finestre vecchie e come diventerà dopo il montaggio delle finestre nuove. Il fornitore in questo caso è il progettista. Il disegno è il progetto che, completato dalla descrizione dei materiali impiegati, andrà consegnato al committente (Condominio) il quale lo darà al Responsabile dei Lavori (Amministratore o altro professionista nel caso in cui l'amministratore declini l'incarico). Con un anticipo congruo rispetto all'inizio dei lavori il condominio deve nominare il D.L. e il C.S.E.: in questo caso, ma solo in questo caso, le due figure possono convergere su un solo professionista. L'impresa scelta dovrà preparare il POS, non il committente, e consegnarlo per una verifica al CSE con un anticipo congruo rispetto alla presa di possesso del cantire.
    Copia del progetto (completo degli identificativi di committente; responsabile del lavoro; progettista; impresa esecutrice del lavoro; importo e durata dei lavori; andrà presentata in comune per la Comunicazione di Inizio Lavori (CIL) la presentazione della comunicazione viene fatta a nome e per conto del committente la può presentare anche l'amministratore (anche se non ha accettato la carica di Responsabile del Lavoro) in quanto è una pratica burocratica. Trattandosi di una CIL non c'è bisogno di aspettare il responso da parte del Comune i lavori possono iniziare contestualmente alla CIL. Altra formalità burocratica da espletare prima dell'inizio del cantiere è la Comunicazione da parte del Responsabile dei lavori all'Ufficio Provinciale del LAvoro ed allo Spresal della ASL in cui ricade il cantiere di tutti i dati: identificativi del committente, importo e durata dei lavori; data di inizio e di presunta di fine lavori; identificativi del CSP/CSE, identificativi delle imprese presenti sul cantiere; identificativi dei RSPP delle aziende presenti sul cantiere, numero massimo di operai presenti contemporaneamente sul cantiere per impresa; numero di uomini/giorno.
    Poi finalmente i lavori possono partire.
     
  14. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E che ci vuole?
    Un "laureato" per sostituire infissi esistenti con altri identici, nelle misure, seppur di foggia diversa?

    Mai avuto necessità di CIL per sostituire infissi (se quello era l'unico lavoro appaltato)

    In questo il vostro amministatore ha certamente commesso un abuso.
    La maggioranza è libera di votare contro la "ratifica" di detta operazione con tutte le conseguenze del caso.
    L'amministratore si troverebbe costretto a pagare di tasca propria l'incarico dato senza il vostro benestare.
    Direi che per un importo di poco oltre 20Euro a testa non vi sian nemmeno la convenienza di iniziare iter "giudiziari"...ma far passare un brutto quarto d'ora al vostro rappresenante è propedeutico a far si che la prossima volta ci pensi 2 volte prima di abusare dei propri poteri.
    Minacciatelo che se non si limita all'incarico conferito il rinnovo se lo sogna.
    Akltrimenti la prossima volta invece che 20 potrebbero essere 200 Euro a testa.

    Coniugare gentilezza e "fermezza".
     
  15. Franci.59

    Franci.59 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Quindi per concludere tutto è dovuto. spese per il professionista non da noi incaricato sono da pagare..... Per quanto riguarda le comunicazioni da parte dell'amministratore a noi questo sicuramente dovrà essere chiarita una volta per tutta.
     
  16. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    riflettendoci potrebbe essere che l'amministratore pretenda un compenso per gli adempimenti burocratici e per la gestione del rapporto con la ditta incaricata. La norma infattti prevede che si comunichi al comune che verranno sostituiti i serramenti e si dovrà verificare che la ditta produca il POS con tutti gli allegati previsti. Non è un gran lavoro ma va fatto
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina