1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. ANNA MARIA PUCCI

    ANNA MARIA PUCCI Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Salve a tutti, devo ristrutturare un appartamento, cioè rifare il bagno, installare infissi e doppi vetri ed il parquet. Mi hanno detto che presentando una dichiarazione in Comune di inizio lavori per manutenzione ordinaria, posso usufruire di aliquota IVA agevolata al 10%.
    E' vero?, e se si rientra nella manutenzione ordinaria, ANCHE LA COSTRUZIONE DI UN BANCONE-PIANO DI COTTURA REALIZZATO IN GASBETON? MI DICONO CHE NON è UN LAVORO IN MURATURA, IN QUANTO FACILMENTE RIMUOVIBILE.
    GRAZIE PER IL VOSTRO AIUTO.
     
  2. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    L'arredamento non gode di IVA agevolata mentre i lavori che edili che intendi fare godono di IVA 10%(demolizioni, pavimentazione, piastrelle) La comunicazione al comune non è obbligatoria ma se la fai è meglio...alle ditte che effettuano i lavori devi consegnare una richiesta di IVA agevolata 10% per lavori di manutenzione ordinaria che trovi in internet, sempre che chi fornisce la merce effettui anche la posa in opera (es. pavimentista)
    Per gli infissi, che costituiscono beni significativi, l'IVA è al 10% per il doppio dell'importo della manodopera relativa all'installazione mentre per il resto è al 21%. Idem per i sanitari e la rubinetteria. Saluti.
     
  3. ANNA MARIA PUCCI

    ANNA MARIA PUCCI Membro Junior

    Proprietario di Casa
    grazie, chiarissimo

    ma un muretto in betongas è ristrutturazione ordinaria?
     
  4. Giuseppe1975

    Giuseppe1975 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    puoi far sempre figurare un'altra cosa o no ?
     
  5. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Se il muretto ti serve per la cucina in muratura è arredamento, se il muro divide la stanza in due, devi chiedere una abilitazione comunale per manutenzione straordinaria. Saluti.
     
  6. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    fai attenzione ed informati bene : il "gasbeton" e' un ottimo materiale ma non credo sia molto indicato per la cucina perché e' un materiale idrofilo ( assorbe umidita'): dall'umidita' assorbita (specie per una cucina)possono a lungo andare uscire cattivi odori e muffe......meglio una struttura in cartongesso resistente all'acqua
     
  7. griz

    griz Membro Senior

    Professionista
    il gasbeton, quando viene intonacato e rivestito a dovere è un muro come un altro
    vero che è particolarmente poroso e idrofilo ma si può usare tranquillamente
     
  8. romana

    romana Nuovo Iscritto

    Lo sai che conservando tutte le fatture potrai ottenere un detrazione del 50% su quasi tutti i lavori?
     
  9. ANNA MARIA PUCCI

    ANNA MARIA PUCCI Membro Junior

    Proprietario di Casa
    GRAZIE A TUTTI PER I PREZIOSI CONSIGLI!:fiore:
     
  10. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Non è la dichiarazione in Comune che determina il diritto all'IVA agevolata 10%, bensì il requisito che l'immobile, oggetto degli interventi di manutenzione, sia a destinazione abitativa privata, con categoria catastale compresa tra A1 e A11 escluso la categoria A10.

    Qui di seguito il format per la dichiarazione di responsabilità da presentare alla ditta:

    "Spett.le ditta/impresa
    ………………..
    Via ……………
    20100 …………
    OGGETTO: art. 7 comma 1 lettera b - Legge 23.12.1999 n. 488
    (finanziaria 2000) disposizioni in materia di aliquota IVA 10%
    Io sottoscritto...... ……………………………………….
    Nato a ................... il .........
    Cod.Fisc........................................
    In qualità di Proprietario dell'immobile
    di Via ...........Città... …………………
    Cod.Fisc....................
    Ai fini dell'ottenimento dell'applicazione dell'aliquota IVA nella misura del 10%, come specificato in oggetto
    DICHIARO
    Che per le manutenzioni eseguite nel suddetto immobile è applicabile l'aliquota IVA 10% in quanto il fabbricato rientra fra quelli contemplati dalla Circolare 247/E del 29/12/1999 e più precisamente:
    • II suddetto immobile è a destinazione abitativa privata (categoria catastale compresa tra A1 e A11 escluso la categoria A10).
    Resta convenuto che la sopraddetta applicazione dell'aliquota IVA del 10% è fatta sotto la propria esclusiva responsabilità e pertanto dal sottoscritto vengono assunte in carico ogni e qualsiasi onere per eventuali maggiori imposte, sanzioni ed accessori che dovessero essere al riguardo a Voi contestate.
    La presente dichiarazione è da intendersi valida per tutti i lavori e le manutenzioni da eseguirsi presso l'immobile sopra citato.
    Io sottoscritto mi impegno a dare tempestiva comunicazione di eventuali variazioni di destinazione d'uso che inficino il diritto all'agevolazione.
    Data.............. Firma........................"
    ******************************************************************************

    Per quanto invece riguarda il discorso dei cd "beni significativi", quali nel caso di specie sanitari ed infissi, l'IVA agevolata si applicherà fino a concorrenza valore manodopera, ovvero fino a concorrenza della differenza tra il valore complessivo dell'intervento e quello del bene stesso. Sul valore residuo si applicherà invece l'IVA ordinaria 21%.
    Esempio:
    Costo complessivo intervento 10.000 euro, di cui
    euro 4.000 per manodopera), costo dei beni significativi 6.000 euro.
    Su questi 6.000 di b.s. l'IVA al 10% si applica solo su 4.000 e, cioè sulla differenza tra l'importo complessivo dell'intervento e quello dei beni significativi (10.000 - 6.000 = 4.000).
    Sul valore residuo (2.000 euro) l'IVA si applicherà nella misura ordinaria del 21%.

    E qui di seguito il format di richiesta IVA agevolata in presenza di beni significativi:

    "Il/la sottoscritto/a....
    consapevole delle sanzioni previste dall’art. 76 del Testo Unico, D.P.R. 28/12/2000 n. 445, e della decadenza dei benefici prevista dall’art. 75 del medesimo T.U. in caso di dichiarazioni false o mendaci, sotto la propria personale responsabilità,

    DICHIARA
    di aver diritto all'aliquota agevolata del 10%, con le limitazioni relative ai c.d. “beni significativi” di cui al Decreto del Ministero delle Finanze 29 Dicembre 1999 (circolare del 29 Dicembre 1999 n. 247/E), per lavori di manutenzione straordinaria definiti dall’art. 31, lett. b), della Legge 5 Agosto 1978 n. 457 e realizzati sull'immobile con destinazione prevalente di abitazione, ai sensi dell’art. 7, comma 1, lett. b) della Legge 23 Dicembre 1999 n. 488, come modificato dagli artt. 1, comma 18, della Legge 24 Dicembre 2007 n. 244 e 2, comma 15, della Legge 22 Dicembre 2008 n. 203.
    Il/la sottoscritto/a si impegna a comunicare tempestivamente ogni eventuale fatto o circostanza che faccia venir meno il diritto alla sopra indicata agevolazione, al fine di consentire l’emissione della fattura integrativa per la differenza di aliquota, secondo quanto previsto dall’art. 26, comma 1, del D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633 e successive modifiche ed integrazioni.
    Data........ Firma.........."
     
  11. hanton21

    hanton21 Nuovo Iscritto

    grazie griz = osservazione ok
    per il resto e' tutto ok ma : = e' vero che le fatture si debbono pagare tramite bonifico ? e che le spese sono detraibili per l'aliquota relativa (10 o 50 o 36) in 10 anni ?:sorrisone:
     
  12. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    Ai fini della detrazione fiscale (da ripartire in dieci quote annuali di pari importo indipendentemente dall'età anagrafica), è requisito essenziale il pagamento a mezzo bonifico specifico (bancario o postale).
     
  13. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    I lavori che godono di agevolazione fiscale 50%, vista la manutenzione ordinaria, sono solo quelli relativi agli infissi esterni, questi lavori devono essere pagati con bonifico apposito.....gli altri lavori puoi pagarli come vuoi. Saluti.
     
  14. romana

    romana Nuovo Iscritto

    Non solo infissi ma anche condizionatori,,impianti di riscaldamento,ecc poi se il committente supera i 70 anni il recupero avviene in 5 anni,se si ha più di 80 anni si recupera in 2 anni.
     
  15. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    NO, questa ripartizione NON è più possibile dal 1° gennaio 2012.
     
  16. essezeta67

    essezeta67 Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Ma non i pavimenti, le piastrelle, le porte interne, gli intonaci interni, le tinteggiature interne, gli interventi necessari ad integrare o a mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti: questi interventi non godono di agevolazione (e sono la spesa maggiore)... Saluti.
     
  17. dolly

    dolly Membro Senior

    Professionista
    ...trattandosi, infatti, di opere di manutenzione ordinaria e pertanto non detraibili.

    Saluti
    dolly
     
    A essezeta67 piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina