1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. celefini

    celefini Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Ho acquistato da poco un appartamento in un condominio di 10 unità immobiliari. Quando ho visionato l'immobile, mi sono accorto ed ero consapevole che bisognava fare degli interventi di restauro sulle parti comuni.Dopo l'acquisto, parlando con l'amministratore, mi ha riferito, che alcuni dei proprietari, 2 in particolare, non vogliono, per mancanza di soldi, far fare i lavori. I lavori urgenti, riguardano il ripristino di tutti i balconi, che cadono a pezzi, del cornicione del tetto anch'esso lesionato, e del tetto stesso per infiltrazioni di acqua.Inoltre, a livello fondazioni, ci sono infiltrazioni di umidità, che si nota nei box, e quindi bisognerebbe creare, un'intercapedine su tutto il perimetro del palazzo per proteggere le stesse.Visto che la caduta di intonaco potrebbe provocare danni a persone e cose, e che le infiltrazioni possono provocare assestamenti del fabbricato con danni alle strutture portanti, come posso tutelarmi contro gli altri proprietari ? La mia intenzione è di mandare una raccomandata all'amministratore, mettendo in mora gli altri proprietari per eventuali e futuri danni, e quindi sollevandomi da responsabilità, visto l'inadenpienza di coloro che si rifiutano di fare i lavori. Aspetto i Vostri consigli. Grazie
     
  2. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    magari fosse cosi' facile....................occorre la maggioranza in assemblea altrimenti i lavori non si possono fare.
    se la situazione diventasse periocolosa ed insostenibile, l'amministratore fara' ogni anno, la messa in sicurezza, cioe' il controllo con un'impresa edile che controllera' i balconi o quello che si sta staccando. E' UN OBBLIGO dell'amministratore e non ha neanche bisogno dell'approvazione dell'assemblea.
    potrebbe anche durare qualche anno questa situazione.
    se si staccassero dei pezzi di intonaco che vanno a colpire i passanti sarebbero guai per tutti i condomini.
    comunque di solito, se dovesse essere pericoloso al max, interverebbero i vigirli urbani, con un bel rapporto e costringerebbero a fare i lavori.
    ma ricordati che potrebbero passare anni e anni fino al degrado massimo dei balconi.
    basta girare per le citta' e vedere in certi palazzi che degrado c'e' di facciate e balconi per rendersene conto.
     
    A Antonio Azzaretto, roberta25 e arianna26 piace questo elemento.
  3. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    Nel condominio dove abito io siamo nella stessa situazione, senza che ci si renda conto che più passa il tempo, più i lavori da fare, e di conseguenza le spese, aumentano.
    mi hanno suggerito di fare un esposto allo sportello edilizia privata del Comune, ma l'effetto sarebbe quello di un'ordinanza per far eseguire i lavori d'urgenza, come diceva acquirente, e in quel caso le spese sarebbero ancora maggiori.

    Chiedo anch'io consigli sulla raccomandata da scrivere all'amministratore, ma soprattutto se secondo voi può servire a qualcosa scrivere o se invece è inutile.

    Se faccio una richiesta perchè metta all'ordine del giorno della imminente assemblea anche la manutenzione straordinaria della facciata è tenuto a farlo?
    Più che altro vorrei che prima di tutto si redigesse un capitolato, sulla base del quale tutti abbiano successivamente la possibilità di presentare dei preventivi.
    Invece, c'è qualcuno che i preventivi se li sta già facendo furbescamente fare, non si sa bene per cosa, e il mio timore è trovarmi all'o.d.g. "esame preventivi e delibera".
     
  4. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    può darsi che qualcuno si stia facendo fare dei preventivi per quelli che ritiene lavori urgenti ma... che c'è di male? avrete un preventivo in più da valutare. anche tu puoi fare lo stesso, chiami una ditta, gli fai valutare lo stato dell'edificio e le chiedi cosa secondo loro andrebbe fatto, intaschi il preventivo e lo porti in assemblea. poi tutti lo valutano ed, eventualmente lo approvano. se temi accordi condomino - ditta sappi che sono possibili, ma che nessuno vi costringe ad approvare un preventivo che ritenete "gonfiato" da elargizioni extra.
     
    A acquirente piace questo elemento.
  5. nuba

    nuba Nuovo Iscritto

    non c'è niente di male, anzi! tant'è che anch'io non ho escluso di chiedere dei preventivi a ditte di fiducia.
    il problema è che senza un capitolato lavori, i preventivi non saranno mai confrontabili.
    nei lavori edili anche solo utilizzare un prodotto di una certa marca piuttosto che un'altra, comporta enormi differenze di prezzo. e scegliere quello che costa meno non è detto che sia la soluzione migliore.
     
  6. acquirente

    acquirente Nuovo Iscritto

    allora prima tutti in assemblea, a maggioranza di millesimi, devono incaricare un ingegnere, direttore dei lavori a fare un capitolato completo.
    ci vorra' qualche mese.
    dovra' andare con un'impresa edile fin sopra al tetto e vedere la situazione, poi fare un bel rapporto dettagliato
    con parecchie pagine di capitolato, punto per punto...............di tutto il palazzo.
    il capitolato e l'ingegnere si pagano anche se non si fanno i lavori ma avrete la situazione odierna del palazzo.
    poi partono i preventivi sulla base di quel capitolato.
    e poi la scelta dell'assemblea dell'impresa edile a maggioranza di millesimi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina