1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. giuligp

    giuligp Nuovo Iscritto

    ho ereditato con mio fratello e mia madre la casa famigliare dove mia madre attualmente risiede.
    Da anni il figlio di mio fratello si è insediato a vivere lì con mia madre che per bontà lo ha accettato anche se non contribuisce a nessuna spesa di mantenimento o altro. Ora si vorrebbe sposare e chiede con consenso del padre di ristrutturare parte della casa a sue spese.
    Per motivi di necessità ( mia madre ha bisogno di assistenza e io sono lontana) non posso negare il consenso ma vorrei sapere come tutelare sia lei perchè non sia turbata la sua tranquillità nel vivere in casa sua sia me in futuro per evventualmente liberare l'abitazione da questa persona che non mi è gradita e che temo di non poter poi far sloggiare... inoltre temo che i lavori compromettano la struttura di una casa già vecchia.
    vorrei evitare errori e noie per gli anni a venire..grazie per l'aiuto
     
  2. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    In simili casi, e prima che i lavori comincino, io consiglierei una scrittura pubblica (davanti notaio) che stabilisca in modo inequivocabile le intenzioni delle parti per l'immediato e per il futuro, e cioé :
    -se intendi recuparare la tua parte in seguito, decidere come le parti della casa si intendono divise tra voi tre e quale parte potrà essere ristruttarata
    -quali lavori saranno effettuati (su presentazione di un piano dettagliato -che sarà allegato all'atto- fatto da uno studio tecnico abilitato che solo potrà garantire la fattibilità dell'opera e la sua buona esecuzione)
    -chi pagherà i lavori e quanto essi dureranno
    -(eventualmente) che la mamma continuerà ad abitare nell'alloggio anche dopo la ristrutturazione nella parte di sua proprietà (o nella parte da convenire)
    -altro che voi tutti riterreste opportuno.

    Domandare anche consiglio al notaio (è nel suo ruolo di ufficiale pubblico) sul da farsi in funzione del caso preciso e farsi rimettere da lui un'abbozzo di scrittura che voi potrete esaminare con comodo prima della firma davanti al notaio e ai testimoni.

    Potresti anche decidere di vendere la tua parte, non compresiva della parte che ti riverrà come eredità materna (ma anche in questo caso ci vorrà un avviso del notaio)
     
    A arianna26 e bianca luce piace questo messaggio.
  3. giuligp

    giuligp Nuovo Iscritto

    grazie infinite per la risposta molto esauriente e rapida. Le questioni in famiglia sono sempre così delicate sopratutto se si ha a che fare con persone poco ragionevoli! grazie ancora cordiali saluti giuliana
     
  4. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Premessa: Il nipote non puo' disporre del bene senza l'accordo generale di tutti propietari (pertanto non basta il consenso di papa' suo )

    Questo accordo potrebbe prevedere la locazione di quella parte di casa al nipote ed il pagamento del canone predeterminato a scomputo delle spese fatte tenuto conto anche un tasso di interesse ; il tutto previsto con regolare contratto e regolare fatturazione dei lavori -Farsi assistere da un avvocato nella stesura del contratto pare obbligatorio, perchè prevedo qualche problema tecnico-giuridico che non stò qui ad argomentare

    Alla fine della locazione il nipote dovrà liberare l'immobile o il contratto si rinnoverà automaticamente fino a quando farà anche a Lei comodo
     
    A arianna26 e bianca luce piace questo messaggio.
  5. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    La butto lì, fermi restando gli ottimi consigli già espressi: e se invece di un contratto di locazione venisse fatto un contratto di comodato gratuito? Visto che si tratta del nipote che già di fatto vive lì, probabilmente il permesso di abitare non verrà concesso a titolo oneroso. Inoltre è una forma contrattuale che meglio tutelerebbe giuligp nel momento in cui desiderasse far liberare l'appartamento.
     
    A arianna26 piace questo elemento.
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    mi sembrano tutte ottime idee. l'importante è mettere tutto nero su bianco. in modo chiaro e con il supporto di un esperto.
     
    A bianca luce piace questo elemento.
  7. giuligp

    giuligp Nuovo Iscritto

    grazie a tutti per l utilissime risposte. Ho nel frattempo consultato un legale che mi ha consigliato il contratto di comodato per evitare problemi in futuro. questo forum è utilissimo e ringrazio ancora per l'attenzione. giuliana
     
  8. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Porrei l'attenzione del legale sul fatto che il contratto de quo non puo' essre di comodato perchè ha carattere oneroso ; in questo caso a mio avviso trattasi di una locazione onerosa il cui corrispettivo non è dato da denaro ma in natura ( le opere fatte dal nipote ) che sempre corrispettivo è.
    Attenzione perchè su questo argomento potrebbero sorgere conflitti.
     
  9. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Puoi spiegarti meglio, per favore?
    A me non sembra che sia ravvisabile un carattere oneroso nel contratto. L'appartamento viene ceduto in comodato. Se il comodatario chiederà, dopo la stipula del contratto e per iscritto, di poter eseguire delle opere a sue spese ed i comodanti accetteranno, sempre per iscritto e salvo il diritto di richiedere il ripristino della situazione originaria al termine del comodato. Dov'è l'onerosità?
    Non credo che vogliano scrivere nel contratto che si dà l'appartamento in comodato in cambio dell'effettuazione dei lavori... In questo caso sarei d'accordo con le tue considerazioni.
     
  10. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Tutto dipende dai tempi, dalle modalità, dalle cifre. Se le cifre sono sostanziose non si puo' ridurre tutto a formalismi.
    Si immagini che un soggetto in forza di un contratto comodato spenda per una ristrutturazione euro 30.000=. Quale giudice -se non altro per ragioni di equità- non riconoscerebbe al comodatario tutta o quota parte della spesa ? O di fronte a tale situazione se il comodatario invocasse l'inefficacia di un contratto simulato ? Insomma la risposta a mio avviso , và data, tarandola al caso concreto . Sicuramente và posta attenzione alla sostanza rispetto alla forma .
    In diritto non ci sono situazioni risolvibili con un bianco o nero , ma ci si deve sempre porre la domanda: quale espediente la controparte potrebbe invocare per far valere le sue diverse ragioni ?
    E' con questo approccio che và analizzata la questione

    Aggiunto dopo 3 minuti :

    Nel contratto in caso va scritto: ti loco questo immobile ad euro 400 mensili, somma che conguaglierai fino a capienza di quanto hai speso per la ristrutturazione ( importo determinato con fatture e altre pezze giustificative di spesa )
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Capisco il tuo ragionamento, però in questo caso stiamo parlando di rapporti tra parenti e non tra estranei.
    Dunque, lo condividerei appieno nel secondo caso, ma non nel primo.
    Inoltre, se il comodatario invocasse l'inefficacia di un contratto simulato, dovrebbe pur sempre dimostrare l'esistenza del contratto simulato (ad esempio dimostrando l'esistenza di pagamenti a titolo di canone al comodante). In questo caso, poi, i lavori di ristrutturazione verrebbero pagati direttamente dal comodatario (che potrebbe anche richiedere le agevolazioni previste per le ristrutturazioni) per soddisfare proprie necessità.

    Quindi, a mio avviso, quella del comodato è una strada perfettamente percorribile.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina