1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. yoursen

    yoursen Membro Junior

    Proprietario di Casa
    salve .
    Buon rientro .
    Vorrei un chiarimento : (LAVORI DI PITTURAZIONI RECINZIONE)
    E' legale che un condomino proietario, possa effettuare lavori nel propio condominio (cassaintegrato) con autorizzazione dell' amministratore,e per sgravare le quote condominiali.
    Lo sresso lavoro può essere svolto anche dal compagno di una condomina proietaria,che risiede nello stabile da diversi anni (residenza), e in (disoccupazione) , e idem per sgravare le quote condominiali.
    Ci sono problemi di assicurazioni per tutti e due o solo per chi non è propieterio,come è stato riferito non può prestare tale funzione, perchè l'assicurazione interviene solo per chi è propietario

    Grazie::triste:
     
  2. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    Anzitutto è opportuno precisare che le questioni legali aperte dal caso che hai proposto sono due:

    1) Può un condòmino svolgere piccoli lavori di manutenzione ordinaria nel proprio condominio su autorizzazione dell' amministratore? La risposta è si. L' amministratore può regolare questi piccoli servizi saltuari come prestazioni occasionali, che scontano una ritenuta di acconto del 20%.

    2) Può il condòmino compensare la propria prestazione occasionale con il debito per spese condominiali? La risposta è si. Anzi, per essere precisi, è il condominio che compensa il compenso occasionale con il debito per spese condominiali, non il contrario. E' ovvio che la compensazione in questo caso si calcola con il compenso al netto della ritenuta di acconto sulla prestazione occasionale, che per il condominio resta dovuta e segue il percorso prescritto dalla legge.
     
    A yoursen e arianna26 piace questo messaggio.
  3. yoursen

    yoursen Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie ,
    della sua risposta .

    Però l'assicurazione in caso di ipotetico infortunio copre soltanto il propietario condomino,o anche Il convivente , che da anni vive nello stesso appartamento di un'altra condomina propietaria ( è il mio caso)?
    Inoltre c'è bisogno di inserirlo in delibera assembleare.
    P.s è vero che se non sei proietario non puoi attivarti per esguire i lavori ,per conto della propietaria?
     
  4. Antonio Azzaretto

    Antonio Azzaretto Membro dello Staff

    L' assicurazione copre i danni che sono stati previsti dal contratto in vigore con il condominio.

    Il vostro interesse è creare un' organizzazione condominiale efficiente ed economica che crei valore per chi abita nella vostra casa.

    Chiediti se questa persona che svolge i piccoli lavori è una brava persona; poi chiediti se questi lavori vengono fatti a regola d' arte; infine domandati se questi lavori vengono pagati bene (ossia a prezzi di mercato e senza sfruttare chi lavora).

    Non badare troppo a ciò che "potrebbe capitare", perchè in questa prospettiva c' è sempre qualcosa che "potrebbe capitare".

    .....la sfiga è sempre in agguato, e non ci puoi fare nulla; lavora sulla realtà, non su quello che "potrebbe capitare", perchè gli uomini sono precari! TUTTO potrebbe capitare.

    Buona giornata!
     
    A Marco Costa piace questo elemento.
  5. jac0

    jac0 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    1) Banalmente, l'assicurazione copre l'assicurato.
    2) L'ultima domanda non mi è chiara: potrresti riformularla?
     
  6. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    dipende. è ovvio che nesuno può venire a casa e cominciare a dipingere la cancellata pretendendo poi di essere pagato e adducendo come motivazione il fatto che è brutta , arruginita etc. può invece attivarsi il conduttore per problemi urgenti, come perdite d'acqua e simili, o non urgenti come tinteggiature etc ma in accordo con il proprietario per quanto riguarda le spese.

    per il resto se i lavori sono eseguti bene mi sembra un'ottima soluzione quella di consentire a chi non può pagare in moneta la rata condominiale di eseguire dei lavori di manutenzione che vanno a vantaggio di tutti. previa, ovviamente delibera assembleare in cui i condomini decidono sia di eseguire tali lavori che di farli eseguire al condomino in difficoltà.

    per quanto riguarda l'assicurazione credo che occorra una lettura del contratto ma in linea di massima credo risarcisca con minor difficoltà un proprietario che manutiene il suo bene rispetto ad un terzo, che viva o meno lì che dovrebbe provvedere all'assicurazione in proprio.
     
  7. yoursen

    yoursen Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Si Jaco hai ragione l'ho formulata male!
    Spero di essere più chiaro.
    Sono un convivente che abita con una condomina propietaria di un app.
    In assemblea per fare dei lavori di pitturazioni alla recinzione si sono proposti in due propietari.(uno donna)
    Il problema è nato che il lavoro veniva eseguito da lui (il primo) Mentre io che sono il convivente del secondo propietario che si prestava a fare i lavori per suo conto,(essendo donna e non in grado di effettuare i lavori ) no perchè non sono propietario. Vivo con lei da diversi anni.
    L'amministratore a dichiarato (nn aveva con se il contratto) che l'assicurazione in caso di infortuni paga il propietario diretto, e non terze persone.Precisando che il primo è in c.ig. mentre io in disoccupazione mio malgrado e senza reddito.
    Questo ovviamente per recuperare le spese condominiali.
    Credo ( un mio pensiero), che la stessa assicurazione, se nel contratto non è dichiarato ,non interviene per nessuno.Ma solo per i casi accidentali,parti dirette e indirette.
    inoltre credo che l'altro propietario ci abbia giocato un pò ,perchè era indietro di quote condominiali intorno ai 1600 euro.

    P.S noi non eravammo presenti all'assemblea.
     
  8. geomarchini

    geomarchini Nuovo Iscritto

    non è un problema di assicurazione è una comoda via di fuga dell'amministratore...potresti coadiuvare la tua compagna nel farli!! se lei fosse presente allora non ci sarebbero scuse.
     
  9. yoursen

    yoursen Membro Junior

    Proprietario di Casa
    E' sempre stato il mio sospetto.
    Una combina fra i due.
    altimenti avrebbero dovuto dividere gli introiti.
     
  10. arianna26

    arianna26 Membro Senior

    Proprietario di Casa
    chiedi di vedere il contratto di assicurazione. indipendentemente da tutto è importante sapere se il tizio si fa male chi lo risarcisce. per il resto considera che non tutti possono prestarsi a fare dei lavori per non pagare le rate condominiali perchè servono anche soldi sonanti per bollette e simili. inoltre essere proprietario è una cosa non esserlo un altra. infine in Italia, ma anche altrove, se uno vuole i diritti di coniuge deve disturbarsi a sposarsi.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina