1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. lurch

    lurch Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Buongiorno a tutti.
    Sono il proprietario di un appartamento sito in un condominio avente circa 30 unità immobiliari.
    Stanchi di subire scelte che non condividevamo ed una gestione da parte dell'amministratore piuttosto discutibile, alcuni condomini ed io ci siamo riuniti, a più riprese, per discutere di tali problematiche ed ipotizzare il cambio dell'amministratore che, mi auguro, avverrà a breve (dovremmo avere la maggioranza).
    Nel frattempo, all'inizio dello scorso novembre, si sono staccati degli intonaci dalla facciata.
    Io e gran parte degli altri condomini non ne sapevamo nulla, ma chi, nell'interesse di tutti, ha provveduto a rimuovere le "tracce del misfatto", ha giustamente avvisato l'amministratore.
    Il quale, oltre 2 mesi più tardi, ha provveduto a dare comunicazione dell'accaduto e della necessita di mettere gli intonaci in sicurezza a tutti i condomini, allegando un unico preventivo e i MAV per il pagamento delle singole quote.
    Nella comunicazione non c'era alcuna menzione all'imminente partenza dei lavori, che di fatto sono iniziati pochi giorni dopo la ricezione da parte nostra della lettera.
    Il lavoro andava sicuramente fatto, ma se era così urgente (come di fatto era), molti altri ed io ci chiediamo perchè non ce ne sia stata data tempestiva comunicazione, perchè sia stato fatto un solo preventivo, e perchè i lavori, se così urgenti, sono stati fatti soltanto 2 mesi dopo.
    Alla richiesta di un condomino, è stato risposto (in maniera parziale) che i lavori erano urgenti e che andavano fatti, e non sono stati eseguiti prima poichè, non avendo ancora certi condomini pagato le spese condominiali, non disponeva dei fondi per procedere subito.
    Ci domandiamo a questo punto, non condividendo la condotta dell'amministratore, se questi fosse effettivamente in diritto di agire in tal modo; e, non dando ovviamente per certa la sua buona fede, se fosse davvero necessario l'impiego di un autoscala per la durata di 3 giorni, se non sarebbe stato possibile trovare una ditta che eseguisse gli stessi lavori per una somma inferiore (parliamo di circa 3000 €) e se tale condotta, più che nel nostro interesse, sia stata tenuta, dopo essere in qualche modo venuto a conoscenza delle nostre intenzioni per una sua speculazione in vista del subentro di un nuovo amministratore.
    In merito a quest'ultimo punto, potrò forse sembrare eccessivamente complottista a chi mi legge, e fatico anch'io a credere ad una simile ipotesi, ciò nondimeno, quanto mi possa sforzare, non riesco proprio a capire e giustificare un simile comportamento. Avrebbe avuto tutto il tempo per avvisarci, convocare un'assemblea, far fare altri preventivi...perchè mai agire così?
    Voi cosa ne pensate?
    Grazie in anticipo
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Tutto è possibile. Considera anche che molti amministratori si servono spesso di ditte o di artigiani coi quali si sono trovati bene in passato, per precisione, puntualità, anche costi. Una volta una amministratrice ce lo aveva detto, che aveva ormai lo studio pieno di preventivi, che aveva fatto fare lavori a molte ditte e che ormai una idea di quali erano le ditte velide per il rapporto qualità prezzo ce l'aveva. Per i lavori urgenti si rivolgeva direttamente a una di quelle.
    Poi, appunto, non si sa mai...
     
    A lurch piace questo elemento.
  3. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Una cosa è certa quando devi sistemare gli intonaci di facciata non hai molte vie o utilizzi l'autoscala (più economico) e intervieni si determinati punti dolenti, oppure fai un ponteggio (decisamente più caro) ma ti permette di analizzare ancor meglio il lavoro. Sicuramente avvisare avrebbe dovuto farlo per iscritto a meno che in sede d'assemblea non si fosse già deciso d'intervenire d'urgenza per il condominio.
     
    A lurch piace questo elemento.
  4. lurch

    lurch Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie per le risposte! ;)
    Mi rendo ora conto che fra tante domande ho scordato quella più importante: in definitiva questi lavori van pagati o potremmo non farlo?
     
  5. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Se effettuati a regola d'arte vanno pagati.
     
  6. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Tu stesso riconosci che i lavori andavano fatti, quindi direi che è giusto pagare. Certo l'amministratore poteva seguire una procedura più soddisfacente per voi. Lo farete presente alla prossima assemblea, specie se veramente intendete cambiare amministratore. Noi per esempio avevamo autorizzato l'amministratore a procedere in modo autonomo per lavori urgenti con spesa sotto una certa soglia. Voi non so...
     
  7. lurch

    lurch Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie per le risposte.
    Onestamente non sarei in grado di stabilire se i lavori siano stati fatti a regola d'arte o meno, ciò che ci scoccia è pagare per dei lavori per cui non siamo stati interpellati e che avremmo voluto far fare con la nuova amministrazione.
     
  8. Daniele 78

    Daniele 78 Membro Storico

    Professionista
    Infatti per stabilirlo, questo vale per il futuro amministratore, dovrà nominare una Direzione Lavori che controlli i lavori delle imprese. Questa è la prassi per ogni lavoro edilizio, a maggior ragione per un condominio.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    se i lavori erano di una certa consistenza e urgenza, l'amministratore avrebbe dovuto intervenire con un tecnico verificare i lavori con un capitolato, e indire una assemblea straordinaria per discutere eventuali preventivi e deliberare le spese
     
    A lurch piace questo elemento.
  10. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    In via generale tutti i lavori condominiali approvati regolarmente in assemblea, salvo impugnazione entro 30 giorni della delibera, devono essere pro-quota pagati dai condomini e gli interventi effettuati con urgenza devono comunque poi essere approvati dall'assemblea cui l'amministratore deve essere convocato dai richiedenti per rispondere del suo operato e produrre preventivi e la documentazione fiscale.
    Nel vostro caso certamente va verificato l'iter seguito dall'amministratore al quale potranno essere contestata l'urgenza ed i costi dell'intervento.
    Certamente non è questa la sede per gestire questa situazione in modo adeguato.
     
    A lurch piace questo elemento.
  11. lurch

    lurch Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Grazie a tutti. Cercherò di far valere le nostre ragioni all'assemblea e vedremo cosa ne verrà fuori!
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina