1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Cominciamo dal caso UBER, abbiamo colpito per anni di tasse le auto, la benzina e ora scopriamo che gli automobilisti si ingegnano a rientrare dai costi derivanti dalla gestione di un'auto, aderendo al servizio UBER, con la conseguenza di toccare gli interessi di una categoria professionale come i TAXISTI!

    Le tasse sulla casa ha ingegnato gli Italiano in due direzioni divergenti, chi demolisce i tetti per non pagare le tasse sugli immobili, con evidente danno per il contesto urbano, chi affitta con le varie società, per esempio Airbnb, a giorni, a settimane, le proprie case, per spalmare il disumano carico fiscale della casa, e così facendo, andando a toccare gli interessi di albergatori, gestori di B&B.

    Domani lo Stato requisirà le nostre seconde case per ospitare gli extracomunitari e permettere loro di fare scempio delle proprietà immobiliari, patrimonio dei risparmi e delle eredità di noi Italiani.
    Ragionate gente, ragionate!
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    E' da tempo immemore che "ragioniamo"...ma non risultano soluzioni diverse da quelle violente... che non tarderanno ad arrivare.
     
    A Gianco e Adriano Giacomelli piace questo messaggio.
  3. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Anch'io da tempo non vedo alternative. Una drastica e repentina sostituzione dei politici e di tutti i dirigenti, tale che non ci possa essere continuità fra i due momenti storici.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  4. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sarebbe, per certi versi, auspicabile, ma quello italiano è per tradizione un popolo molle. Non abbiamo mai iniziato una rivoluzione, ma le abbiamo sempre subite quando le hanno fatte gli altri. E sarà così anche questa volta... purtroppo...
     
  5. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Se si tornassero a veicolare le idee sane e semplici, del far bene, del promuovere la dignità delle persone che ogni giorno si alzano e lavorano, alzano la saracinesca dell'officina, del negozio, che i sacrifici di tutti vanno nuovamente per la qualità della vita di tutti quelli che lavorano, non per la qualità dei politici, burocrati, gestori dei baraccone statali, Regionali, Municipalizzate e via cantando.
    Se l'ospitalità fosse una scelta e non una imposizione incontrollata, se la Comunità Europea non fosse un altra mangiatoia di ispirazione Romana, se la nostra identità Italiana non fosse macchiata da Mafiosi, gente che le immondizie le butta, da evasori totali, da gente che si vende le partite di calcio, sarebbe una Italianità di ingegno, di voglia di fare, di intraprendenza e di stile, di gusto della vita, di gastronomia, di mare e turismo, di Dolomiti e sport.
    Se...... forse ritroveremmo la vera Italia
     
  6. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Sei rimasto alla fine del 1400... quasi 1500... :^^::^^::^^::^^:
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  7. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    PURTROPPO hai ragione!
     
  8. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    In Italia se si vuole uscire da questo marciume bisogna aprire all'artigiano maestro che insegnava agli scolari in periodo delle vacanze il mestiere dell'artigianato, ora questi studenti non fanno altro che sport scuola calcio scuola piscina e tanti altri sport, ma imparare un mestiere e vergognoso per i genitori, che non fanno altro che dire mio figlio, mio figlio.
    DI CHI E' LA COLPA SE NON NOSTRA
     
  9. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Questo sito sta diventando un sito di piagnoni? Quale italiano è sicuro al 100% che paga tutto il dovuto allo stato, che non ha acquistato neppure una caramella senza lo scontrino fiscale? I nostri politici rispecchiano le qualità dei cittadini che li hanno votati, non c'è partito che sia esente da malversazioni ai danni dello stato. Chi pensa che in italia i cittadini compiano una rivoluzione è un illuso. La storia ci insegna che cambiano i vessilli, ma chi comandava prima salta sul carro del vincitore nella nuova veste di rivoluzionario. Possibile che non faccia pensare chi gestiva le recenti ruberie di "mafia capitale" ? Addirittura ex rivoluzionari!!!!
    Nella mia attività professionale quando consiglio a chi mi chiama per verificare cosa sta costruendo il confinante, di rivolgersi alla magistratura segnalando il Comune quale responsabile per il rilascio di concessione illegittima, la domanda che mi viene posta è : "se il Comune controlla la mia proprietà a cosa vado incontro?" Tutti hanno scheletri nell'armadio, mugugnano, ma non agiscono. I nostri politici consentono a tutti piccole evasioni fiscali o piccoli illeciti per tacitare le loro ruberie. Per pretendere comportamenti integerrimi da chi ci dovrebbe guidare occorre che il cittadino sia altrettanto integerrimo. Ci si meraviglia degli scandali delle partite di calcio, per eliminarli basta che nessuno vada allo stadio e scommetta sulle partite, il calcio non è indispensabile per vivere; il calcio è l'equivalente dei giochi che nell'antica Roma davano al circo per la felicità della plebe........ panem ed circenses....l'italia non è cambiata!!
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  10. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Raffaelemaria! Tutto maledettamente giusto ma.... allora? Cominciamo da noi stessi e sono d'accordissimo, ma si ha sempre la sensazione che intorno gli altri continuino imperterriti a collezionare scheletri, e l'esempio che ricevono dall'alto sembra giustificare il tutto!
     
  11. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Credo che ognuno nel proprio piccolo possa cambiare il sistema, se ad esempio non acquistiamo nulla senza scontrino fiscale costringeremmo tutti a pagare le tasse e sparirebbero anche tutti gli ambulanti dalle spiagge che vendono roba taroccata. Invece di intrallazzarsi con tecnici comunali per eludere le norme che possono essere oggetto di interpretazione e cercare di ottenere quanto la legge non consente per ingraziarsi il cliente, il vero professionista pretende che le eventuali interpretazioni siano di pubblico dominio altrimenti " si interpretano per gli amici e si applicano per i nemici": esempi nel forum non sono mancati. Il cittadino deve avere la forza di rendere pubbliche le ingiustizie, al momento sembra non diano risultati, ma ciò non è vero, più si denuncia più si crea il vuoto attorno ai malfattori. Purtroppo la nostra magistratura è affaticata dalla mole di esposti, ma non disperiamo, per mia esperienza serve sempre.
     
  12. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Tralasciando certe "utopie" che tutti si nasca uguali nello "spirito" e nelle "attitudini" (o "rettitudini")...vale il vecchio detto:
    Piscis primum a capite foetet
    Cui mi permetto una personalissima:
    se dall' alto non viene l' esempio diventa difficile che le masse si adeguino.
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Aldilà dei luoghi comuni e delle enunciazioni di principio, pagare le tasse non è piacevole. Se si permette di scegliere al contribuente se pagare la parcella di un professionista con l'IVA, quindi con fattura e maggior esborso a perdere o senza, tenendo in tasca l'importo della tassazione, l'interessato, salvo casi rari sceglie quest'ultima ipotesi. Ma se gli si permette di scaricare dalle tasse l'intero importo ha tutto l'interesse a pagare e conseguentemente a cascata a far pagare tutti con evidente vantaggio per l'erario che non avrebbe più necessità di fare i continui controlli.
    Il sistema porterebbe a maggiori introiti con conseguente possibile riduzione delle aliquote. Perché non si opta per questa semplice soluzione? Forse perché tutto e tutti sarebbero automaticamente controllati e questo a chi deve decidere, evidentemente non sta bene.
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  14. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    LA FORZA DEL BUON SENSO! Io non capisco perché certi concetti di buon senso non fanno strada, a meno che, ci sia talmente sfiducia in noi Italiani da pensare che innescheremmo una serie di fatturazioni false per aggirare il fisco.
    Ma la logica vorrebbe quello che Gianco dice, anche perché se tutti pagassimo IVA al 22% lo Stato introiterebbe, salvo poi dedurre da ipotetici redditi che verrebbero a galla.
     
  15. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    ecco su questo mi si apre una marea di dubbi. Chi ha avuto l'idea di organizzare UBER ha la stessa idea di colui che ha organizzato una rete di vendita partendo dalle relazioni interfamiliari per arrivare al concetto del multilevel: non ti sichiede di vendere tutta la vita (come se fare il venditore fosse una cosa dequalificante), è sufficiente che organizzi 3/4/5 venditori (cercando tra parenti ed amici) ed alla fine tu diventi un manager, un coordinatore di venditori che sono sotto di te, i quali a loro volta devono trovare 3/4/5 venditori, così a loro volta non lo saranno più ed intanto spingono il primo a coordinare una potenza dei primi venditori che hai creato ed avere provvigioni sulle vendite da quest'ultimi effettuate e così avanti.
    Ah! Abramo, non so se ti stai rigirando nella tomba, ma.... forse era meglio lasciare tutto in mano ai faraoni d'egitto.
     
  16. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Tutti dicono "Se tutti pagassero le tasse non ci sarebbe debito. " Falso" Se confrontiamo, anche solo ad occhio,la cresckitadelPIL degli ulti i 15 anni, con la crescita deellaraccolta fiscale sono sicuro che vedremmo un divario sensibile fra la primae la seconda.
    Il fatto è che pù loStato incassa più spende.
    Ma sulle tasse c'è un'altra cosa da dire. Negli anni che sono stato all'estero il mio datore di lavoro mi pagava l'affitto della casa dove vivevo. Il fisco, tedesco, americano,inglese,messicano ,argentino prendeva nota poi faceva il gross up della cifra dell'affitto( cioè trasformava in valore lordo quello che era il netto che ricevevo)e me lo tassava.
    Ecco perchè in quei paesi il fenomeno degli appartamenti di proprietà dell'INPS dati agli amici non ha ragione di manifestarsi: Cito l' INPS perchè in una conferenza a Londra ( seguita da dibattito)nel lontano 1997, l'allora presidente dell' Inps alla mia seguente domanda " quanto rende all'ente il patrimonio immobiliare di cui dispone?" rispose " E l'UNO PERCENTO mi vergogno a dirlo ma lei sa il perchè " lasciando di stucco i non italiani presenti che fecero notare che i soldi che i lavoratori versano all'Inps sono di proprietà dei lavoratori medesimi dati in trust all'ente previdenziale e che, nei loro rispettivi paesi i dirigenti dell'ente verrebbero, per lo meno licenziati per incapacità nel gestire i fondi se non addirittura processati ati per violazione del trust.
    Io sono rientrato in Italia nel 2006. Da allora sto cercando un ,legale che se la sen ta di sollevare il caso , senza successo.
    Sapete trovarmelo voi ? Sareste disposti a partecipare alle spese per una " class action"?
    Questo è un esempio chiaro e semplice che potremmo mettere in funzione noi.
    Ve la sentite?
     
    A Gianco, Adriano Giacomelli e Dimaraz piace questo elemento.
  17. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Un plauso al ragionamento ed alla testimonianza...ma permettimi una considerazione sulla causa-classaction:
    in un paese dove la prescrizione ha tempi brevibrevi da fulmicotone...e la giustizia la velocità di un bradipo nel leggere la Bibbia...pensi realmente che si otterrebbe qualcosa???!!!
     
  18. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ti rispondo con le parole di mia mamma classe 1904.

    Se non vuoi fare quello che dovresti fare perchè tanto non vai da nessuna parte, poi non venire a piangere da me -Certo se non fai sei sicuro di non ottenere alcunchè

    Mia mamma era una donna tosta.

    Ti racconto un episodio

    Noi vivevamo a Vercelli io facevo il servizio militare a Chiavari mio fratello lavorava a Londra, mio padre bloccato in poltrona dai postumi di una ferita di guerra e a una malattia con pochi anni di vita.Siamo nel 1959.

    Una mattina ci chiamano da Roma per informarci che lo zio di mio padre era morto c parente che quando mio padre rimase orfano dei genitori all'età di 9 anni lo portò a casa sua e che noi chiamavamo nonno. Occorreva che qualcuno se ne occupasse.

    Mia madre prende il telefono , chiama il comandante della scuola trasmissione interforze di Chiavari (un ammiraglio o giù di lì ) gli spiega la situazione ed ottiene che io venga mandato in

    Licenza per quattro giorni per andare a Vercelli per assistere mio padre.

    Poi chiama a Roma chi l’aveva avvisata e si fa dare il numero dell’agenzia di pompe funebri

    Ottenutolo chiama spiega la situazione e dice che lei deve tornare a Vercelli entro sabato.

    L’interlocutore romano le fa presente che pe r quel tipo di decesso ci vuole l’autorizzazione del giudice. ;Lei gli chiede se sa chi è e dove lavora. Alla risposta affermativa gli da appuntamento per il venerdì mattina alle 0830 a Piazza Cavour davanti al Palazzaccio ..

    Poi chiama un’amica , gli affida mio padre e lo tranquillizza. Poi prende il treno e arrivata ad Alessandria dove deve cambiare riesce ad incontrarsi con me che dovevo cambi are ad Alessandria

    E mii da le ultime istruzioni per mio padre.

    Al mattino dopo si incontra c on l’incaricato delle pompe fun ebri che gli indica il giudice che sta en trando.Lei gli si fionda dietro , si libera con uno spintone dell’usciere che cerca di fermarla ed entra nella stanza del giudice che stupito le chiede che cosa vuole. Lei glielo dice e lui si mette a parlare di cosa dice la legge ecc. Mia madre lo interrompe dicendo “ Lei non mi può parlar così io ho mio marito ammalato , lui un decorato al valor militare io ho partecipato alla lotta partigiana ( un’altra volta te lo racconto) cosa temete ? non lo abbiamo mica ammazzato noi ? era u ultraottantenne che è caduto dalle scale.

    E il giudice firmò le carte
     
    A Gianco piace questo elemento.
  19. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Permettimi di segnalare che le questioni sono ben diverse, interpellare un Giudice per una questione come quella che hai riportato è cosa ben diversa che iniziare una class action contro chi ha (mal) gestito le risosrse dell' INPS...ma soprattutto che correva l' anno 1959.
     
  20. sergio gattinara

    sergio gattinara Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    ma io ti ho risposto con le parole di mia madre poi ti ho detto chetipo era mia madre aggiungo una vecchia frase che ho già citato in passato.
    Perchè il male avanzi è sufficiente che i buoni non facciano nulla
     
    A Gianco piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina