1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. geremeas

    geremeas Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    in condominio di 9 appartamenti più tre mansarde nel piano pilotis libero da ingombri si è deciso di costruire le cantine con il piano casa con superficie proporzionata alla proprietà individuale; i proprietari delle mansarde ( nate come locali di sgombero) hanno diritto ad avere uno spazio per costruire la cantina?
    in assemblea per la votazione in merito deve esserci l'unanimità o basta la maggioranza?
    la cantina costruita che confina con il nostro giardino può mettere una finestra?
    Con i migliori saluti
    Geremeas
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Si e No.
    Non esiste alcun diritto automatico che derivi dalla trasformazione di certi volumi in proprietà di altri.

    Se esistono residui di cubatura utilizzabile ...questi spettano su base millesimale a tutti.
    Se è possibile il cambio di destinazione d'uso di vani privati...non è una questione che debba ottenere l'approvazione dell'assemblea.
     
  3. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Un tecnico sul posto potrebbe meglio valutare...ma in linea di principio no (salvo vostra autorizzazione).
     
  4. 1giggi1

    1giggi1 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Se possibile, prendete voi la cantina che confina con il vostro giardino, avrete più possibilità di utilizzo e potrete avere le aperure che vorrete e non avrete un vicino che sbircia nelle vostre proprietà
     
  5. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    La cantine costruite sul piano pilotis possono aprire delle luci a condizione che siano munite di inferriate dotata di grata di metallo con maglie inferiori a 3 cmq. Il lato inferiore delle stesse non deve essere inferiore a m 2,50 dal pavimento del locale e dalla quota del terreno adiacente. Se l'intervento è a Geremeas probabilmente si potrà approfittare del dislivello fra i terreni adiacenti, visto che è prevalentemente zona collinare.
    Le cantine sono annesse alle unità immobiliari per cui sono escluse le mansarde, ancorché sanate. Le finestre possono essere aperte se c'è l'assenso del proprietario confinante il cui terreno sarà gravato da servitù.
     
  6. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Potresti spiegare meglio questa affermazione?

    Se le mansarde sanate fossero accatastate come u.i. indipendenti e con distinte proprietà, rientrerebbero nel diritto ad avere le cantine? Essendo il piano piloti comune a tutti i condomini non vedrei come si possano escludere da questa nuova assegnazione.

    Ma rileggendo la domanda del nostro, mi pare si possa anche sottintendere la seguente frase:
    I proprietari delle u.i. cui erano stati conferiti i sottotetti come locali di sgombero, che successivamente sanate sono state adibite a pertinenza abitativa, hanno sempre il diritto di avere la loro cantina? Anche qui risponderei si, per la quota corrispondente ai millesimi attribuiti alla loro u.i.
     
  7. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Il piano pilotis è stato realizzato per costruire tot. unità immobiliari con sovrastanti mansarde. Pertanto i locali ricavati nel suddetto piano vanno ripartiti fra le unità immobiliari regolari. Gli altri, sebbene sanati non possono ambire a suddividersi quello che era ed è un diritto dei proprietari regolari.
     
  8. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Può darsi che la tua interpretazione sia quella adottata giuridicamente, ma occorrerebbero dei precedenti.
    Di fatto contrasterebbe con il principio di riallineamento dei valori millesimali quasi sicuramente richiesto e messo in atto dopo la trasformazione.
    Comunque sia anche i locali di sgombero originari erano conteggiati nella quota millesimale, e pro-quota hanno conservato i proporzionali diritti sulle parti comuni, compreso il piano pilotis.
     
  9. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Una cosa è considerarli come superficie non residenziale dell'unità sottostante, che con le stesse concorrono alla ripartizione del piano pilotis, un'altra è considerarle unità immobiliari, aventi titolo alla ripartizione.
     
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Secondo il mio modesto parere il titolo alla ripartizione di una area comune non discende dalla definizione di uso, ma dalla quota millesimale di proprietà nel condominio.
     
  11. pimol

    pimol Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Credo che sia necessario usare il medesimo criterio adottato per le spese relative al p. pilotis. Le (ex) mansarde partecipavano con lo stesso peso per millesimi alle spese? Difficile giustificare un diverso trattamento per la destinazione.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Appunto
     
  13. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Mi sembra illogico che solo per il fatto di avere sanato l'abuso abbiano diritto al piano pilotis che era esclusivi delle abitazioni regolarmente costruite e che avevano diritto a quello spazio, magari per parcheggiare le loro macchine. Non credo che accetteranno di dividere i loro diritti con i nuovi "ex abusivi".
     
  14. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Dipende. Provo a seguire il filo logico.
    1) I sottotetti sono nati come locali di sgombero, quindi credo siano stati assegnati a qualche condomino (presumo dell'ultimo piano), conteggiati nella quota millesimale.
    Pochi o tanti fossero, sempre una quota avevano anche delle parti comuni.
    (Non ha detto che erano inagibili)
    2) Pro quota questi pochi o tanti millesimi presumo abbiano finora contribuito alle spese di proprietà e di gestione.
    La trasformazione in mansarde presumo sia stata fatta a spese del proprietario esclusivo; che sia stato quello originario o chi è subentrato poco rileva.
    La trasformazione in cantine del piano pilotis chi lo pagherà?
    3) Le mansarde condonate hanno comportato una revisione dei millesimi condominiali? In questo caso sarebbe addirittura aumentata la loro quota relativa.
    4) Le nuove cantine comporteranno una revisione millesimale? Logicamente si, al pari delle mansarde, con peso inferiore.

    Dove sta scritto che "il diritto al piano pilotis era esclusivo delle abitazioni regolarmente costruite e che avevano diritto a quello spazio"?

    Era una parte comune a tutti quelli cui era stata attribuita una quota millesimale: non sappiamo se i possessori dei locali di sgombero avessero i medesimi millesimi di chi non ne disponeva.
     
  15. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    @geremeas ha posto il quesito, poi è scomparso. Solo lui potrebbe chiarire chi ed in che proporzione usufruiva del piano pilotis.
     
    A basty piace questo elemento.
  16. geremeas

    geremeas Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Gent.mi opinionisti,
    dai Vostri graditi pareri mi pare di aver capito che hanno ragione sia i proprietari che le mansarde; in merito al problema pilotis Vi informo per maggiore chiarezza che fino ad un anno fa il piano pilotis veniva utilizzato per parcheggio da chi trovava p0sto;
    (i parcheggi non sono mai stati assegnati e non si faceva distinzione tra appartamenti regolari e mansarde); faccio presente che le quote condominiali in base ai millesimi
    venivano pagate regolarmente dalle mansarde (ci risulta come locali di sgombero).
    Spero di aver chiarito eventuali dubbi e ringraziandoVi per gli interventi invio
    i migliori saluti
     
  17. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Essendo locali di sgombero non potevano avere diritto ai posti auto, anche se vigeva la massima anarchia.
     
  18. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Essendo accessori sarei propenso a ritenere che fossero inizialmente posseduti da qualche condomino..... e comunque hanno sempre contribuito con una parte di millesimi ....
     
  19. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Ogni appartamento con o senza mansarda aveva la sua quota di superficie da destinare a posto auto. Probabilmente erano in funzione del loro numero. Evidentemente le mansarde non avevano diritti diretti e comunque influivano per una piccola frazione della spettanza dell'unità immobiliare iniziale..
     
  20. geremeas

    geremeas Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    A seguire chiedo cortesemente un parere in merito alle cantine assegnate in base ai millesimi (comprese le mansarde ) dopo l'approvazione in assemblea condominiale;
    ho pensato di proporre al proprietario della cantina adiacente alla nostra per evitare
    problemi futuri un eventuale acquisto (è proprietario di una delle tre mansarde );
    domando è necessario un atto notarile? prima della costruzione delle cantine posso
    fare una scrittura privata? è meglio un intervento legale?
    Faccio presente che le cantine verranno inserite nella pratica del piano casa.
    Ringrazio per i suggerimenti.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina