1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Salve, vorrei sapere se la spesa di manodopera per la sostituzione della valvola gas dello scaldabagno resta ugualmente a carico del proprietario oppure è a carico dell'inquilino. Esistono pareri discordi e vorrei possibilmente chiarire in modo definitivo.
    Grazie
     
  2. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Una sostituzione equivale sempre a manutenzione straordinaria,...quindi a carico del proprietario/locatore .
     
  3. Bluechewanna

    Bluechewanna Membro Junior

    Proprietario di Casa

    Non sono in grado di chiarire in modo definitivo: non mi occupo di termoidraulica. Per rispondere al tuo quesito è necessario prima di tutto visionare il tuo contratto per verificare la disciplina applicabile. In mancanza di indicazioni specifiche (ad esempio la "Tabella oneri accessori" concordata dalle associazioni dei proprietari e degli inquilini o il "gemello" allegato G) si va per codice civile e usi locali, come riportato in tutti i contratti di loczione. La sostituzione di un vetro rotto, della cinghia dell'avvolgibile, del galleggiante della casseta wc sono tutte sostituzioni, eppure non rientrano nella manuenzione straordinaria, ma nel normale deterioramento prodotto dall'uso e sono riconducibili, secondo giurisprudenza, alla nozione di piccola manutenzione , quindi, se la causa che cagionato la rottura della valvola del gas deriva da normale usura, la spesa compete alli'nquilino , in quanto piccola manutenione (articolo 1576 c.c.) se, però, l'idraulico ha dichiarato che la valvola si è rotta per vetustà, l'onere di provvedere alla sua sostituzione (manodopera compresa) grava sul locatore (articolo 1609c.c.), purchè non diversamente pattuito.
     
  4. Gianco

    Gianco Membro Storico

    Professionista
    Tutte le rotture o deterioramento che hai indicato sono conseguenza della vetustà e dall'usure. Non capisco perché nelle prime ipotesi sono a carico del conduttore e nell'ultimo del proprietario.
     
  5. sergio 41

    sergio 41 Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    .......Mi pare che se nel contratto non è specificato "analiticamente" ogni e qualsiasi tipo di manutenzione a carico di chi deve essere, non solo non si chiarisce nulla ma vedo che tutto si complica.:confuso:
     
  6. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Gianco ha già marcato delle corrette osservazioni che condivido...e seppur convieni nell'unica risposta fornibile su chi competa la spesa nel caso specifico...gradirei conoscere quali articoli di Legge o quale giurisprudenza affermi che la sostituzione dovuta all'uso sia piccola manutenzione che spetta al conduttore...in particolare come possa comprendere i "vetri" ...che sinceramente non ho mai visto rompersi per "vetustà" (e pacifico che una rottura di una lastra ha causa "soggettiva" ).
     
  7. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Nessuna complicazione "particolare".
    Ove nessuna menzione nel contratto valgono le regole di Legge...anzi...eventuali norme contrarie a quanto stabilisce la Legge sono equiparabili a clausole vessatorie quindi con necessità di doppia firma.

    Nel tuo caso specifico ad una rilettura della domanda iniziale non trovo menzione di quanto affermato da Bluechewanna dove tu specificassi la dichiarazione di vetustà da parte dell'idraulico...ma forse lui parlava in via ipotetica.

    La rilettura mi fornisce comunque spunto per un dubbio.
    Ho inteso la valvola come elemento a se stante rispetto alla caldaia da cui l'eventuale integrale sostituzione equivale a manutenzione straordinaria...qualora invece essa fosse un "componente" interno della caldaia quanto spiegato si inverte: la sostituzione di un componente diverrebbe manutenzione ordinaria quindi a carico del conduttore/inquilino.

    Le vere "confusioni" giurisprudenziali riguardano le parti elettroniche (esempio il termostato) perchè una "giurisprudenza" ferma a concetti "superati/vetusti" ritiene che i componenti elettrici siano di per se non soggetti al logorio (bestialità anche per i vecchi circuiti "analogici")...e attribuisce la loro rottura a errato calcolo in sede di progetto e di conseguenza eventuale onere sempre e comunque a carico del proprietario.

    Dulcis in fundo al giorno d'oggi la "riparazione" di compnenti elettrici/elettronici è antieconomica (fai prima a sostituire una centralina piuttosto che trovare chi la ripari.
    In questo modo una sostituzione che è economicamente più economica di una riparazione diventa nuovamente onere per il proprietario.
     
    Ultima modifica: 18 Settembre 2015
    A Gianco piace questo elemento.
  8. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    @sergio 41 ove la spesa fosse di piccola manutenzione spetterà al suo conduttore.
    La legge infatti, nel combinato disposto art.1576 e 1609 del Cc, non distingue tra manutenzione straordinaria ed ordinaria, bensì tra riparazioni di piccola manutenzione o meno, rimanendo le prime sempre a carico del conduttore (salvo difforme convenzione e/o conttatto).
    A quanto ammonta la spesa e quale il canone mensile? Sarà agevole trarre le debite conseguenze...
     
  9. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Certamente giurisprudenza:
    Cass. n. 1878/2006
    L'obbligo di manutenzione ordinaria dell'immobile locato grava sul conduttore.

    ...ma pure la Legge:
    Dispositivo dell'art. 1621 Codice Civile

    Il locatore è tenuto ad eseguire a sue spese, durante l'affitto, le riparazioni straordinarie. Le altre sono a carico dell'affittuario


    Che poi le cose siano coincidenti per uso nel linguagio comune di tale terminologia non credo sposti di una virgola la valenza.

    A titolo di esempio la riverniciatura esterna dei serramenti in legno è manutenzione ordinaria e non certamente di "piccola" entità.
     
  10. Ollj

    Ollj Membro Assiduo

    Professionista
    Occhio Dimaraz: tal disposizine è prevista non per la locazione ma esclusivamente per l'affitto che è cosa assai diversa (bene produttivo art.1615 Cc)
    Per la locazione si applicano 1576 e 1609
    Quanto alla massima poi la leggerò, ma di certo deve replicare art. 1609 Cc
     
    Ultima modifica: 18 Settembre 2015
  11. Dimaraz

    Dimaraz Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Convengo che sia parte di una sezione "collaterale"...il riferimento era solo per indicare come in simili rapporti le terminologie siano intercambiabili.
    Sia locazione sia affitto vengono alternativamente usati diversi termini si da considerarli sinonimi : locazione/affitto, proprietario/locatore, conduttore/locatario/inquilino etc etc.
    Nel stesso Art. 1576 che tu citi è usata la stessa terminologia (per le cose mobili) manutenzione ordinaria.
    La mia affermazione relativa al non trascurabile valore della manutenzione ordinaria degli infissi è stata poco precisa (me ne scuso) perché l'importo rilevante era da riferirsi al complessivo dei serramenti di un immobile. Preso singolarmente il costo è esiguo...ma moltiplicandolo per 10 o 15 il "suono" cambia. Sulla cosa incide anche la pessima abitudine di non eseguire (mai) quanto annualmente previsto.
    Metaforicamente sarebbe come prendere un auto e non fare mai il cambio olio (e quanto previsto nei tagliandi) e poi contestare che il motore "salta" a 70mila km.
     
    A quiproquo piace questo elemento.
  12. quiproquo

    quiproquo Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Personalmente in 20 anni di locazione ho fatto dare la priorità al tempo. Entro il primo - secondo anno 100% carico locatore...dopo fino a 4 anni metà cadauno....dopo 4 anni a carico del locatario.qpq
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina