1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. antonella1

    antonella1 Membro Ordinario

    Buonasera, vorrei sapere se è possibile licenziare il portiere del mio condominio , in quanto si è ammalato in questi mesi, e dice che non può svolgere più le mansioni di pulizia del condominio, e vuole continuare ad essere pagato regolarmente senza svolgere più determinate funzioni che prevedono il suo contratto di lavoro. molti condomini vogliono licenziarlo , in quanto non vogliamo pagare sia lui (il portiere attuale) sia una futura impresa di pulizia per mantenere pulito lo stabile, con un aggravio economico per noi condomini, in quanto aumenterebbe di costo le quote condominiali. Grazie, spero di ricevere al più presto delle risposte.
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì, ce c'è giusta causa.
    E considerando, che per sfortuna sua, non è più in grado di adempiere alle sue funzioni per le quali è stato assunto e di conseguenza ne deriva un aggravio di spese per il condominio, può ritenersi una giusta causa.
     
  3. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    La situazione è da verificare nel particolare e comunque va contestato quanto riferisce preliminarmente con una diffida ad hoc.... lasci stare i pareri dei non addetti... ai lavori e solleciti l'amministratore a consultare un avvocato esperto del diritto del lavoro della vostra città.
     
    A Boxenzo piace questo elemento.
  4. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Concordo, ovviamente, con il consiglio dato da @StLegaleDeValeriRoma.
    Tuttavia penso che per essere licenziato il portiere debba prima superare il monte di giorni di malattia previsti dal CCNL.
    Nel settore della sicurezza del lavoro l'inidoneità fisica del lavoratore (stabilita dal medico competente) a svolgere determinate mansioni non può essere causa di licenziamento: il lavoratore deve essere spostato dove le sue inabilità sono ininfluenti per le mansioni richieste.
    Tuttavia con l'avvento della Legge Fornero ci potrebbe essere qualche scappatoia, comunque a titolo oneroso.
     
  5. antonella1

    antonella1 Membro Ordinario

    Grazie per le vostre risposte, ma vi chiedo ulteriormente se viene accertato che il portiere non può svolgere più le mansioni dedite alla pulizia dello stabile e quindi si deve prendere l'impresa di pulizie con un aggravio delle spese condominiali, e l'Assemblea condominiale decide di prendere questa soluzione, io insieme ad altri condomini ci possiamo rifiutare di pagare questo aggravio di spese?
     
  6. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Secondo me inquesta situazione conta molto il livello di relazione interpersonali tra il portiere e la stragrande maggioranza dei condomini (che in fondo sono i suoi datori di lavoro).
    Una persona a modo chiederebbe un lasso di tempo ragionevole per lasciare il posto di lavoro e se i datori di lavoro lo sono anche loro persone a modo gli accorderebbero questa richiesta.
    Se il portiere non ha buoni rapporti ed accampa solo dei diritti, tramite l'amministratore, prendendo atto della sua inidoneità fisica a svolgere delle mansioni, gli decurterei lo stipendio dell'importo corrispondente al costo dei servizi che devono essere affidati a terzi. Azione che deve essere presa durante una apposita assemblea da convocare in tempi brevi. Vediamo come reagisce: magari dietro il corrispettivo di una annualità (oltre al TFR) lascia il portierato senza tante storie.
     
  7. massandro6

    massandro6 Membro Junior

    Proprietario di Casa
    Per me non è questione di giusta causa, ma di maggioranza per il licenziamento. Ad esempio in un fabbricato non-condominio (perché le u.i. sono di un unico proprietario) il proprietario-locatore può licenziare il portiere senza problemi, non dimenticando il preavviso, come si fa, in un altro settore lavorativo, con la propria colf e/o badante.
     
  8. antonella1

    antonella1 Membro Ordinario

    Si ma vanto qualche diritto.
     
  9. StLegaleDeValeriRoma

    StLegaleDeValeriRoma Membro Assiduo

    Professionista
    mi sembra opportuno visto quanto continuo a leggere, ribadire il consiglio a distanza a favore di un collega palermitano prima che lei o meglio i condomini procediate con il fai da te visto che con i rapporti di lavoro ovviamente non si scherza e non ci si basa su pareri a rischio ricevuti sul web senza la necessaria preparazione e conoscenza dei fatti e documenti.
    Quindi repetita iuvant.
    "lasci stare i pareri dei non addetti... ai lavori e solleciti l'amministratore a consultare un avvocato esperto del diritto del lavoro della vostra città."
     
  10. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    giusto quello scritto sopra,
    rivolgersi sempre agli avvocati per ogni questione per non incorrere negli sbagli.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina