• propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Antonio78

Nuovo Iscritto
Buongiorno,
il 31 maggio 2009 ho stipulato un contrato di affitto transitorio di un anno con un inquilino tramite un'agenzia immobiliare che sta vendendo questo mio immobile.
Sul contratto c'è scritto che alla scadenza il contratto sarebbe cessato senza bisogno di alcuna disdetta.
Visto che non si era fatto vivo, un mese fa gli ho mandato una mail scrivendogli che dopo un mese il contratto sarebbe terminato e non intendevi rinnovarglielo anche perchè visto che non si era fatto sentire, immaginavo avesse trovato una nuova sistemazione.
Invece lui era convinto che il contratto si fosse rinnovato automaticamente e ha cominciato a farne una tragedia, al che io gli ho promesso di lasciarlo dentro il tempo necessario per trovarsi un nuovo alloggio.
Due settimane fa mi chiama dicendomi che si è informato e il contratto è nullo perchè lui ha preso la residenza e si è intestato le bollette "senza volerlo" e quindi il contratto diventa in automatico un 4+4 ... chiariamo che la residenza e le intestazioni delle bollette le ha fatte senza il mio consenso e trovo anche strano che un comune possa dare la residenza in base a un contratto del genere ...
sta di fatto che ieri ci siamo incontrati e lui o vuole restare dentro almeno altri 3 anni con un 3+2 con buonuscita finale, oppure va via subito con una buonuscita di 8.000 euro per le varie spese fatte dentro e per danni ...

Vi chiedo se è normale una cosa del genere in italia... e cosa posso fare ...
Io di dargli quei soldi non ci penso neanche anche perchè in un anno me ne ha dati 6.360.
Mi sa che se non la smette di fare il furbo andrò per vie legali ... almeno ci rimette pure lui ...
 

ralf

Nuovo Iscritto
Ciao, per la piega che ha preso questa situazione potrebbe anche accadere che tu debba rivolgerti ad un legale, in attesa che gli esperti di propit diano loro pareri io starei fermo, poi appunto prima di parlare con inquilino sentirei da un legale.Una domanda: come ha fatto il conduttore ad intestarsi le utenze? Se erano intestate a te credo che occorresse la tua firma per la voltura. Aspettiamo pareri legali.
 

Antonio78

Nuovo Iscritto
Rivolgermi ad un legale è sicuramente la mia direzione in questo momento, e penso che lo sia anche dell'agenzia.

Quello che mi chiedo anch'io è questo ... uno può intestarsi le utenze senza la firma del proprietario e soprattutto per la residenza mi chiedo come sia possibile che abbia potuto farla senza un mio assenso e con in mano un contratto transitorio...
 

carlor

Nuovo Iscritto
A proposito di contratti di fornitura. Come per tutti i contratti, nessun contratto di fornitura tra la ditta F e la persona C può essere rescisso da F senza che questo abbia prima ottenuto il benestare di C. Non è sufficiente che il richiedente esibisca a F il contratto di affitto.
 

Antonio78

Nuovo Iscritto
A proposito di contratti di fornitura. Come per tutti i contratti, nessun contratto di fornitura tra la ditta F e la persona C può essere rescisso da F senza che questo abbia prima ottenuto il benestare di C. Non è sufficiente che il richiedente esibisca a F il contratto di affitto.
quindi mi vuoi dire che per girarsi le bollette doveva esserci la mia firma?
 

carlor

Nuovo Iscritto
Certamente, nel dossier di subentro c'è un documento ove il cliente attuale DICHIARA di voler rescindere il CONTRATTO a favore di un altra persona, che accetta. In questo documento viene riportata la lettura attuale del contatore.
Entrambi firmano in calce.
 

Antonio78

Nuovo Iscritto
Certamente, nel dossier di subentro c'è un documento ove il cliente attuale DICHIARA di voler rescindere il CONTRATTO a favore di un altra persona, che accetta. In questo documento viene riportata la lettura attuale del contatore.
Entrambi firmano in calce.
Perfetto, mi sei stato di grande aiuto perchè io non ho firmato niente ...

E anche la residenza vorrei sapere come gliel'hanno data visto che ho IO ho la residenza in quella casa e anche lì non ho firmato niente che autorizzi la sua .. visto che con quel contratto non dovevano fargliela ...
 

avettor

Nuovo Iscritto
Antonio,
a giudicare dal comportamento del tuo inquilino sei senz'altro capitato di fronte all'ennesimo "furbo" (purtroppo ce ne sono molti), che ha approfittato della tua buona fede.
Secondo me, devi affrontare la questione con ordine, affidandoti senz'altro ad un legale, se non riesci a "convincere" lo sgradito ospite con le buone maniere.
Un paio di osservazioni/suggeirmenti:
- Residenza: Il comune non entra praticamente mai nel merito del contratto d'affitto quando deve concedere una residenza. Piuttosto, è sempre bene inserire in un contratto transitorio una clausola del tipo "Per l'uso che il conduttore farà dell'immobile, NON vi transferirà la sua residenza. L'eventuale trasferimento di residenza da parte del conduttore provocherà ipso iure la risoluzione del contratto".
Per quanto riguarda la voltura delle utenze, il conduttore ha commesso un abuso, poiché lo ha fatto senza il tuo consenso. Questo è un argomento che il tuo legale potrà eventualmente utilizzare.
In definitiva, credo che tu, come molti altri proprietari vittima di inquilini scorretti, abbia la ragione dalla tua parte. Questo tuttavia non significa che riuscirai subito a farla valere.
Come detto, tenta prima di "mediare" e convincerlo mostrandoti consapevole dei tuoi diritti; se non ci riesci rivolgiti ad un legale per fargli capire che non stai scherzando...
In bocca al lupo.
 

jac0

Membro Senior
Proprietario Casa
Sulla residenza c'è da dire anche questo:
1) Alcuni comuni non fanno automaticamente seguito, a residenza concessa, con l'emissione delle bollette per la Nettezza urbana.
2) Alcuni comuni pretendono di imporre che non si possa chiedere il certificato di residenza di un'altra persona (mentre è arcinoto che i registri dello stato civile siano pubblici).
Questi due comportamenti "anomali" hanno ricadute importanti nel settore delle locazioni, sopratutto in caso di conflitti con l'inquilino.
 

silvanafabiano

Nuovo Iscritto
I gestori delle utenze effettuano le volture anche telefonicamente e a chiunque ne faccia richiesta, senza che il precedente intestatario firmi nulla o disdica. Ne sono certa, perchè io ho fatto l'operazione inversa.
Ho un inquilino moroso a cui ho già avviato le pratiche di sfratto e siccome oltre a non incassare l'affitto dovevo pagare salatissime bollette a mio nome, ho volturato le utenze a suo nome (così almeno quelle se le paga, o stà al buio e senza lavarsi....)senza alcun problema.Anche con il Comune, penso che non ci sia nulla da fare, perchè esibendo il contratto di affitto, è un diritto dell'inquilino ottenere la residenza. Quello che invece è dalla tua parte è sulla durata del contratto che se transitorio per un anno, non vedo come possa trasformarsi in altro contratto a prescindere dalla residenza e/o dall'intestazione delle bollette. Penso proprio che il tuo inquilino stia bleffando.
 

avettor

Nuovo Iscritto
Silvana, le tue osservazioni sono corrette ma come vedi il post è del maggio 2010. Visto che è passato un po' di tempo, sarei curioso di sapere da Antonio78 come è andata a finire.
 

beppebre

Membro Attivo
... Quello che invece è dalla tua parte è sulla durata del contratto che se transitorio per un anno, non vedo come possa trasformarsi in altro contratto a prescindere dalla residenza e/o dall'intestazione delle bollette. Penso proprio che il tuo inquilino stia bleffando.
I contratti transitori se vengono meno le cause che ne giustificavano la transitorietà, e che devono essere indicate in contratto, o in caso di mancata comunicazione da parte del locatore del loro perdurare, si riconduce alla durata minima prevista dalla legge per i contratti di locazione abitativa cioè 4 anni.
 

silvanafabiano

Nuovo Iscritto
:confuso::^^:Grazie Avettor, non ci avevo fatto caso alla data !
Sono nuova del Forum e non pensavo ci fossero discussioni così datate.
E sì, sarei proprio curiosa di sapere come è finita!
 
  • Mi Piace
Reazioni:

perugina

Membro Attivo
Proprietario Casa
A proposito di contratti di fornitura. Come per tutti i contratti, nessun contratto di fornitura tra la ditta F e la persona C può essere rescisso da F senza che questo abbia prima ottenuto il benestare di C. Non è sufficiente che il richiedente esibisca a F il contratto di affitto.
Invece a Perugia all'Enel gas ed Energia mi è stato espressamente detto che loro effettuano le volture senza alcun permesso del proprietario precedente intestatario e non necessitano di alcuna firma o contrattoi: chi gli chiede di intestarsi le utenze lo puà fare! a me è sembrato starano ma mi hanno detto che è normale procedura visto che chio si intesta intende pagare non avrebbero nessun interesse a non consentire l'intestazione dell'interessato. Invece per l'acqua vogliono la fima del proprietario.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Ultimi Messaggi sui Profili

Principia ha scritto sul profilo di Gianco.
Giaco ho letto che sei professionista che lavoro fai? Potrei contattarti telefonicamente se sei in tecnico?
Buongiorno,

Chiedo a questo forum una delucidazione per un contratto di affitto casa.

Sto per affittare una casa dal 21 ottobre di quest' anno, ho optato per la cedolare secca, quando e come dovrei versare la tassa del 21% ? E poi come funzioneranno i vari versamenti per l'anno prossimo?

Vi ringrazio per la risposta
Alto