1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. taxi lello

    taxi lello Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Vorrei sapere se è vero che l'inquilino che effettua una disdetta fraudolenta cercando le scuse immaginabili per recedere dal contratto deve pagare 36 mensilità dell'ultimo canone? se si perché? Il contratto e a cedolare secca 4+4 grazie
     
  2. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    No.
    È invece il locatore, se ha riacquistato la disponibilità dell'alloggio a seguito di illegittimo esercizio della facoltà di disdetta ai sensi dell'art. 3 della legge n. 431/1998, che è tenuto a corrispondere un risarcimento al conduttore da determinare in misura non inferiore a trentasei mensilità dell'ultimo canone di locazione percepito.
    Nel caso in cui il locatore abbia riacquistato, anche con procedura giudiziaria, la disponibilità dell'alloggio e non lo adibisca, nel termine di dodici mesi dalla data in cui ha riacquistato la disponibilità, agli usi per i quali ha esercitato facoltà di disdetta ai sensi dell'articolo sopra richiamato, il conduttore ha diritto al ripristino del rapporto di locazione alle medesime condizioni di cui al contratto disdettato o, in alternativa, al risarcimento sopra descritto.
     
    Ultima modifica: 9 Ottobre 2015
  3. taxi lello

    taxi lello Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Se l'inquilino va via senza disdetta dopo 2 mesi di mora o fa disdetta fraudolenta con scuse fantascientifiche cosa può rischiare da parte del locatario
     
  4. Nemesis

    Nemesis Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Il locatore (il locatario è l'inquilino, il "conduttore") potrà pretendere il rispetto della legge e delle clausole contrattuali. La legge stabilisce che il conduttore, qualora ricorrano gravi motivi, può recedere in qualsiasi momento dal contratto, dando comunicazione al locatore con preavviso di sei mesi.
    Una clausola contrattuale potrebbe stabilire che il conduttore ha facoltà di recedere in qualsiasi momento dal contratto, e quindi anche senza che vi siano gravi motivi, dando comunicazione al locatore con preavviso di xx mesi.
     
  5. taxi lello

    taxi lello Nuovo Iscritto

    Proprietario di Casa
    Se l'inquilino va via sempre senza preavviso per esempio dopo 5 mesi e con 2 mesi di mora o con scuse fantascientifiche cosa rischia dal padrone di casa?
    Preciso che non ricorrono gravi motivi.
    Quindi il conduttore non può fare riferimento a ciò che stabilisce la legge x "gravi motivi" e quindi non può recedere in qualunque momento.
    Il conduttore va via, senza preavviso!
    Non ci sono clausole a favore del conduttore e quindi non può recedere in qualsiasi momento dal contratto
    Cosa rischia il conduttore?
    Cosa può fare il locatore per tutelarsi?
    Si può inserire una clausola nel contratto che riporta testualmente:
    INDENNIZZO X DANNO
    In caso di disdetta fraudolenta ricordiamo a noi stessi la norma e legge 392/78 e successivi 431/98 prevede un indennizzo del danno al locatore pari a 36 mensilità dell'ultimo canone
    Tale clausola è Illegittima?
    Si può far valere la delirante clausola?
    Il contratto è stato registrato dall'associazione SUNIA telematicamente a Ufficio Entrate
    e risulta sottoscritto in calce in tutti i fogli dalle parti e con testimoni.
     
  6. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Il proprietario può intraprendere un'azione legale nei confronti dell'inquilino per ottenere il pagamento del mancato preavviso (6 mensilità del canone di locazione, se il contratto non prevede un termine più breve). Oppure per contestare la mancanza dei "gravi motivi" e ripristinare il rapporto locativo.
    Ma vale la pena di sostenere spese legali per fare tutto ciò se, come sembra, l'inquilino ha già accumulato due mesi di morosità? Io, come proprietaria, sarei contenta che se ne sia andato!

    Penso che la clausola contrattuale che stabilisce un indennizzo a favore del proprietario/locatore non sia legittima. La legge non la prevede; quindi il danno eventualmente subito dal proprietario e relativo risarcimento a carico dell'inquilino andrebbe, a mio parere, valutato dal giudice.
     
    A Newbie2015 piace questo elemento.
  7. gattaccia

    gattaccia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    però mi pare solo per i canoni relativi ai mesi in cui l'immobile rimane sfitto, che possono essere meno di sei
    altrimenti si avrebbe un caso di arricchimento senza causa, da parte del locatore

    comunque in linea generale concordo con i ponti d'oro all'inquilino moroso che se ne va...
     
    A Newbie2015 piace questo elemento.
  8. uva

    uva Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    Sì, certamente.
    Mi era parso di capire che l'inquilino di @taxi lello sia andato via da 5 mesi lasciando 2 mesi di morosità. Se lui si pone il problema di come ottenere un risarcimento probabilmente l'appartamento è ancora sfitto.
     
  9. pippopeppe

    pippopeppe Membro Attivo

    Impresa
    ringrazia Dio che è andato via con tutte le scarpe e ti ha lasciato l'immobile con solo due mesi di morosità.
    a proposito, gli restituirai le mensilità anticipate o le hai incamerate?
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina