1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Cia

    Cia Membro Attivo

    Proprietario di Casa
    Tra qualche giorno scadono i 90 giorni del "termine di grazia" concesso dal giudice al mio inquilino moroso. La particolarità (?) è che già da prima dell'udienza di sfratto l'inquilino ha traslocato, lasciando nell'appartamento una poltrona ed altri oggetti di nessun conto. Ma, per semplice ripicca (i locatori sono i nemici da abbattere), si è sempre rifiutato di restituirmi le chiavi: "lasciamo fare alla legge" è stata la sua ripetuta risposta.
    Poiché con un'ingiunzione di pagamento per il risarcimento del danno otterrei ben poco perché il tizio è (dice) disoccupato, è ipotizzabile un qualche reato penale in modo da fargli pagare questo suo comportamento?
    :confuso:
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Per soldi non si va in galera, il penale in queste questioni non c'entra. Purtroppo l'unica arma è scegliersi i conduttori e anche così si va incontro a dispiaceri. Appena libero, l'appartamento, gira pagina, dimentica l'avventura, e cerca uno nuovo. Se ti posso consigliare, se lo incontri per strada, fagli anche un sorriso, nella vicenda sei tu il galantuomo.
     
    A Cia e Joseph piace questo messaggio.
  3. rogallo65

    rogallo65 Nuovo Iscritto

    Non conosco il caso, ma se la restituzione non avviene in seguito alla sentenza di un giudice, potrebbe essere applicato l'art. 388 del C.P. (mancata esecuzione di un provvedimento di un giudice) oppure l'art. 646 del C.P. per appropriazione indebita delle chiavi.... ambedue sono reati procedibili a querela... Se hai un legale potrà senza ombra di dubbio consigliarti meglio...
     
  4. Salvatore Schiavone

    Salvatore Schiavone Membro dello Staff

    rogallo65 escluderei un'ipotesi di reato perchè dai fatti esposti si evince che ad oggi il giudice ha solo concesso il termine di grazia per sanare la morosità. Ne consegue che lo sfratto non è stato ancora convalidato, né é stato ordinato il rilascio dell'immobile.
     
    A Cia, e rogallo65 piace questo elemento.
  5. Marcos28

    Marcos28 Nuovo Iscritto

    Ciao a tutti,

    in primis, grazie all'ideatore nonché creatore di questo servizio in quanto rapprensenta per me la possibilità di condividere con esperti del campo, esperienze a dir poco surreali e trarne, legalmente parlando, ottimi consigli e/o suggerimenti.
    Ecco in breve, la mia storia.
    Da qualche mese, ho acquistato tramite atto notarile, la proprietà di un immobile intestato ai miei genitori.
    In questo appartamento, peró, ci sono dei mobili non di nostra proprietà.
    La persona che vi ci viveva lo occupava senza nessun titolo per piú di 10 anni durante i quali false erano le sue promesse di acquistare l'immobile in oggetto.
    Cosí i miei, decidono di fargli causa (ancora in corso) per occupazione senza titolo e nel frattempo divento io proprietario.
    Il problema che mi si presenta è che vivo all'estero e non lavorando da diversi mese, vivo ospitato da qualche amico e presto farò rientro nel Belpaese.
    Ora, non so come comportarmi con questa vicenda.
    Nell'atto notarile risulta che da parte mia nessuna responsabilità potrà mai ricadere sui mobili presenti nella mia proprietà. L'inquilino indesiderato non ci vive più da diversi mesi senza acqua, gas e luce,portandosi indietro le chiavi e scopro che, in seguito al rinnovo della sua carta di identitá, ha dichiarato la propria residenza nella proprietà in oggetto.
    Dopo varie chiamate, al comune mi rispondono che devo aspettare continui controlli da parte dei vigili nell'arco di diversi mesi per procedere alla cancellazione dai registri comunali.

    Non so piú che fare. Una situazione davvero di emergenza, con rispetto per altri casi e persone. Non ho piú un lavoro, vivo con i risparmi messi da parte che ahimé presto finiranno.

    Ho pensato, quindi, di indirizzare a mio zio una lettera di intimidazione a liberare l'appartamento da qualsiasi bene mobile ed in mia presenza entro tot giorni.
    Successivamente, recarmi presso le forze dell'ordine per denuncia/querela ma l'ospite indesiderato resta pur sempre irreperibile.
    Posso pur sempre entrare nell'appartamento visto che nessun contratto è stato stipulato?

    Come devo tutelarmi?
    Spero di cuore di ricevere un vostro sincero e prezioso consiglio.

    Grazie infinite per l'attenzione prestatami.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina