1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. cominale rosa

    cominale rosa Membro Attivo

    Inquilino/Conduttore
    buonasera spero in un aiuto in materia ho una amica con un problema serio di vicina di casa questa amica
    e, stata calunniata una vicina in una lite ha riferito urlando che la mia amica e una donna di strada dicendo che lo aveva saputa da un altra vicina , la mia amica e andata dalla seconda vicina a chiarire tutto e lei ha detto nn so niente il giorno dopo la seconda vicina ha riferito tutto alla prima vicina questa e salita sopra prendendo a calci la porta della mia amica poi offendendola a questo punto mi chiedo va denunciata anche la seconda vicina che gli ha riferito tutto provocando ira e violenza della prima vicina vi prego diamole un aiuto perché nn ha neanche i mezzi per fare querela tramite avvocato in breve sarei io che dovrei aiutarla datemi una risposta a breve perché e nei guai e queste persone vanno fermate perché la stanno perseguitando da 3 giorni
     
  2. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Se vuole fare una querela per diffamazione credo che sarebbe importante avere dei testimoni dei fatti altrimenti è la parola di uno contro la parola dell'altro e diventa difficile dare un giudizio. A parte questo, per una azione legale può avvalersi del patrocinio gratuito garantito dalla Stato proprio a chi non può permettersi un avvocato. Ti metto un link su come fare (e per stabilire se l'amica ha diritto al patrocinio gratuito) ma ne trovi quanti ne vuoi in Internet
     
  3. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Per sporgere querela non serve l'avvocato
     
  4. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Bravo Torm! Questo innanzitutto e poi potrebbe portare a testimoniare proprio la vicina che non può essere denunciata perché ha riferito l'accaduto alla delinquente. Va denunciata anche per danneggiamenti. Lei non può passare sopra queste prepotenze e mascalzonate. Siamo pronte, credo sicuramente anche Elisabetta a fornite qualsiasi informazione le occorre. Coraggio, questa cialtrona deve avere il fatto suo[DOUBLEPOST=1385542323,1385542171][/DOUBLEPOST]Per tutte queste azioni non serve l'avvocato.
     
  5. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    confermo che per presentare la denuncia querela non servono gli avvocati è sufficiente presentare di persona oppure inviare per raccomandata con r/r un esposto (possibilmente scritto un pò meglio della presentazione) al commissariato di zona. Ci penseranno loro a convocare entrambe le signore calunnianti per chiedere conferma di quanto tu hai scritto. Poi sarà il Commissario che chiamando la tua amica le suggerirà la strada migliore. Si può anche presentare la denuncia querela ai Carabinieri i quali essendo più formali inoltrano la lettera alla Procura: sarà il procuratore che valuterà se, dopo aver sentito le parti, sussistono gli estremi di un procedimento penale.
     
  6. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Cominale rosa e con questo intervento di Criscuolo sai perfettamente come procedere. Diciamo che per ora se ti rivolgi al commissario la soluzione potrebbe essere più vicina di quel che pensi. Una volta convocate le parti, in momenti diversi, al commissariato, quella lazzarona si guarderà bene di molestare la tua amica. La cosa si potrebbe chiudere così. Fidati dei nostri commissari. Hanno tutto da guadagnare se nel territorio che presidiano le relazioni tra cittadini siano corrette.
     
  7. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Per "azione legale" intendevo anche qualcosa di più di una querela, non sono pratica per niente grazie al cielo, ma pensavo a una richiesta di risarcimento per danno d'immagine. Esiste il concetto?
     
    A Rolandino piace questo elemento.
  8. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Vi sono tantissime sentenze di risarcimento per diffamazione. Per danni morali, tanto più se a causa della diffamazione vi sono alterazioni psichiche come ansia, depressione etc. Danni d'immagine penso siano valutati se la propria immagine è messa a frutto. Questa ad esempio è una delle tante sentenze emesse:
    "Relativamente al quantum debeatur, ribadito che parte attrice ha limitato le proprie richieste al risarcimento “del danno morale soggettivo o, comunque, del danno non patrimoniale” sofferto quale diretta conseguenza della subìta lesione “alla reputazione, all’onore e al decoro” cagionatale dal convenuto mediante ..."
    Questo è possibile fare, Elisabetta, se davvero Cominale vuole avere ampia soddisfazione per la sua amica. Cosa doverosa e giusta[DOUBLEPOST=1385559908,1385559699][/DOUBLEPOST]Aaah!! a proposito: quale fine ha avuto la sentenza soprariportata?
    "Alla luce di quanto accertato in fatto, della evidente lesione di diritti e valori costituzionalmente garantiti (la reputazione, l’onore, il decoro della vittima) e delle conseguenti indubbie sofferenze inferte all’attrice dalla vicenda della quale si discute, in via di equità, può essere liquidata ai valori attuali, a titolo di danno morale ovvero non patrimoniale, la somma di € 15.000,00."
    Che è quello che più deve interessare la nostra amica, @cominale rosa, se vuole cimentarsi nel dare una bella lezione. (persino la Costituzione entra in ballo)
     
  9. Elisabetta48

    Elisabetta48 Membro Assiduo

    Si potrebbe già cominciare a scrivere la denuncia: si elencano i fatti poi si copia questa frase, poi si quantifica il danno morale.
    Un'altra volta ci pensa due volte prima di raccontare balle
    Potrebbe servire un certificato medico attestante lo stato d'ansia?
     
  10. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    In questo caso subentrerebbero anche i danni fisici. Elisabetta, io credo che sia stata un'azione talmente deplorevole che si potrebbe anche presentare il reato di stalking. In questo caso la polizia, una volta venuta a conoscenza di questo reato e' costretta d'intervenire d'ufficio. Guarda cara amica @cominale rosa, che tutti questi interventi permessi dalla legge sono gratuiti. Fino a qui la civiltà c'è arrivata. I tuoi diritti e della tua amica sono tutelati dalla legge
     
  11. tovrm

    tovrm Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Con la querela apri un procedimento penale nel quale, costituendoti parte civile nella qualità di parte offesa, puoi chiedere anche il risarcimento a cui ti riferisci. Cosa vuoi di più?

    In quest'ultimo caso, se ci si costituisce parte civile, occorre nominare un avvocato.
     
    A Luigi Criscuolo e Elisabetta48 piace questo messaggio.
  12. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Calma ragazzi questo è quanto prevede la legge ma la realtà è un'altra cosa.
    Esperienza personale.
    Chiamata ( una parente ) dai carabinieri a esporre i fatti, perché l'altra persona asseriva di essere stata offesa, i carabinieri dissero, testuali parole: fate attenzione perché voi avete un'attività in piazza, questo con tono minaccioso roba da denunciarli se si aveva una telecamera...ma a chi? Alla polizia? Bah! Passato un anno si pensava che la cosa fosse finita li, la parente evitava l'altra persona per non dare altre occasioni, ebbene questa ritorna dai carabinieri e rispolvera la denuncia trasformandola in querela pertanto li parte il tribunale, l'avvocato spese ecc. dopo quattro anni il giudice si rende conto che la persona che aveva esporto querela era una poco di buono e per chiudere il caso fa chiedere scusa alla mia parente e le chiude li perché in tutto questo i carabinieri se ci avessero consigliato di fare una contro querela la cosa sarebbe stata differente, e qui ci è andata bene perché ci è costato solo l'avvocato e le spese di tribunale circa € 3000.oo OK?
    Altra situazione, un condomino scrive una lettera e la consegna a gli altri condomini esponendo il suo pensiero sollecitando gli altri a decidere loro su cosa fare e cosa decidere alle riunioni condominiali e non appoggiare soltanto quello che l'amministratore proponeva, ebbene l'amministratore querela questo condomino che non sapendo niente di questa querela dorme sonni tranquilli fino al giorno che deve chiedere il passaporto che gli viene negato a causa di querela in corso.
    Risolto in un nulla a procedere nei confronti del condomino sia in prima istanza sia in seconda perché l'amministratore ritornò alla carica facendo ricorso in quanto non c'era nessuna calunnia in quello scritto, il condomino saputo della cosa va all'attacco, e qui già la legge ha toppato perché in quei casi si procede d'ufficio ( questo non detto da me ma da un giudice ) tramite avvocato ecc. per essere breve un giudice che dovrebbe essere inquisito dichiara che aver diffamato davanti ad un giudice un condomino non è reato e pertanto caso chiuso, la fortuna dell'amministratore è stata anche che nel frattempo l'avvocato del condomino è morto pertanto chi ha concluso la causa non era che un giovincello e quando ha richiesto i fascicoli ha di fatto chiudere il procedimento definitivamente.
    Concludendo non illudetevi che le cose vadano secondo le previsioni evitate la legge finché potete ricordate che un saggio disse un buon avvocato conosce le leggi un ottimo avvocato conosce i giudici pertanto è meglio un cattivo accordo che una giusta causa
     
    A Elisabetta48 e arciera piace questo messaggio.
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Però concordi nel fatto che andare ad esporre i fatti al commissariato fa si che la vicina non si avvicinava (sic) più. Visto che l'avvocato lo avevate messo potevate a quel punto controquerelare e far pagare le spese alla querelante. In ogni caso concordo con te, è sempre meglio un cattivo accordo. Qui però stiamo lontani da qualunque accordo. E senza spese la nostra amica sa intanto come muoversi
     
  14. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Si indubbiamente deve esporre i fatti ai carabinieri ossia fare una denuncia non una querela, cosi evita l'avvocato ma si tutela e se c'è un evento bis è vantagiata.
    Per quanto mi riguarda, quando si viene attaccati e non si ha l'animo cattivo, non hai esperienza, i carabinieri ti attaccano anche loro e non sei scritto a PROPIT.IT ti comporti da agnellino e ti mangiano i lupi.
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    :stretta_di_mano: Siparietto pubblicitario.
     
  16. chiacchia

    chiacchia Membro Senior

    Proprietario di Casa
  17. syraka

    syraka Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Per esperienza mia personale (purtroppo) posso dire che ho avuto una situazione simile con i miei vicini ed ho fatto un esposto in Questura, a parte che i tempi sono lunghi ma non ho risolto granché!
     
  18. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    qualcosettina sì però. almeno state sul chi va là e chissà se non stavi peggio senza l'esposto?
     
  19. syraka

    syraka Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Veramente adesso ho un po' di pace solo da quando sanno che ho messo la casa in vendita!
     
  20. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    questo mondo è troppo piccolo per contenere noi due...
     
    A syraka piace questo elemento.

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina