1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Chi abita in locali seminterrati è sottoposto al pericolo di allagamento sia per alluvione che per allagamento dovuto a rigurgito di fogna.
    Avendo un problema concernente la questione domando se esiste una normativa in proposito e più in particolare se un locale seminterrato può avere il davanzale della finestra avente sull'esterno una altezza di 10 centimetri dal piano del terreno esterno.
    In altre parole : quale è l'altezza minima del davanzale di un locale seminterrato rispetto al livello del suolo del cortile esterno ?
     
  2. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    La questione si concretizza con l'abitabilità o meno. Nessuna regola determina, a priori, se la soglia di una finestra debba essere tot. cm sul piano di calpestio. Il quesito non chiarisce se sei in locazione, se sei il proprietario, se occupi una abitazione o locali diversi. Posso immaginare che se tu fossi in locazione tu possa richiedere, o al limite farti dare un contributo ad istallare delle paratie da montare nei momenti di rischio esondazione.
     
    A bartolini3 e possessore piace questo messaggio.
  3. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Sono un condomino dove ci sono diversi locali seminterrati . Alcuni di questi , proprietà private, hanno i davanzali a circa 10 centimetri dal terreno esterno. L'acqua entrando dalla finestra di uno di questi locali potrebbe allagare tutti i locali seminterrati dove ci sono dei sevizi comuni tra i quali il locale contatori elettrici e quello della centralina ascensore. Al momento non mi risulta avvenuto nessun allagamento, però vorrei prevenire che prima o dopo accada. Con 10 centimetri di altezza prima o dopo accadrà. Basta che si intasi una fogna od altro,perché all'esterno del palazzo si abbia più di 10 centimetri di acqua , e che tutti il seminterrato si allaghi. Con le mutazioni del clima si stanno allagando anche zone che prima non si allagava mai.
    Ora io credo che si debba e si possa fare qualcosa per obbligare i proprietari ad alzare il davanzale di dette finestre. La questione è talmente evidente , 10 centimetri , che ci sarà pure l'evidenza della questione ad avere il suo peso.
     
  4. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Ma alzare di 10 cm la soglia dei davanzali, comprometterà moltissimo il rapporto illuminazione areazione, diminuendo il godimento della abitazione. Inoltre, se 10 sono pochi, lo saranno anche 20 e via dicendo, in relazione all'evento climatico straordinario. Quindi se possibile trovare altre forme di precauzione, non ultimo un cordolo ad 1 o più metri dalla soglia finestre. Comunque sia un evento ecezzionale non può comportare che soluzioni ecezzionali, come per esempio paratie a baionetta da mettere all'occorrenza.
     
  5. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    In quei seminterrati ci dormono ci abitano e ci dormono delle persone , tenendo conto che una tromba d'acqua, una fogna che si intasa ed altro non avverte mai prima, vorrei evitare che una mattina gli abitanti dei seminterrati si svegliassero morti.
     
  6. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Concordo in pieno con tutto ciò che scrivi, caro Giacomelli. Un pò meno sulle zeta. :-oE' solo un attore che rifaceva il verso:" eccezzzzzzziunale, veramente!!!":^^::^^:
    Non te la prendere, però. Un refuso scappa a tutti...
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  7. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Mi chiedo se vi sia un regolamento locale che autorizza le abitazioni in seminterrato, sarebbe opportuno verificare
     
    A bartolini3 piace questo elemento.
  8. Adriano Giacomelli

    Adriano Giacomelli Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    Era una licenza poetica per sottolineare la straordinarietà dell'evento........... Touchè!
     
  9. sy5225

    sy5225 Membro Attivo

    Professionista
    Cosa dice il regolamento della provincia di Milano

    ciao premetto che ogni località ha un suo regolamento .... Ma per darti un'idea ti dico cosa dice il R.L.I. Della provincia di Milano:

    1 nessun locale seminterrato può mai essere abitabile!
    2 le soglie dei piani terra devono essere a 10 cm piu alti rispetto il terreno circostante!

    Quindi mi sembra che sia tutto in regola ...

    Non so cosa tu custodisca in cantina ma ti consiglio di metterlo su un ripiano alto!
     
  10. Luigi Barbero

    Luigi Barbero Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Infatti, mi ero stupito. Di solito scrivi molto bene..;)
     
    A Adriano Giacomelli piace questo elemento.
  11. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Per curiosità ho cercato in internet il regolamento edilizio di Piombino e verifico che l'art.47 non consente locali di abitazione in seminterrato,quindi non comprendo la situazione descritta da bartolini3, salvo che l'immobile sia datato, ma non per questo esonerato dall'essere dichiarato alloggio antigienico.
     
    A bartolini3 piace questo elemento.
  12. Luigi Criscuolo

    Luigi Criscuolo Membro Storico

    Proprietario di Casa
    Ogni città ha il suo regolamento edilizio: a Roma per esempio danno l'abitabilità anche ai semi interrati. Ciò probabilmente per un fatto morfologico: ci sono edifici che da un lato affacciano su strada al piano terra e da un altro lato affacciano, forzatamente (nel senso che le finestre sono quasi a livello del soffitto) sul marciapiede. In ogni caso chi si prende un locale di questo tipo per andarci ad abitare sa quello che rischia. Anche perché i pericoli maggiori vengono dal pavimento e dai muri e dai buchi (tipo scarico del gabinetto) perché in caso i rigurgito fognari ( e le fogne sono sempre più profonde del piano strada) le acque luride salgono. Se fanno saltare i tombini di ghisa sul piano strada, nei semiinterrati sono già entrate (visto che stanno più bassi).
     
    A bartolini3 piace questo elemento.
  13. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Mi sembra evidente che esista per i seminterrati una situazione di pericolo come giustamente dice Luigi Criscuolo. Il passo successivo è individuare la normativa , che è certamente esistente, a tutela dei cittadini.
     
  14. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Ringrazio Raffaelemaria che mi ha indicato l'art. 47 del comune di Piombino . Mi ha messo sulla strada giusta per venire a capo della questione. In questo articolo si legge al punto 4 : " I vani seminterrati potranno essere destinati a locali di categoria A alle seguenti condizioni :
    -almeno un lato deve essere completamente fuori terra.
    - I restanti lati dovranno essere dotati di intercapedine o scannafosso con cunetta più bassa del pavimento.

    Nel caso che mi interessa si tratta di una serie di miniappartamenti condonati tutti realizzati in una cantina con pavimento sotto il piano campagna di almeno metri 1,5. Ognuno di questi ha un lato seminterrato mentre cli altri 3 lati sono interni alla cantina;non interrati,ma sotto il piano campagna.
    Domando possono essere destinati alla categoria A ?
     
  15. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    Vedi l'allegato cons.stato per condono.PDF Se neppure un lato di tutti i vani degli appartamenti è completamente fuori terra, mi sembra ovvio che non possono essere destinati alla categoria A. Però c'è un problema da approfondire. Scrivi che sono stasti condonati, quando? Sappi che l'ultimo condono escludeva le violazioni alle norme igienico sanitarie, e di ciò i Comuni se ne sono bellamente infischiati per accaparrare soldi. C'è un'interessante sentenza del Consiglio di Stato in proposito
     
  16. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Da diverso tempo che cerco di capire bene la questione e dato che i seminterrati in questione , con i quali sono in prudente lite, non hanno nessun lato completamente fuori terra , le tue risposte mi hanno consentito di mettere a punto dei tasselli importanti. Riepilogando , detti seminterrati alla luce del regolamento edilizio comunale e della carenza di altre condizioni necessarie quali , altezza, dimensioni, illuminazione , umidità erc non potrebbero essere abitabili.
    Dove sta il problema : Sta nel fatto che con condoni e sanatorie oggi questi locali hanno anche l'abitabilità. Ho parlato con l'addetto all'edilizia del comune facendo presente , come mi stai dicendo tu, che ci sono molte sentenze del consiglio di stato e anche una della corte corte costituzionale che impediva di concedere i condoni quando non sono rispettate le condizioni igienico sanitarie. Mi è stato risposto che ogni sentenza fa caso a se e che nel caso dovrei fare una causa e vincerla. Ovviamente io non vorreei fare una causa , ma nel caso far intervenire l'gli organi sanitari oppure fare degli esposti. Confesso però che al momento non riesco a trovare la strada giusta.
    Grazie di tutto.
     
  17. raffaelemaria

    raffaelemaria Membro Assiduo

    Professionista
    che ogni sentenza fa caso a sè è una bufala, le sentenze di cassazione e consiglio di stato servono proprio a chiarire i dubbi sulle interpretazioni delle leggi. Io inoltrerei al Comune regolare esposto descrivendo gli immobili e citando le sentenze, chiedendo che sia ritirata l'abitabilità in autotutela. Chiedi risposta scritta con l'avviso che la tua comunicazione ti riservi di inviarla alla Procura della Repubblica di competenza. La lettera la invii al Sindaco, all'Ufficio tecnico ,ai vigili urbani ( polizia giudiziaria) a all'ASL- deposta al protocollo e tieni copia del deposito....stai a vedere cosa rispondono, se non rispondono manda il tutto alla Procura della repubblica con un esposto-denuncia
     
  18. bartolini3

    bartolini3 Membro Ordinario

    Proprietario di Casa
    Grazie è la risposta giusta e completa .
    Sono completamente soddisfatto, farò così.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina