1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

  1. th3condor

    th3condor Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Buongiorno a tutti,

    la situazione è questa, siamo in 3 a vivere in una villetta, Io da Maggio 2013, un amica da 2 mesi e un altro ragazzo da oltre 2 anni.

    Nessuno di noi ha contratto regolare, io tra le altre cose ho richiesto il contratto in più di un occasione via mail (dimostrabili ma non so che valore possano avere).
    Tra le altre cose sono titolare di PIVA quindi il contratto mi fa più che comodo perchè in parte posso scaricarlo.

    Le mensilità le ho sempre pagate con bonifico bancario.... tranne l'ultima di Novembre che per comodità ho fatto con ricarica postepay.

    Gli altri inquilini hanno sempre pagato con ricarica postepay, tranne qualche mensilità ma molto poche.

    La carta postepay è intestata al marito della padrona di casa.

    E' ormai un mese che siamo senza riscaldamento in casa, oltre a tantissimi altri problemi nemmeno tanto sopportabili.

    paghiamo regolarmente anche le spese nell' affitto mensile, diciamo che abbiamo trovato un accordo con la proprietaria che ci fa pagare un fortfait in cui sono incluse tutte le spese, quindi affitto,luce,gas,e via discorrendo.

    Manca il riscaldamento e il gas per cucinare perchè da controlli da noi fatti, la padrona è morosa verso la società erogante.

    Tenuto conto che stiamo passando veramente un mese terribile senza riscaldamento,e cuciniamo con la bombola, stiamo con problemi di perdita di acqua a causa delle tubature vecchie che si sono rotte (in cucina e nel bagno ogni giorno dobbiamo pulire oltre 2 dita di acqua).

    Abbiamo deciso tutti e 3 di non pagare più il canone fino a che la padrona di casa non ci rimetta nelle condizioni di vivere adeguatamente in casa.

    Certamente nel frattempo stiamo tutti e 3 cercando un altra sistemazione, ma visto che io entro Maggio lascerò l ' Italia preferirei rimanere qui per non dover pagare per pochi mesi un trasloco che ritengo inutile e sapete che fare un trasloco non costa poco.

    Secondo voi a che rischi andiamo incontro se non versiamo l'affitto fino a che la situazione non torna vivibile ?
    Non vorremmo arrivare a essere messi in malo modo in mezzo alla strada, e purtroppo abbiamo cercato di parlare serenamente più di una volta con la padrona di casa ma senza risultato.

    Grazie a tutti e come vedete non esistono solo locatari furbi che non vogliono pagare l'affitto ma anche padroni di casa truffaldini ... del resto persone scorrette ci sono ovunque.

    Grazie
     
  2. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Fermo restando che l’inquilino è sempre visto come parte debole dal legislatore nell’ambito dei contratti di affitto e come tale è notevolmente tutelato, inoltre con la legge, con il D.Lgs n. 23 del 2011 ha acquisito un’arma in più in quanto nel caso di affitti e locazioni di casa in nero gli è data la possibilità di denunciare il proprietario e di godere di un regime fiscale di estremo favore che prevede la possibilità di richiedere l’applicazione di un canone annuo pari a 3 volte la rendita catastale.

    E' in torto marcio, ha evaso e dovrà pagare con tutte le sanzioni e interessi per i redditi non dichiarati. Non penso proprio che vi sbatta in strada.
    Prospettategli la denuncia e vedete cosa vi risponde.
    Bisogna comprovare i pagamenti effettuati.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  3. th3condor

    th3condor Nuovo Iscritto

    Inquilino/Conduttore
    Grazie.

    Bhe comprovare i pagamenti effettuati non credo sia difficile.... come detto io ho sempre pagato con Bonifico bancario e gli altri con ricarica postepay... entrambi tracciabilissimi..... sarà la agenzia delle entrate eventualmente a richiedere estratto conto della postepay incriminata e potrà così vedere i moviemtni effettuati sulla stessa.... per me il bonifico bhe....
     
  4. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ma dai su'! E chiedete pure aiuto? Ma voi state chiedendo il minimo! Qui c'entrano tutti gli organi competenti dello stato, sino all'asl. Avete qualsiasi dalla vostra parte. Anzi, non pagate e andate a lamentarvi. Vi deve ridare assolutamente il gas. Punto.
     
    A Ennio Alessandro Rossi piace questo elemento.
  5. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Andate all'Agenzia delle Entrare e denunciate il proprietario.
    I locatori che si comportano così gettano il discredito su tutta la categoria.
     
    A meri56 piace questo elemento.
  6. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    :rabbia::cauto:non scagliate troppe pietre, altrimenti non vi rimane altro da tirare,
     
  7. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    E chi bisogna lapidare allora, se non questi tizi???
    Questo buonismo da parte tua non me l'aspettavo.
     
  8. casanostra

    casanostra Membro Assiduo

    Proprietario di Casa
    :stretta_di_mano: Dopo di che fate le volture delle utenze a vostro nome.
     
  9. adimecasa

    adimecasa Membro Storico

    Professionista
    come è possibile avere una residenza da mesi senza un contratto di locazione, anzi 3 residenze, senza contratto, e magari avete anche la cessione fabbricati per la ex tares ora iuc
     
  10. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Presumo che la ricarica di una prepagata postapay non comprovi assolutamente niente: ma è anche indice della malafede del proprietario.
    Diverso il discorso sul bonifico, che il proprietario dovrà motivare.

    Gli inquilini sono responsabili in solido della mancata registrazione

    Credo che in un caso come questo la soluzione sia proprio l'autodenuncia e richiesta di registrazione al canone annuale legale (3 volte la rendita catastale)
     
  11. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    queste due affermazioni siano in contraddizione tra loro. basty, io sono propensa a che sia Jerry ad avere ragione.
     
  12. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Non sono affatto in contraddizione: l'inquilino ha la stessa responsabilità del locatore nell'obbligo di registrazione del contratto.
    Prima però non aveva alcun interesse a sostituirsi al locatore in caso di mancata registrazione: considerata la remota possibilità di essere perseguito dal fisco, risparmiava pure la sua quota di onere della registrazione.
    Oggi, con la legge citata da jerry, ha una leva in più. Se il locatore crede di fare il furbo, rischia appunto una "autodenuncia" del conduttore, che a fronte di una lievissima sanzione, andrà a godere di un favorevolissimo contratto.
     
  13. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    okay. anche questa non la sapevo. La devo memorizzare come autentica. Ti avverto basty, farà testo qui da ora in poi. Come il verdetto di una cassazione.
     
  14. JERRY48

    JERRY48 Ospite

    Sì in caso in cui si renda complice insieme al propeitario di casa anche lui rishcierà di dover pagare l’imposta di registro sulla mancata registrazione dell’atto per la quale il fisco ritiene entrambe le parti solidalmente responsabili al pagamento del tributo.
    Nonostante dubito che il proprietrio sia così incauto da firmare dei contratti scritti non registrandoli limitandosi a degli accordi verbali, un elemento fondamentale è quello di provare come il contratto esisteva. Premetto che in caso di giudizio la parte debole è sempre l’inqulino, il quale anche senza molte pezze giustificative od elementi di prova o prove testimoniali o altro riesce facilmente a dimostrarlo.
    Se i pagamento avvengono tramite bonifico basterà copia del bonifico effettuato nei confrotni del proprietario. Se il proprietario non vorrà farsi fare bonifici basteranno copia delle ricevute di pagamento degli affitti.
    Se siete soliti consegnare l’affitto al proprieatrio allora dovete fare i conti con la possibilità si soccompber ein giudizio anche se la ritengo comunque remota.
    Non è semplice dimostrare che il contratto esisteva ma è anche vero che se affittate casa senza alcuna garanzia da parte del proprietario il vostro rapporto non potrà essere tutelaton alcun modo e non solo. Vi dico anche che qualora l’inquilino proprio non ce la facesse a non dichiarare può farlo indipendentemente dal volere del priprietario e potrebbe comunque registrarsi utilizzando il modello 69, pagando l’imposta di registro.
    Il proprietario a questo punto non può avere dubbi in quanto da una parte ha un regime di favore fiscale estremamente vantaggioso e dall’altra ha una minaccia notevole rappresentata dalla possibilità di che l’inqulino lo denunci in questo modo esponendolo ad una srie di pagamenti tra cui:

    1. Sanzione amministrativa per infedele dichiarazione dei redditi;
    2. Omesso versamento delle imposte di registro sul contratto di locazione più sanzioni ed interessi dalla data di mancata registrazione dell’atto che va dal 120% al 240% dell’imposta non versata;
    3. Recupero a tassazione della minore IRPEF versati sui canoni di locazione non dichiarati;
    4. Ipotesi di ulteriori accertamenti.
    Come potete vedere a questo punto gli affitti in nero diventano una modalità di gestione del proprio patrimonio immobiliare piuttosto rischiosa. Che ne pensate?….
     
  15. arciera

    arciera Membro Senior

    Proprietario di Casa
    solo i saggi pagano. credo che diventeremo tutti saggi
     
  16. mapeit

    mapeit Membro Senior

    Proprietario di Casa
    A Daniele 78 piace questo elemento.
  17. basty

    basty Membro Senior

    Proprietario di Casa
    Ad oggi è un emendamento: per la conferma definitiva credo occorra sia confermato in sede di approvazione della legge di stabilità
     
  18. Ennio Alessandro Rossi

    Ennio Alessandro Rossi Membro dello Staff

    Professionista
    Personalmente consiglio di rivolgersi ad una associazione dei consumatori o inquilini che hanno anche un ufficio legale a costo accessibile.(SUNIA, Federcosnumatori, Acli, Inca, assocond e mille altre rintracciabili in rete )
    (talune fanno pagare solo la tessera se si tratta di scrivere una lettera al locatore come in questo caso)
    Fare agire una avvocata vi darà più tranquillità e la stessa spiegherà bene i Vs. diritti
    tal che Vi sentirete tranquilli ed appoggiati e alla fin fine ci guadagnerete
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina