1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. beppefi

    beppefi Nuovo Iscritto

    Gentile Forum,

    vi scrivo per chiedervi un consiglio su come comportarmi con il locatario del mio appartamento che se ne è andato senza restituirmi 1 dei 2 mazzi di chiavi e senza saldare il conto della bollette ed utenze € 437.00

    La persona in questione è tornata al suo paese per motivi familiari: ho il suo indirizzo di casa. Secondo voi come posso comportarmi? al cell si nega, solo sms dove dice che pagherà il dovuto. :disappunto:

    Posso mandargli una raccomandata A/R con l'intimazione di pagare? è efficace? quali altri mezzi ho a disposizione?

    Vi ringrazio per la risposta.

    Giuseppe Figliè
     
  2. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Ciao,
    scusa la domanda stupida: le bollette sono intestate a te?
    Andrea
     
    A beppefi piace questo elemento.
  3. beppefi

    beppefi Nuovo Iscritto

    Ciao qdsini,

    grazie della risposta.
    Si, le bollette sono intestate a me e comprendono luce, gas, revisione caldaia e tarsu.
    Come posso comportarmi per riavere il mazzo di chiavi e i soldi? Quanto è efficace una raccomandata A/R?

    Giuseppe
     
  4. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    OK.
    Si prova con una raccomandata con ricevuta di ritorno, chiedendo la restituzione delle chiavi e allegando fotocopia delle bollette. Attenco che no ci siano dei consumi che non sono ancora contemplati nelle bollette, ma se ti da i tuoi Euro 437,00 sei fortunato, dandogli una scadenza di prassi di 15 giorni per chiudere la partita.
    E' cittadino italiano?
    Chiudi subito tutte le utenze e la prossima volta che affitti l'immobile falle intestare all'inquilino come "condicio sine qua non". Ti evita questi problemi.
    Per le chiavi se non riesci ad averle cambia la serratura principale e buonanotte.
    Fami sapere.
    Saluti
    Andrea
    Vedi se e come ti risponde.

    Dimenticavo: hai un regolare contratto di locazione, vero?!?!?!
     
    A beppefi piace questo elemento.
  5. beppefi

    beppefi Nuovo Iscritto

    Grazie mille! ;)

    Si, il contratto è regolarmente registrato presso l'Ufficio delle Entrate, è di natura transitoria (abbiamo pattuito max 12 mesi), e il locatario è italiano.
    Siccome la prox volta vorrei fare un altro contratto transitorio con il prox inquilino, mi conviene fare la voltura della bollette? tra 2 anni vorrei vendere e quindi non vorrei fare contratti 4+4 o 3+2.

    Vedo se con la raccomandata A/R riesco a risolvere.
    Ti faccio sapere.

    Grazie ancora

    Giuseppe
     
  6. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Economicamente conviene non a te ma al nuovo inquilino, ma fallo!!!! altrimenti ti potresti ritrovare nella setssa situazione di oggi. Ok per il contratto transitorio, attenzione a scegliere bene l'inquilino, per non avere difficoltà eventuali nel momento in cui scade il contratto e lui lo deve lasciare libero.
    Andrea
     
    A beppefi piace questo elemento.
  7. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Scusa l'intromissione.....
    ma il deposito cauzionale che fine ha fatto ? ?
    andrebbe restituito a chiavi consegnate e bollette pagate non vi pare ? ?
    altrimenti il proprietario si fa cambiare la serratura somma il costo al saldo bollette e restituisce solo il residuo del deposito cauzional succitato .... relativamente semplice

    MAI DIMENTICARE DI INCASSARE UN DEPOSITO CAUZIONALE o farsi prendere dalla leggerezza di restituirlo troppo presto a verifiche non ancora effettuate o peggio ancora lasciare che il COnduttore lo utilizzi come pagamento per gli ultimi mesi della sua permanenza

    Salve Marco :disappunto:
     
    A beppefi piace questo elemento.
  8. beppefi

    beppefi Nuovo Iscritto

    Ciao Marco,

    il deposito cauzionale lo abbiamo incassato, ma non basta a coprire i danni che stiamo scoprendo man mano che controlliamo l'appartamento. Per questo, ho mandato la raccomandata per il pagamento delle bollette e per la richiesta danni: ritinteggiatura, danni ai mobili, materassi, etc....

    Il conduttore è scappato e per adesso non si fa trovare. Non abbiamo avuto il tempo di controllare insieme lo stato della casa. Per questo gli ho mandato una racc A/R con il conto delle spese che dobbiamo sostenere.

    Stiamo a vedere come va a finire.

    Giuseppe
     
  9. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Ciao,
    alla luce di quanto accaduto penso tu in futuro richiederai un deposito cauzionale di importo superiore
    per questo caso un buon in bocca la lupo ... ;)
     
    A beppefi piace questo elemento.
  10. maidealista

    maidealista Fondatore Membro dello Staff

    Proprietario di Casa
    L. 392/78 :
    Art.11. (Deposito cauzionale). Il deposito cauzionale non può essere superiore a tre mensilità del canone. Esso è produttivo di interessi legali che debbono essere corrisposti al conduttore alla fine di ogni anno.
    :daccordo:
     
    A Andrea Sini, beppefi e possessore piace questo elemento.
  11. Marco Costa

    Marco Costa Membro dello Staff

    Salve, maidealista
    riporto di seguito quanto reperito in internet a conferma di quanto precedentemente scritto e da me attuato richiedendo fidejussioni pari a 6mesi .... rimango cmq aperto a confronti e pareri discordanti

    "....... A proposito del deposito cauzionale che tradizionalmente l’inquilino costituisce a favore del locatore a garanzia del pagamento dei canoni e delle altre obbligazioni che derivano dal contratto (prima fra tutte, quella di destinare l’immobile all’uso pattuito e di non danneggiarlo oltre i normali effetti dell’uso contrattuale), si deve tenere presente che la legge sull’equo canone (n.392/1978) la aveva limitato ad un importo pari a tre mensilità di canone, e questo allo scopo di evitare che attraverso questo istituto si ponessero a carico del conduttore corrispettivi ulteriori rispetto al canone.
    Tuttavia l’art. 11 della legge n.392/1978 non è stato abrogato dalla nuova legge n.431/1998 ed è quindi sempre da considerarsi in vigore, anche se i decreti ministeriali emanati per disciplinare i contratti agevolati di cui all’art.2 comma 3 (ed in ultimo anche il decreto ministeriale del 30 dicembre 2002) niente dicono al riguardo, ed il tipo di contratto agevolato approvato dall’ultimo decreto ministeriale (ed anche quello approvato dal decreto precedente) lascia alle parti la libertà di quantificazione del deposito cauzionale.
    Bisogna tuttavia considerare che seppure l’art.11 non è stato abrogato dalla nuova legge, questa ha abrogato l’art.79 della legge n.392/1978 sul quale si fondava la inderogabilità della legge dell’equo canone.
    Quindi la conseguenza è che l’art.11 ha effetto se le parti non hanno regolato espressamente la misura del deposito cauzionale nel contratto di locazione, ma può essere derogato dall’accordo dei contraenti, consentendo così il superamento del limite delle tre mensilità.
    Peraltro il nuovo contratto-tipo agevolato (ed a maggior ragione quello libero) prevede anche la possibilità di ricorrere ad altre forme di garanzia (fideiussioni bancarie, assicurative o garanzie rilasciate da soggetti diversi dal conduttore) per le quali certamente non vale il limite delle tre mensilità e, se non si tratta di deposito di denaro presso il locatore, nemmeno vale la regola del pagamento degli interessi annuali in favore del conduttore.
    Considerazioni a proposito della durata effettiva degli sfratti per morosità (10-12mesi) sono sacrosante, ma siccome tali procedure rappresentano pur sempre una eccezione rispetto all’ordinario svolgimento dei rapporti contrattuali, appare utile raccomandare ai locatori ed ai conduttori che nel pattuire questa forma di garanzia, si attengano a ragionevolezza e moderazione, perché nella maggior parte dei casi, imporre oneri particolarmente gravosi serve solo a fare partire un rapporto di locazione con il piede sbagliato."

    Io aggiungo che cmq un locatore che ha le potenzialita' di fornire una fidejussione bancaria pari a 6mesi molto, molto difficilmente sara' moroso e sicuramente con smettera' di pagare gli ultimi canoni di locazione con l'intenzione di coprirli con il deposito cauzionale in mano al proprietario (grazie al deterrente generato dalle comunicazioni negative bancarie a cui andrebbe incontro se il proprietario escutesse le fidejussione)
    Saluti da Marco ..... il cocciuto ..... :disappunto: .......;)
     
  12. ada1

    ada1 Nuovo Iscritto

    locatore = proprietario
    conduttore = inquilino o locatario

    Purtroppo la fidejussione (per il montante che il conduttore deve immobilizzare quando il mensile da versare è elevato) non è sempre possibile.
    I tre mesi di anticipo e un garante (la cui solvabilità sembri sicura) sono alternativa ancora praticata
     
    A beppefi piace questo elemento.
  13. beppefi

    beppefi Nuovo Iscritto

    Per adesso l'inquilino si nega al telefono. Mandata raccomandata A/R ma senza esito: non mi è tornata indietro la cartolina.... ergo non l'ha presa alla posta.

    Proverò a richiamare ma sembra dura.

    Giuseppe
     
  14. Andrea Sini

    Andrea Sini Membro dello Staff

    Professionista
    Per il prossimo contratto se è di un anno ti puoi far anticipare forfettariamente un somma di € 800 per le spese delle utenze.
    Farete le letture prima e dopo in contraddittorio con il conduttore e saldate la differenza positiva o negativa allo scadere del contratto.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina