1. propit.it è il primo e unico forum italiano interamente dedicato ai Proprietari di Casa e agli Inquilini conduttori di proprietà immobiliari.

    Su propit.it puoi approfondire nuove leggi, leggere opinioni, recensioni e consigli, scoprire nuovi strumenti, confrontarti e trovare modulistica fiscale, legale e contabile per gestire la proprietà immobiliare.

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Tag (etichette):
  1. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    Una cliente mi chiede se sia possibile fare, per uno stesso appartamento, con un unico subalterno catastale, diversi contratti di locazione a inquilini diversi, indicando che a ciascun inquilino viene data in locazione solo una porzione (camera da letto o simile) dell'appartamento. Si tratta di studenti che vanno e vengono, per cui la gestione con un unico contratto è molto complessa.
    Siccome la locatrice opta per la cedolare secca non sarebbe neanche così oneroso per la registrazione.
     
  2. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    L'argomento è già stato affrontato? Nessuno ha idea se sia possibile fare più contratti su uno stesso subalterno catastale? :domanda:
     
  3. Luccio

    Luccio Nuovo Iscritto

    Trovandomi nelle tue condizioni, mi sono confrontato con un'associazione di consumatori che mi ha confermato che si può procedere con diversi contratti di locazione a inquilini diversi, indicando che a ciascun inquilino viene data in locazione solo una porzione (camera da letto o simile) dell'appartamento.
    Inoltre è possibile fare contratti di tipo diverso tra i vari inquilini.
    Tuttavia poiché sono in un comune ad alta densità abitativa, il canone per contratti transitori o per studenti è regolato dagli accordi territoriali. Per cui facendo più contratti, la domanda successiva a cui non sono riuscito ad avere risposta, sarebbe: su quale superificie convenzionale bisogna calcolare il canone per il contratto transitorio o studentesco?:domanda:
     
  4. Marco Rossini

    Marco Rossini Nuovo Iscritto

    :applauso: grazie della risposta. Non avevo pensato a questo problema in effetti. A logica penserei che all'immobile debba essere assegnato un numero massimo di alloggianti e quindi di suddividere la superficie per ciascuno di essi, solo che, nel caso in cui non ci sia costantemente questo numero di persone, i restanti dovrebbero poi dividersi la superficie rimanente, visto che comunque lo occupano e ne godono. Resta da vedere se la soluzione sia fiscalmente accettabile.
     
  5. Luccio

    Luccio Nuovo Iscritto

    Un'alternativa è fare un contratto libero 4+4 a tutti gli inquilini anche se:
    1) questo vincola di più il proprietario in termini temporali
    2) bisogna vedere se la tipologia di contratto va bene allo studente sia contrattualmente sia fiscalmente.
     

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Condividi questa Pagina